Da quanto tempo non lavi il tuo cappotto? Ecco come e quante volte dovresti farlo

Ogni inverno, quando lo tiri fuori dall’armadio, ti trovi a chiedertelo di nuovo: “Ma quando si deve lavare il cappotto?”. Ecco la risposta.

quando lavare il cappotto
(fonte: Unsplash)

A chi non è mai capitato di guardare il proprio cappotto, magari dopo mesi di utilizzo intenso, e pensare: “Ma quand’è l’ultima volta che l’ho lavato?“.

Dopotutto il cappotto è uno di quegli elementi che usiamo costantemente d’inverno, tutti i giorni e spesso senza cambiarlo molto.

Certo, c’è anche chi ha numerosissime giacche tra le quali scegliere ma non sempre, nonostante i cambi, riusciamo a mandare in tintoria la nostra giacca preferita.
Insomma ma ogni quanto dovremmo lavare il nostro cappotto e come farlo?
Ecco tutte le risposte.

Quando devo lavare il cappotto? Ecco la risposta

quando devo lavare il cappotto
(fonte: Pexels)

C’è chi non ricorda l’ultima volta che lo ha lavato e chi, invece, lo porta ogni inizio primavera in tintoria.
Insomma, nessuno ha un’idea precisa di quante volte dovrebbe lavare il cappotto e, il più delle volte, quando ci sembra troppo sporco preferiamo semplicemente lasciarlo perdere.

Ma ogni quanto andrebbe lavato il tuo cappotto preferito? Vediamolo insieme.

  • cappotti eleganti e speciali: ci riferiamo, ovviamente, a tutti quei cappotti definiti “da cerimonia”, quelli che si usano solo nelle occasioni veramente speciali.
    Magari sono in lungo o fatti di tessuti delicati, con applicazioni o spalline: insomma, non sono cappotti “normali”.
    Il consiglio degli esperti, per quanto possa sembrarti strano, è quello di non lavarlo mai.
    Ovviamente parliamo di cappotti che utilizzi una o due volte l’anno: insomma, veramente poco sporco!
    Lavare un cappotto del genere, infatti, rischia di rovinarlo e di renderlo inutilizzabile.
    Per “pulirlo”, una volta finito di usare, dovresti tenerlo appeso in un luogo ben ventilato e lasciare che prenda aria.
    Poi puoi direttamente riporlo nell’armadio, magari con una copertura per tenere lontana la polvere.
  • cappotti da tutti i giorni: ovviamente si tratta del cappotto o dei cappotti che utilizzi di più. Li usi per uscire di casa, andare sui mezzi pubblici o fare una passeggiata, li posi sul divano degli amici o dei parenti.
    Insomma, uno di quelli che hai comprato perché ti avevamo suggerito fossero un must-have per la stagione invernale!
    A seconda di quale sia il tipo di cappotto, comunque, questi capi andrebbero lavati dalle 5 alle 6 volte l’anno.
    Non basta lavarlo all’inizio o alla fine della stagione invernale!
    Ovviamente, però, lavare così “spesso” un capo delicato come un cappotto può diventare veramente difficile.
    Il consiglio degli esperti è quello di tenere d’occhio i punti che si sporcano più facilmente.
    Usa uno smacchiatore (delicatissimo!) per zone come il collo, i polsini e le ascelle se vuoi evitare di metterlo in lavatrice!

Per lavare un cappotto, poi, l’importante sarebbe evitare di fare da soli ma portarlo sempre in tintoria e permettere a chi ci capisce più di noi di metterci le mani.
Se però questa non è un’opzione per te, puoi sempre decidere di lavarlo in casa: dovrai fare, però, molta attenzione!

Prima di tutto controlla sempre l’etichetta che trovi all’interno: ti dirà come devi lavare il cappotto, a quanti gradi mettere l’acqua ed altre informazioni utili.
Secondo poi ricorda che, una volta deciso di lavare il tuo cappotto, non lo puoi asciugare in un’asciugatrice.

Una volta finito il lavaggio del cappotto, infatti, dovrai lasciare che si asciughi da solo ed in maniera naturale.
Data lo spessore dei tessuti ed il probabile interno imbottito, il cappotto potrebbe metterci anche alcuni giorni ad asciugarsi per bene!

Meglio tenerlo a mente prima di iniziare a fare un lavaggio in casa ed avere sotto mano un’altra valida alternativa!

I consigli di Elle, se proprio vuoi lavare il cappotto in casa, prevedono di metterlo in lavatrice (ovviamente dopo aver attentamente svuotato e rivoltato tutte le tasche, anche quelle interne).
Usa un lavaggio in acqua fredda a massimo 30 gradi ed un detersivo per capi delicatissimi!

Chi non si fida della lavatrice può tentare un “lavaggio a mano”, lasciando il cappotto immerso in acqua fredda nella vasca.
Se non hai una vasca sottomano puoi sempre provare a far fare al tuo cappotto “una doccia”, lavandolo con il soffione!

L’importante è che ti ricordi di asciugarlo “al naturale”: puoi appenderlo in una stanza che non usi molto oppure stenderlo in orizzontale, ricordandoti di cambiare verso, ed aspettare che si asciughi.

quando lavare il cappotto
(fonte: Pexels)

Insomma, ci sono molte maniere per lavare un cappotto ma, ovviamente, devi fare estrema attenzione!

Ricorda che se è un cappotto che usi spesso lo devi lavare almeno 5 o 6 volte l’anno mentre, per quelli che tiri fuori solo una volta l’anno, il lavaggio può saltare.

Bene, ora devi solo ricordarti un piccolo particolare: quand’è l’ultima volta che hai lavato il tuo cappotto?