Il segreto dei figli di successo? Ecco cosa hanno in comune i loro genitori

I figli di successo hanno alle spalle dei genitori con determinate caratteristiche: ecco cos’hanno in comune fra di loro. 

figli successo
Foto da Canva

S vi siete sempre chiesti se i genitori incidano sul successo dei propri figli la risposta è sì. Anche se non esiste una formula magica che lo possa garantire al 100%, esistono alcune ricerche in ambito psicologico che dimostrano come una serie di fattori possano determinare il successo dei figli e la maggior parte dipendono proprio dalle figure genitoriali.

In linea di massima i genitori che seguono i figli si preoccupano che non si caccino nei guai, che studino per conseguire buoni risultati e che proseguano su questa strada anche quando crescono.

A stilare una classifica con vari punti che accomunano i genitori di figli di successo è stato l’Independent, come possiamo leggere sull’Huffingtonpost. Scopriamo quali sono.

Ecco cosa hanno in comune i genitori di figli di successo

figli di successo
Foto da Canva

L’apporto dei genitori è fondamentale nella crescita dei bambini. Anche per quanto concerne il raggiungimento dei loro successi i fattori principali dipendono in larga parte dalle figure genitoriali.

Scopriamo allora cosa accomuna i genitori dei figli di successo.

1) Far fare le faccende di casa sin da bambini.

È importante far capire ai bambini l’importanza del lavoro e di come sia importante contribuire tutti al miglioramento generale. Secondo Julie Lythcott-Haims, ex preside della Stanford University, si legge su Businessinsider i bambini che aiutano nei doveri casalinghi collaborano meglio con i colleghi quando entrano nel mondo del lavoro, sviluppano più empatia e sono più indipendenti.

2) Insegnare le competenze sociali

Esiste una ricerca della Pennsylvania State University e della Duke University condotta su più di 700 bambini seguiti dalla scuola materna fino all’età di 25 anni. Uno studio durato oltre 20 anni che ha dimostrato come i bambini socialmente competenti ovvero che sanno collaborare con i coetanei, rendersi utili, e che si ingegnano per risolvere i problemi da soli hanno più probabilità di avere successo da grandi. Di ottenere una laurea e un buon lavoro entro i 25 anni. Addirittura Robert Wood della Johnson Foundation, finanziatore della ricerca, ha dichiarato che “Questo studio ha dimostrato che fin dalla tenera età le competenze sociali sono in grado di determinare se un bambino andrà a scuola o in prigione”, si legge su Huffingtonpost.

3) Avere alte aspettative

Secondo un sondaggio effettuato su 6600 bambini nati nel 2001, la University of California ha scoperto che le aspettative che i genitori hanno sui propri figli li influenza in maniera determinante. Dalla ricerca è emerso che i genitori che vedevano nel futuro dei figli l’università alla fine li hanno indirizzati verso il raggiungimento dell’obiettivo. Il 57% dei ragazzi per i quali i genitori non avevano questa aspettativa non hanno avuto buoni risultati mentre invece il 96% di quelli per cui si nutriva l’aspettativa dell’università hanno realizzato una brillante carriera scolastica.

4) Genitori che non litigano fra di loro

Nelle famiglie dove ci sono conflitti bambini e ragazzi tendono a fare peggio rispetto a quelli che provengono da famiglie con rapporti sereni. Robert Hughes Jr, professore e capo del Dipartimento di Sviluppo Umano e della Comunità nel College of Aces presso l’University of Illinois, sostiene che secondo alcuni studi “i bambini in famiglie monoparentali non conflittuali vanno meglio rispetto ai bambini in famiglie con due genitori ma in conflitto fra loro”, si legge su Businessinsider.

5) Risolvere in maniera civile i conflitti di fronte ai figli

Secondo E. Mark Cummings, una psicologa dell’età evolutiva all’Università di Notre Dame, si legge ancora su Businessinsider, “Quando i bambini assistono ad un litigio e vedono i genitori risolverlo, sono in realtà più felici di quanto non fossero prima di assistervi”.

Questo significa che i bambini preferiscono assistere ad una litigata che poi trova una risoluzione pacifica piuttosto che percepire un genitori che sfugge al conflitto capendo che invece qualcosa non va. Questo infatti crea ansia e stress nei piccoli perché non riescono a capire cosa stia succedendo.

