Feijoa: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarla

La feijoa è un frutto tropicale poco conosciuto ma ricco di proprietà importanti. Scopriamo insieme quelle che vale la pena conoscere assolutamente.

feijoa
fonte foto: Adobe Stock

La feijoa resta nel novero dei frutti tropicali meno conosciuti. Non semplice da trovare come altri frutti tropicali più famosi come mango e papaya, la feijoa è un frutto piccolo e dolce, ricco di proprietà benefiche per il nostro organismo.
Molto apprezzata come pianta ornamentale, la feijoa produce delle piccole bacche dolci di forma ovoidale, che vanno a maturazione tra settembre ed ottobre (in alcuni posti tuttavia tra marzo e giugno), sono di colore verde e custodiscono una polpa di colore chiaro. Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere sulla feijoa.

Tutto sulla Feijoa: proprietà, controindicazioni, curiosità

feijoa
fonte foto: Pixabay

La feijoa (feijoa sellowa oppure acca sellowiana) è una pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle “mirtacee”, ed è parente del mirto. È nota anche come “pinapple guava”, forse perchè i suoi frutti hanno un sapore tra l’acidulo e lo zuccherino che ricorda l’ananas ma anche le fragole.

Originaria della zona tropicale del sud America, la feijoa arriva nel nostro continente intorno all’800. Molto apprezzata in America ed in Oceania, anche da noi viene coltivata nelle regioni costiere, sui terreni sassosi e dove il clima non è rigido. Ultimamente viene inserita nei giardini del nostro paese, sia per la sua bellezza, che per la bontà dei suoi frutti, che hanno un profumo molto intenso.
In molti paesi dell’est viene utilizzata anche per scopi estetici, ad uso topico, soprattutto esfoliante.

Le incredibili proprietà della feijoa

feijoa
fonte foto: Adobe Stock

Indicati nelle diete e nei regimi ipocalorici, la feijoa ha poche calorie e pochi carboidrati.
Vediamo insieme alcune proprietà della feijoa:

Anticancro: essendo una discreta fonte di fibra, la feijoa non solo aiuta nei processi intestinali con una lieve azione lassativa, ma protegge dal cancro al colon

Antiossidante: grazie ai minerali e vitamine contenute, ma anche ai licopeni, la feijoa combatte i radicali liberi, aiuta le funzioni metaboliche, e potenzia le difese immunitarie, conferendole anche le proprietà “antiaging”.

Ipocalorico: carente di grassi e zuccheri e con poche calorie, la feijoa è ideale per i regimi ipocalorici, le diete, e per chi fa sport. Infatti è ricca di acqua e apporta comunque una media dose energetica. È ideale anche per le diete degli anziani in quanto apporta molti liquidi e previene la disidratazione.

Anti età: essendo ricca di acqua, fibre, ma anche di licopeni e sali minerali e vitamine C e K, la feijoa produce un’azione anti età, combattendo i radicali liberi, idratando le cellule e stimolando il sistema immunitario. Inoltre, grazie alla presenza di arginina, amminoacido coinvolto nel processo di crescita del fisico, è molto utile sia ai bambini.

Regolatore intestinale: grazie alle sue fibre ed all’apporto di liquidi, la feijoa aiuta nel corretto funzionamento intestinale, migliora l’idratazione e aumenta il volume fecale.

Antiinfiammatoria: a seguito di studi effettuati in Italia intorno al 2014, la feijoa ha dimostrato una grande capacità antiinfiammatoria e antiossidante.

Anti colesterolo: nella feijoa (che rientra tra i cibi da mangiare per abbassare il colesterolo) sono presenti anche omega 3 e omega 6. grazie a questi grassi polinsaturi, fluidifica il sangue e scioglie le particelle di grasso, abbassando così il tasso di colesterolo e proteggendo il sistema cardio vascolare.

Antibatterica: la feijoa, in particolare foglie, gambo e semi, contiene alcuni componenti che sviluppano un’azione anti fungina ed antibatterica contro alcuni tipi di batteri del sistema gastro intestinale. Aiuta così a combattere ulcere, gastrite e disturbi dello stomaco.
Inoltre, pare che la feijoa sia ricca di iodio, e svolga un’azione ormonale in favore dei disturbi della tiroide.

Calorie e valori nutrizionali della feijoa

feijoa
fonte foto: Adobe Stock

Questi i valori medi per una quantità di 100 g. di Feijoa:

  • Calorie: 46
  • Acqua: 82 g
  • Proteine: 1 g
  • Carboidrati: 13g
  • Zuccheri: g
  • Grassi: 0,5 g
  • Vitamina C: 32,9 mg
  • Calcio: 17 mg
  • Potassio: 172 mg
  • Ferro: 0,15 mg
  • Fibra: 6,5 g
  • Sodio: 3 mg

Ovviamente questi valori non vanno intesi come assoluti. In base alla varietà scelta, infatti, alcuni valori potrebbero essere un po’ diversi. Questa è comunque una media piuttosto attendibile che da l’idea delle tante proprietà di questo frutto.

Controindicazioni
Il consumo medio di feijoa sta tra i 150 ed i 200 g al giorno.
Anche se non vi sono indicazioni particolari nel consumo, eccetto per coloro che sono direttamente sensibili alla pianta ed alla famiglia delle mirtacee, si consiglia sempre di non eccedere nel dosaggio.
Avendo una elevata carica di iodio, l’assunzione di feijoa da parte delle donne in stato di gravidanza deve essere limitato e regolato, perché potrebbe interferire con eventuali farmaci tiroidei.

Essendo un frutto ricchissimo di fibre, l’assunzione esagerata di feijoa potrebbe causar effetti lassativi. In ogni caso consigliamo sempre di rivolgersi al proprio medico curante per ogni eventuale problema o dubbio in merito.

Come assumere la Feijoa

feijoa
fonte: Adobe Stock

La feijoa si consuma prevalentemente fresca, una volta ben lavata la buccia si taglia a metà il frutto e lo si degusta col cucchiaino.
È possibile impreziosire insalate e macedonie, farci confetture, composte e gelatine.
Può essere cotta sia al forno che bollita utilizzata per dessert al cucchiaio oppure per torte o panificati.
Di questa pianta sono commestibili anche i fiori, che sono dolci e saporiti e possono essere utilizzati freschi, per preparare infusi, oppure fritti o essiccati in forno.