Il segreto della zuppa calda perfetta? Non sbagliare questi passaggi

La zuppa calda e il minestrone sono un must nella stagione fredda, ma commettere errori è un attimo, ecco come renderla perfetta. Fate così e sarete sempre certi di portare in tavola una grande ricetta

zuppa
Foto:Pixabay

Il passato dà sostanza a che a quelli che sono a dieta, ma non c’è competizione con una buona zuppa di verdure. Calda, fumante, ricca di ingredienti, è la soluzione ideale per le lunghe serate invernali. Ricette ce ne sono tantissime e non è il punto centrale di questo pezzo. Ma se volete mangiare una zuppa buona se non perfetta, ci sono errori che non dovete assolutamente commettere.

Partiamo dalla scelta degli ingredienti: le zuppe surgelate non sono la stessa cosa di quelle preparate da noi. Certo, molte di quelle che troviamo al supermercato o nel negozio sotto casa sono ricchi di verdure, anche molto complete. Ma somigliano soltanto a quello che con un po’ di pazienza possiamo preparare da soli, senza spendere troppo di più.
Scegliamo personalmente le verdure con cui preparare la zuppa, puliamole e tagliamole prima di metterle in pentola, la soddisfazione sarà maggiore. Però le zuppe surgelate hanno dalla ,oro un bel vantaggio: essendo preparate in catena di montaggio, tutte le verdure hanno tagli regolari, ideali per la cottuia.

Ecco, quello è un segreto da rubare e un errore da non commettere. Quando prepariamo da soli le verdure per la zuppa, cerchiamo sempre di fare tagli uniformi, in modo che cuociano nello stesso tempo. Una buona regola, se ad esempio nella nostra ricetta ci sono dei legumi, è prendere un fagiolo come misura e modellare le altre verdure su quella grandezza. Anche l’occhio vuole soddisfazione e sarà più comoda da mangiare.
Tutte le volte che è possibile, usate verdure fresche o al massimo che avete congelato direttamente voi. Non puntate invece su fagioli, piselli, ceci e altro in scatola. Ma soprattutto, quando tagliate la verdura per la zuppa, non fate passare troppo tempo prima di metterla in pentola: rischia di scurirsi e dare un sapore sgradevole alla ricetta.

Zuppa calda perfetta, impariamo ad usare i sapori

Quelli di cui abbiamo parlato sono gli errori più comuni nella scelta degli ingredienti. Ma ce ne sono altri che rovinano il risultato finale di una buona zuppa e vi faranno pentire di averla cucinata, servendola anche agli altri.

Il sapore della zuppa arriva dalle verdure ma anche dal brodo nel quale le mettiamo a cuocere. Per questo deve essere un brodo buono, preparato in casa. Quindi niente dado, a meno che non sia preparato direttamente da voi, ma tanto insaporitori naturali. Imparate quindi ad utilizzare le erbe aromatiche, perché ce ne sono tante e sono tutte buone: prezzemolo, basilico gambi compresi, salvia, rosmarino, alloro, timo, hanno la stessa funzione del sale e del pepe. E potete anche utilizzare del concentrato di pomodoro che non serve solo a dare colore.

La zuppa, come il minestrone, non deve bollire, ma solamente sobbollire. Prendetevi del tempo, oppure altrimenti rinunciate. Dovete tenere il fuoco basso e non avere fretta: il vostro stomaco, ma non solo, vi ringrazierà.


Gli ingredienti di una zuppa normalmente richiedono tempi diversi di cottura. Per i legumi serve più tempo rispetto ad esempio alle carote oppure alle zucchine. Un’accortezza da utilizzare sempre, non solo per le zuppe.