Come farsi ubbidire dai bambini: ecco i trucchi per non perdere la pazienza

Farsi ubbidire dai bambini non è sempre facile: scopriamo i trucchi per non perdere la pazienza. 

farsi ubbidire bambini
Foto da Canva

Farsi ubbidire dai bambini spesso non è facile. Quante volte vi sarà capitato di perdere le staffe e urlare per ottenere quello che stavate chiedendo ai vostri figli?

Purtroppo si tratta di situazioni che capitano spesso e che ci mettono in una posizione scomoda, generando frustrazione e sensi di colpa per aver alzato troppo la voce in certi casi.

Come fare allora? Semplice, adottando una strategia che prevede alcuni semplici trucchi per farsi ubbidire dai bambini senza dover ricorrere a urla per sfogare la rabbia che tipicamente prende in quei momenti.

Ecco i trucchi per farsi ubbidire dai bambini

cestino della rabbia
Adobe Stock

Per i genitori può essere molto frustrante la situazione in cui i bambini non sono ubbidienti e trasgrediscono le regole familiari.  Già vi avevamo parlato di come sia inutile urlare per farsi ubbidire dai figli, secondo quanto afferma il pedagogista Daniele Novara.

E vogliamo continuare su questa scia, fornendovi altrettanti consigli validi per far sì che i vostri figli vi ubbidiscano senza che voi perdiate la pazienza.

1) Dare il buon esempio.

Non finiremo mai di ripeterlo. Se voi dite le parolacce perché vostro figlio non dovrebbe dirle? Se voi state tutto il tempo al telefono o alla tv, perché vostro figlio non dovrebbe fare altrettanto? I bambini devono essere educati con gli esempi e se noi siamo i primi a non darne uno buono sarà difficile che possano fare diversamente.

2) Essere autorevoli e non autoritari.

Qualche generazione fa i genitori erano autoritari. Ordini senza spiegazioni, bisognava ubbidire e basta. Ora invece i genitori tendono ad essere autorevoli ciò significa che devono promuovere atteggiamenti positivi e costruttivi con i figli. Parlare con tono fermo e deciso non urlando è sicuramente la via giusta per essere autorevoli. Il dialogo promuove la fiducia.

3) Fissare le regole.

Poche, chiare e coerenti. Le regole sono fondamentali per uscirne vivi. Delimitano il comportamento del bambino e servono a fargli chiarezza. Basterà avere quelle di base da seguire e spiegarle bene così da non generare confusione nella mente del piccolo. Inoltre i genitori dovranno essere d’accordo sulle regole così da non confondere il bambino. E una volta che la regola è stabilita non dobbiamo modificarla solo perché il bimbo fa i capricci.

4) Essere sicuri di sé stessi.

Farsi vedere sicuri dai bambini è importante questo non significa essere chiusi e ottusi ma mostrarsi fermi nelle decisioni. Se siamo convinti di una regola mostriamo al bambino di esserlo sul serio. Non esitiamo quindi. A tal proposito può essere utili mettersi all’altezza del bambino e guardarlo parlandogli nel occhi con tono fermo e deciso. Evitiamo anche concetti troppo difficili, ricordiamo che è pur sempre un bambino.

5) No alle punizioni.

Per quanto possibile cerchiamo di evitarle. Ad esempio ci sono fasi normali della vita di un bambino come quella dei no, fanno parte della loro crescita psico-fisica. Quindi evitiamo di umiliarlo con punizioni inutili se prima non sappiamo il motivo di alcuni comportamenti. Piuttosto cerchiamo di responsabilizzarlo facendogli capire cosa provoca il suo comportamento sbagliato. Puntiamo a disapprovare il comportamento sbagliato e non la persona, ad esempio mai dire “sei un bambino cattivo” ma “quello che hai fatto non va bene, avresti potuto fare così..”.

6) Evitare i premi.

Se non comminiamo punizioni evitiamo anche i premi. Mettere a posto la stanza era un suo dovere quindi non ha senso premiarlo. Piuttosto promuoviamo il comportamento positivo sottolineando che siamo felici perché ha messo in ordine la stanza.

menù natale bambini
Foto di cottonbro da Pexels

Con questi pochi e semplici trucchi riusciremo a farci ubbidire dai nostri figli senza dover ricorrere a metodi antiquati e poco adatti ai tempi moderni. Ciò non significa essere genitori troppo permissivi o assenti, al contrario è proprio seguendo questi pochi e semplici consigli che i bambini sapranno di poter contare sempre su di noi.