Fiorello, commozione per la figlia Angelica: “Non sa più vivere, soffro con lei”

Fiorello si commuove parlando della figlia Angelica e di tutti i ragazzi a cui la pandemia ha tolto tanto: “Non sa più vivere, soffro con lei”.

fiorello
Screenshot da video

Fiorello si commuove pensando alla figlia Angelica e agli adolescenti a cui la pandemia sta togliendo quelle piccole cose necessarie per poter crescere come un incontro con gli amici dopo la scuola. Se sul palco del Festival di Sanremo 2021 trasmette tutta la sua allegria al pubblico, in conferenza stampa, Fiorello parla dell’emergenza sanitaria non nascondendo la commozione quando pensa alla figlia e a tutti i ragazzi che, da un anno, hanno rinunciato a tante cose.

La riflessione di Fiorello sulla pandemia arriva quando un giornlista gli chiede come sta vivendo da padre tutta la situazione.

Fiorello si commuove per la figlia Angelica: “Lei e tutti i ragazzi si stanno perdendo delle cose che non torneranno”

Fiorello moglie
Foto da Instagram @gossiptvvv

Angelica è nata dal matrimonio tra Rosario Fiorello e Susanna Biondo ed oggi ha 14 anni. Esattamente come tanti adolescenti, Angelica, a causa della pandemia, sta rinunciando a tante cose e, papà Rosario, in conferenza stampa, racconta la sofferenza nel vedere i ragazzi abituarsi a vivere rinunciando a guardare un film insieme agli amici o ad uscire con loro.

Mi viene anche il groppo in gola se ci penso. Ho una figlia adolescente e mi fa dolore perché è l’età più importante e bella della nostra vita. Si stanno perdendo delle cose che non torneranno. Il momento più bello della vita era la ricreazione, il film al cinema il pomeriggio, aspettare quella bella della terza C”, ha raccontato Fiorello che sul palco della quarta serata del Festival di Sanremo 2021 ha cantato con Achille Lauro.

L'ironia di Fiorello contro il Coronavirus
L’ironia di Fiorello contro il Coronavirus (Getty Images)

“Attraverso mia figlia vedo tutti quei ragazzi di quell’età che sono costretti davanti allo schermo, davanti al computer. E la cosa mi fa ancora più dolore perché si stanno abituando e questa è una cosa terribile. Mia figlia non è più abituata a uscire di casa. Si sentono smarriti. Quelle poche volte in cui c’è stata la zona gialla, dicevo a mia figlia: ‘Mi raccomando, attraversando la strada devi guardare a destra e a sinistra’. Non sono più abituati a vivere la vita. Questo per me e per tutti i genitori è un dolore. Sto soffrendo con loro, chiusi in casa dalla mattina alla sera“, ha concluso.

 

Da leggere