6) Genitori con livello d’istruzione più elevato

Secondo quanto si apprende da uno studio condotto da Sandra Tang, psicologa dell’Università del Michigan, nel 2014, le madri che hanno frequentato terminandolo il liceo o l’università hanno più possibilità di avere figli che faranno lo stesso.

7) Insegnare ai bambini la matematica in età prescolare

Secondo quanto afferma Greg Duncan, autore e ricercatore di uno studio in merito, della Northwestern University, “La padronanza di abilità matematiche precoci oltre alle conquiste matematiche aiuta anche nella lettura”, si legge su Businessinsider.

8) Sviluppare una relazione con i figli

Esiste uno studio datato al 2014 dove prendendo a campione 243 cresciute in povertà è emerso che i bambini curati amorevolmente nei primi 3 anni di vita svolgevano test accademici migliori, avevano relazioni sane con il partner e raggiungevano buoni risultati scolastici. Ecco perché è importante investire nella relazione genitori-figli.

9) Genitori meno stressati.

Secondo una ricerca pubblicata sull’Washington Post non è importante il numero di ore trascorso con i figli, anzi una madre oppressiva influirà in maniera negativa. Fondamentale è però che lo stress non si trasferisca sui figli. Spesso le mamme devono rincorrere impegni casalinghi, lavorativi e di assistenza a tutti i familiari quindi sono inevitabilmente sottoposte a stress. Ecco perché “Lo stress delle madri, soprattutto se questo dipende dal tentativo di giostrarsi tra lavoro e cura dei figli, può far del male ai bambini”, ha dichiarato un sociologo che ha preso parte allo studio, si legge ancora su Huffingtonpost. 

10) Danno valore all’impegno e non ad evitare il fallimento

Secondo Carol Dweck, psicologa alla Stanford University bambini e adulti possono pensare al successo in due modi diversi:

  • mentalità fissa cioè la nostra intelligenza è statica
  • mentalità di crescita, dove il fallimento viene visto come possibilità di crescita

Per comprendere tale concetto possiamo associarlo a un esempio. Se al bambino si dice che ha superato un esame con il massimo dei voti grazie alla sua intelligenza, questo lo porterà a pensare di avere una mentalità fissa, al contrario se gli diremo che è stato in grado di passarlo bene grazie agli sforzi messi in campo gli insegneremo ad avere una mentalità di crescita.

11) Mamme lavoratrici

Nelle famiglie dove le mamme lavorano, secondo quanto emerge da una ricerca dell’Harvard Business School i bambini hanno vantaggi nel lungo termine. Secondo lo studio le figlie di madri lavoratrici sono andate a scuola più a lungo e guadagnavano più soldi.

12) Status socio-economico più elevato

In America un quinto dei bambini cresce in povertà. Questo determina il loro potenziale. Secondo una ricerca della Stanford University lostatus socio-economico influisce sul livello d’ istruzione e sulle prestazioni”.

13) Sono genitori autorevoli e non autoritari né permissivi

Ne avevamo già parlato di come non commettere l’errore di essere autoritario anziché autorevole. Il bambino cresce rispettando l’autorità, senza però sentirsi soffocato.

14) Promuovono la grinta

A dirlo una psicologa dell’University of Pennsylvania, Angela Duckworth che ha scoperto come un tratto della personalità chiamato grinta porti al successo. Un modo di mantenere l’interesse verso gli obiettivi anche a lungo termine.

15) Nomi semplici

Sembra che le persone con i nomi più comuni e facili da pronunciare hanno più successo.

16) Non controllano i figli dal punto di vista psicologico

Non lasciare liberi i bambini di decidere, entrare nella loro privacy, e favorire la loro dipendenza ma anche i sensi di colpa sono esempi di come un genitore voglia esercitare un controllo psicologico sul proprio figlio. Quello da favorire invece è il controllo sul comportamento soprattutto stabilendo delle regole che vadano a limitare i potenziali atteggiamenti dannosi.

menù natale bambini
Foto di August de Richelieu da Pexels

17) Alimentazione corretta

Una dieta sana aiuta il fisico a reagire meglio durante le ore di studio, lavoro e sport. In questo caso i genitori dovranno fornire un buon esempio di alimentazione sana e di abitudini virtuose.

(Fonte: Businessinsider, Huffington Post)