Stop AstraZeneca, Antonella Viola: “Pronti a ricominciare appena possibile”

Stop dell’Aifa al vaccino AstraZeneca. Vietate le somministrazioni in tutta Italia fino a nuove disposizioni. L’immunologa Antonella Viola è fiduciosa sulla ripresa

Antonella Viola
(Facebook https://www.facebook.com/antonellaviolaofficial)

E’ arrivato ieri lo stop dell’Aifa alle somministrazioni del vaccino AstraZeneca. Un blocco temporaneo, adottato in via preventiva, in attesa del pronunciamento dell’Ema fissato al 18 marzo.

La notizia ha fatto subito il giro della testate nazionali. Il sito dell’Aifa è stato preso d’assalto. C’è preoccupazione tra coloro che hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca. Resta poi il nodo su come garantire la seconda dose a chi ha già ricevuto la prima.

AstraZeneca è finita sotto la lente d’ingrandimento dopo alcune morti sospette in Sicilia, Piemonte e Campania. Le indagini sono in corso. Al momento è escluso il rapporto causa-effetto tra i decessi e il vaccino anglo-svedese. Gli esperti parlano piuttosto di nesso temporale. Si attendono comunque gli esiti di tutte le autopsie.

Intanto i medici chiedono maggiore tutela. Vogliono subito lo scudo legale. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha detto che nelle prossime ore il governo lavorerà “per dare una risposta positiva a questa richiesta”.

In ballo c’è la buona riuscita della campagna vaccinale. Lo stop ad AstraZeneca avrà delle ripercussioni. Gli esperti auspicano che si faccia subito chiarezza per poter ripartire. L’immunologa Antonella Viola è fiduciosa.

Stop AstraZeneca. Viola: “Chi ha fatto il vaccino stia tranquillo”

Antonella Viola
(Facebook @dimartedi · Programma TV)

Scende in campo anche l’immunologa Antonella Viola, dopo lo stop ad AstraZeneca, per rassicurare chi ha già ricevuto il vaccino. “Chi lo ha già fatto nei giorni scorsi può stare tranquillo. Non deve fare nulla se non, come sempre, riportare gli effetti collaterali al medico”. Così scrive l’esperta su Facebook.

La dottoressa ribadisce, con fermezza, che ad oggi non c’è nesso causa-effetto tra i decessi e il vaccino. “Ripeto che non c’è al momento nessun legame tra la vaccinazione e le trombosi e che in ogni caso gli eventi sono rarissimi”.

Benché fiduciosa, l’immunologa condivide però la decisione dell’Aifa, necessaria per fare luce. “Come sapete non posso che condividere la posizione di Aifa. Bloccare le vaccinazioni con AstraZeneca – scrive ancora Viola – è una misura precauzionale che serve a fare chiarezza e a far sapere ai cittadini che per il Governo la sicurezza dei vaccini è essenziale”.

Ieri, prima dello stop dell’Aifa, c’era stato un incontro tra il premier Mario Draghi e il ministro della Salute Roberto Speranza. Ora, la parola passa all’Agenzia europea per i medicinali (Ema), che analizzerà tutte le evidenze raccolte.

vaccini
(Getty Images)

Antonella Viola è ottimista e invita tutti alla calma. “Aspettiamo fiduciosi le analisi e i dati, pronti a ricominciare appena non ci saranno più dubbi”.