Ma che cosa succede quando finisce l’innamoramento? Scopriamolo insieme

Ti sei mai chiesto cosa succede quando finisce l’innamoramento? Ci verrebbe da pensare che finisce anche la relazione ma non è così.

quando finisce l'innamoramento
(fonte: Pexels)

Tutti (o quasi) conosciamo la sensazione dell’innamoramento. Si tratta proprio di quando hai le famose farfalle nello stomaco e ti sembra di camminare ad un metro da terra.

Di solito, le coppie più fortunate, sperimentano questa sensazione per mesi (o addirittura anni). Non siete solo contenti ed entusiasti di stare insieme: vi sembra proprio di non riuscire a ragionare!

Ad un certo punto, però, le farfalle nello stomaco emigrano e vi trovate costretti a camminare nuovamente sul marciapiede: che cosa è successo? La relazione sta finendo?
Tranquilli, ve lo spieghiamo noi.

Quando finisce l’innamoramento: la guida per non buttarsi giù

quando finisce l'innamroamento
(fonte: Pexels)

Hai passato mesi a tremare di gioia quando, finalmente, posavi gli occhi sul tuo partner. Giorni e giorni con una fitta allo stomaco quando ti scriveva un messaggio.
Le orecchie di amici e familiari ancora fumano per via di tutte le lodi e le descrizioni che hai fatto loro del tuo compagno.

Insomma, eri proprio nel pieno di una fase di innamoramento veramente forte! Ti abbiamo spiegato qui, qualora tu non lo sapessi, quali sono i dieci segnali dell’innamoramento.
In ogni coppia, prima o poi, si verifica un cambiamento che segue questo percorso!
Certo, è utile sapere se siete fidanzati o meno: qui trovi i cinque passaggi di ogni relazione (o quasi).

Quando si arriva all’ultimo gradino di questi passaggi, però, spesso viviamo anche un piccolo momento di crisi.
L’innamoramento, infatti, ci sembra finito!
Non fate più l’amore ogni secondo ed, improvvisamente, il fatto di avere il vostro compagno vicino vi sembra la normalità piuttosto che un dono.

Che cosa è successo?

“Semplicemente” che l’innamoramento è finito: una brutta notizia, vero?
E invece no!
Secondo psicologici e studiosi, infatti, l’innamoramento è solo una delle fasi (e neanche la più concreta) che ci porta a trovare il vero amore.
Appena finisce (e come dicevamo sopra può durare anni, fino a tre, mentre solitamente tutte le coppie lo sperimentano per 12-18 mesi) inizia una nuova fase.

La fase che inizia finito l’innamoramento non è di certo da sottovalutare: è quella dell’amore vero!

Secondo molti studi, infatti, l’innamoramento avrebbe una vera e propria funzione biologica deputata a… farci fare bambini!
Una volta “finito” il ciclo dell’innamoramento, infatti, dovremmo avere anche un figlio: spesso, però, questo non succede!
Ecco, quindi, che ci sembra di notare un “peggioramento” nel nostro rapporto. La passione sembra essersi nascosta sotto il tappeto ed abbiamo paura di non provare più gli stessi sentimenti di prima.

Niente di più falso, anzi!
Questo è proprio il momento nel quale il nostro rapporto inizia a “prendere vita“. Se avete basato la vostra relazione solo sulla passione, infatti, c’è poca speranza di riuscire a trasformarla in un rapporto paritario e proficuo.
Chi, invece, ha sperimentato nel periodo dell’innamoramento anche altri sentimenti, vedrà la sua relazione “rinascere” dalle ceneri del rapporto precedente.

Insomma non tutto il male vien per nuocere, è proprio il caso di dirlo!

Quando finisce il momento dell’amore “condizionato” dai ferormoni del nostro cervello (mai sentito parlare dell’ormone dell’amore, l’ossitocina? Ci fa fare le cose più assurde), inizia l’amore incondizionato.
Insomma, essere innamorati è una strana commistione di scelta consapevole e ineluttabilità.

Passato il periodo delle farfalle dei tre metri sopra il cielo, inizia quello in cui bisogna confrontarsi con le differenze e le difficoltà.
Bisogna avere chiaro che amarsi non vuol dire trovare l’altra metà della mela (o la fine del filo rosso, la leggenda di cui vi abbiamo parlato qui).
Amare qualcuno vuol dire decidere, consapevolmente, che abbiamo del lavoro da svolgere insieme.

Certo, noi vi auguriamo (ovviamente) di amare qualcuno che vi assomigli almeno un po’, con il quale abbiate qualcosa da condividere e che (ultimo ma non per questo meno importante) vi ami di rimando e vi rispetti.
Bisogna tenere a mente, però, che l’amore non è qualcosa che casca dal cielo, da un momento all’altro.

Sì, esistono i colpi di fulmine ed anche le persone che s’incontrano al liceo e non si lasciano per tutta la vita, fatti veramente l’uno per l’altra.
Ma non tutto è così “semplice” come appare.
L’amore è fatto di scelte consapevoli, di impegno e di duro lavoro.

E quando finisce l’innamoramento e ti trovi con una relazione che non ti soddisfa, che ti fa sentire vuota e triste allora, forse, è il momento di tirare le somme.
Sei stata guidata dal tuo corpo, grazie ad una passione che per quanto forte prima o poi si estingue oppure vale la pena lottare per quel rapporto?

Noi pensiamo che nessuno, se non le persone coinvolte nella relazione, possano capire a fondo quale sia il prossimo passo da fare.
Il consiglio, quindi, è di non preoccuparti se la passione ti sembra diminuita o se non piangi più quando il tuo partner se ne torna a casa sua (succede anche questo).

Si tratta di un processo perfettamente normale!

coppia anello
(fonte: Pexels)

Adesso che sai che quando finisce l’innamoramento si apre una strada che porta all’amore vero, è ora di rimboccarsi le maniche e darsi da fare.

Siete pronti per compiere il passo successivo o dovrai “re-innamorarti” di nuovo?