Stivali 70’s: perché ne abbiamo bisogno e quali modelli scegliere ad un ottimo prezzo

Gli stivali anni Settanta sono tornati da un paio d’anni ormai e da Valentino a Karl Lagerfeld, li hanno proposti un po’ tutti. Vediamo i modelli più cool della stagione in corso ed alcuni consigli su come abbinarli.

Stivali Monki Pattie Vegan alti bianchi. Fonte: Zalando.it.

Visti per la prima volta cinquant’anni fa, gli stivali colorati, comodi e si, anche un po’ rivoluzionari, sono tornati o forse non sono mai realmente passati di moda. Questi modelli sono perfetti con i jeans e con abiti lunghi con un nastro o una cintura che evidenzino il punto vita. Vanno rigorosamente portati con accessori dorati e qualcosina in cuoio.

Modelli di stivali 70’s da comprare

Stivali Queen Helena verdi, stampa coccodrillo. Fonte: queen-helena.com.

Nella prima immagine c’è lo stivale bianco alto dalla punta squadrata e con tacco largo di Monki che riprende il classico visto un po’ ovunque. In questo caso però il prezzo è molto più conveniente, solo 59,99 euro. Segue subito dopo lo stivale di Queen Helena in ecopelle verde bottiglia con stampa coccodrillo scontato a 58,50 euro. Altro tipo ma in color antracite è quello proposto da Pennyblack. Il prodotto è in pelle e la texture è ancora in cocco, la linea a tubo ed il tacco leggermente a trapezio lo rendono particolarmente portabile per svariate ore, garantendo un buono slancio della figura. Il costo è di 299 euro (foto sotto).

Stivali Pennyblack in pelle a stampa cocco. Fonte: Pennyblack.com.

Abbinare un pezzo iconico degli anni Settanta è semplice. Con un un mini dress (non necessariamente a fiori) bon ton, con cerchietto in tinta, con maglioni multicolore e camicie oversize sarai perfetta.

Gli stivali Bianca Di sono color cammello e si possono abbinare con tutto. La punta tonda ed il tacco largo sono un must, non c’è la chiusura ma le recensioni lasciate dalle clienti sono davvero positive. Il prezzo è di 194,99 euro.

Stivali Bianca Di color camel, punta tonda. Fonte: Zalando.it.

Come spesso accade, nella moda c’è l’imbarazzo della scelta. Il consiglio è sempre quello di puntare su ciò che sfrutteremo di più. Visto e considerato il periodo è meglio spendere con più attenzione del solito.

Silvia Zanchi