Sei sempre affamata? Ecco le regole d’oro per placare la fame

Hai la spiacevole sensazione di avere sempre fame e di non trovare un modo per placarla? Niente paura, ci sono diverse strategie che possono aiutarti a risolvere il problema.

donna con mani in bocca
fonte foto: Adobe Stock

Quando si parla di alimentazione, le scuole di pensiero sono davvero tante. Così come sono diversi gli approcci che si possono avere nei confronti del cibo. Ci sono, però, alcune persone che hanno un problema spesso apparentemente difficile da risolvere e che consiste nel sentirsi sempre affamati. Una condizione che può rendere nervosi, portare a difficoltà di concentrazione e, inutile dirlo, rendere praticamente impossibile lo stare a dieta anche per brevi periodi. La buona notizia è che esistono diverse soluzioni per placare la fame. Ed oggi ne vedremo insieme alcune tra le più semplici.

Perché si ha sempre fame

donna affamataPrima di tutto è importante fare una doverosa precisazione. Ognuno di noi vive le cose in modo diverso. E se si tratta di fame i motivi alla base possono essere diversi. La prima cosa da fare quando ci si sente sempre affamati senza una ragione apparente, è quindi quella di rivolgersi al proprio medico in modo da eliminare eventuali problematiche di tipo medico. Una fame costante può infatti dipendere da problemi ormonali o metabolici che andranno indagati ed eventualmente seguiti da un medico.

Fatto ciò, se la fame persiste può essere opportuno imparare a distinguere tra fame fisica e fame emotiva. In questo modo, infatti, ci si può esercitare a soddisfare solo quella reale, trovando altre valvole di sfogo a quella legata alle emozioni. Se anche dopo questo passaggio (che ricordiamo potrebbe richiedere anche l’aiuto di uno psicoterapeuta) la fame continua, forse il problema sta nel modo in cui ci si alimenta.

Spesso, infatti, ci si sente affamati perché non si mangia abbastanza o perché si scelgono gli alimenti sbagliati. In base all’entità del problema, quindi, può essere utile chiedere aiuto ad un nutrizionista, in modo da capire se e dove si sta sbagliando e andare a lavorare sui problemi per trovare la soluzione più adatta.

Ora che sappiamo come muoverci nel modo più corretto, andiamo alle piccole strategie che si possono mettere in atto quando ci si sente affamati pur non avendo problemi che ne spiegano il motivo.

Le regole d’oro per non sentire più la fame costante

gambe stanche e pesanti
Fonte Foto: Adobe Stock

Avere sempre fame non è una cosa piacevole e finisce con lo spingere a mangiare in modo sbagliato e spesso poco consono a soddisfare i propri bisogni. Per questo motivo è sempre importante basarsi su un’alimentazione sana e bilanciata che possa fornire tutti i nutrienti nel modo corretto. Ma cosa fare se ciò nonostante la fame continua?

Fare sempre colazione. La prima regola da seguire è quella di iniziare sempre la giornata con una buona colazione. Benché possa sembrare un consiglio banale, la verità è che ancora troppe persone evitano di farla e ciò porta a sentirsi affamati a metà giornata scegiendo alimenti spesso sbagliati per placare un bisogno che poco dopo è destinato a ripresentarsi. Una prima colazione a base di cereali integrali, proteine magre e grassi buoni è sempre la miglior scelta possibile.

Mangiare in modo bilanciato. Un’altra regola d’oro è quella di bilanciare tutti i pasti. Consumando sempre tutti i macro nutrienti, infatti, ci si sazia prima e ci si sente appagati fino al pasto successivo. Un modo come un altro per evitare di sentirsi affamati.

Evitare gli zuccheri. Succhi di frutta, caramelle e dolciumi hanno la pessima caratteristica di innalzare gli zuccheri nel sangue. Ciò porta ad aumento dell’insulina in circolo e all’aumento della sensazione di fame. Effetto che si può mitigare evitando gli zuccheri e scegliendo alimenti più complessi. Per dolci e simili, meglio limitarsi ad un assaggio e non usarli mai come spuntino.

Mantenersi sempre idratati. A volte la carenza di idratazione può tramutarsi in bisogno di mangiare cose fresche come ad esempio la frutta. Bevendo correttamente, però, si può controllare questo aspetto, imparando a distinguere più facilmente tra i due bisogni.

Fonte foto: iStock

Fare spuntini sani. Per non arrivare affamati ai pasti, ci sono i famosi spuntini. Questi, però, devono essere sani e nutrienti. Della frutta secca, yogurt senza zucchero con una spolverata di pistacchi, un panino intregrale con formaggio magro o del formaggio con un frutto rappresentano scelte bilanciate ed in grado di saziare e appagare al contempo.

Non affamarsi. Spesso le persone che sentono sempre una gran fame provengono da periodi di grandi ristrettezze, da diete sbilanciate e da digiuni. Questo fa si che quando ci si trova nella possibilità di poter mangiare si perda il controllo. E tutto nel tentativo (ovviamente inconscio) di fare scorta in caso di nuovi digiuni. Mantenere sempre un certo equilibrio nel modo di alimentarsi è quindi uno dei segreti per non avvertire la fame costante.

Togliersi gli sfizi. Sempre in tema di rinunce, anche eliminare del tutto ciò che piace può essere deleterio, specie nel lungo periodo. Che si sia o meno a dieta è importante sentirsi sempre appagati. Si può fare quache piccolo strappo alla regola di tanto in tanto (da accordare con il nutrizionista se si sta seguendo un piano) o concedersi una pizza o un dolce una volta a settimana. In questo modo, sapendo di poter mangiare quando se ne sente il bisogno, la necessità di mangiare ogni qual volta se ne ha modo si farà sempre meno urgente.

Fare sport. Non tutti lo sanno ma fare attività fisica mette in circolo endorfine ed altri ormoni che aiutano a placare il senso di fame. Questo aspetto ovviamente è di grande aiuto per chi si sente sempre affamato ed è un tentativo che vale sempre la pena di fare. Sopratutto perché, tra le altre cose, fa bene alla salute.

Queste semplici regole possono fare davvero molto nella lotta contro la fame costante. Ciò che conta è imparare ad ascoltarsi e prendersi sempre cura di se e del proprio modo di alimentarsi.

Da leggere