Friedman mai più ospite a Rai1 dopo le parole su Melania Trump. L’annuncio

Il giornalista Alan Friedman, dopo le parole su Melania Trump, non sarà più ospite della prima rete italiana. L’annuncio arriva dal direttore Stefano Coletta. Tutti i dettagli

Alan Friedman
(Facebook @alanfriedman.it · Interesse)

Che ci sarebbero stati degli sviluppi lo si era capito fin da subito. Ora è ufficiale. Alain Friedman non sarà più ospite delle trasmissioni di Rai Uno. A costargli cara è stata l’uscita infelice sull’ex First Lady d’America Melania Trump.

“Melania è la escort di Trump”. Questa la frase che ha alzato il polverone. Lo scrittore e analista politico, subito dopo le critiche, aveva provato a giustificarsi parlando di un ‘errore‘, di una sorta di scivolone linguistico.

“Non è stata assolutamente una cosa voluta. Stavo traducendo dall’inglese, la parola italiana che volevo dire era ‘accompagnatrice’ ed è uscito ‘escort’. Mi sono corretto subito, non c’è da montarci sopra una questione” . Questa la spiegazione di Friedman per smorzare le critiche. A quanto pare, però, non è stata molto convincente.

Dopo la conduttrice di UnoMattina, che ha subito prese le distanze dalla frase di Friedman, il direttore di Rai Uno rincara la dose con un duro provvedimento. Scopriamo tutti i dettagli.

Caso Friedman-Melania Trump. La decisione di Rai1

Melania Trump
(Getty Images)

Il direttore Stefano Coletta ha deciso che Alan Friedman non sarà mai più ospite delle trasmissioni di Rai Uno. “Ho chiesto ai miei vicedirettori e a tutti i miei dirigenti di non ospitarlo più” ha dichiarato Coletta nel corso della sua audizione in Commissione di Vigilanza Rai, il 26 gennaio scorso.

Per Coletta, la frase di Friedman rivolta alla moglie di Donald Trump non è tollerabile né giustificabile, in alcun modo. Chiunque abbia lavorato con me sa quanto io abbia lavorato come autore sulla figura femminile e sul tema della violenza alle donne. Sono stato curatore di Amore criminale, sono stato curatore come capo progetto di Chi l’ha visto. Cronache di diverso spessore – ha sottolineato il direttore – che non mi possono non aver portato immediatamente a stigmatizzare con grandissima determinazione davvero l’orrenda locuzione linguistica utilizzata da Alan Friedman”.

Il direttore della rete ammiraglia del Servizio Pubblico ha voluto dare un messaggio forte e chiaro affinché episodi simili non si ripetano mai più. “Non si possono tollerare nel rapporto uomo-donna, nella quota rappresentativa delle diversità falsi incidenti. Non si possono tollerare, vista la responsabilità che la televisione ha su una trasversalità di culture e di sensibilità”.

La decisione c’è ed è molto dura. Non resta che attendere la replica di Alan Friedman. Il giornalista, come si diceva prima, ha già chiesto scusa in varie occasioni. Ho fatto una battuta infelice, di pessimo gusto per cui chiedo scusa. Sai che sono contro i misogini e contro i maschilisti”. Così aveva commentato con Myrta Merlino su La7.

Melania Trump
(Getty Images)

Melania Trump è abituata ai giudizi, più o meno benevoli. Sa come gestirli. Anche il suo ultimo outfit ha fatto discutere. Nei suoi anni alla Casa Bianca ha ricevuto delle critiche dalla stampa, molte delle quali assolutamente gratuite. Ma, la frase di Friedman, va ben oltre una semplice critica. E’ un’offesa rivolta a una donna, non tollerabile per Rai Uno.