Mimosa di pandoro, un modo semplice per realizzare un dolce con sole 150 calorie!

Il pandoro e il panettone solo quei dolci che durante le festività natalizie non mancano mai, scopriamo come realizzare una mimosa di pandoro per un gusto unico e pochissime calorie: la mimosa di pandoro! 

Mimosa di pandoro
(Adobestock photo)

Panettone pandoro sono quei dolci che arricchiscono le festività natalizie gli immancabili ricchi di tradizioni. Spesso e volentieri finiamo per la mangiarli a colazione, se non consumati durante la festività. Altre volte restano in casa per un bel po’ di tempo e rischiano di andare a male perché conservati in maniera poco adeguata, esposti alle varie temperature della casa calde o fredde.

La ricetta della mimosa di pandoro, solo 150 calorie!

Ma c’è un modo molto particolare per riutilizzare il pandoro avanzato, da leccarsi baffi, basta semplicemente abbinare una crema deliziosa. Stiamo parlando della mimosa di pandoro con crema prelibata, un dolce che apporta soltanto 150 cal per un gusto che allieterà i giorni di festa!

mimosa di pandoro
(Adobestock photo)

Questo dolce realizzato con gli avanzi di pandoro è ideale da portare in tavola dopo i pasti, ma anche alla sera per un dolcetto post cena, è una bellissima idea per realizzare un qualcosa di buono, non troppo calorico e riciclare gli avanzi.

Ingredienti

Vediamo gli ingredienti e seguiamo passo passo la ricetta, richiede un tempo di preparazione di 20 minuti circa, è un riposo di circa un’oretta in frigorifero, questa ricetta si riferisce ad almeno Per questa ricetta avrete bisogno di 400 g di crema pasticciera light, 300 g di panna montata light, 200 ml di acqua, 40 g di dolcificante naturale a scelta tra sciroppo d’agave, miele, malto di riso, malto d’orzo.20 porzioni, 150 cal a porzione.

Preparazione

Portiamo a termine come prima cosa la preparazione della panna montata, mettetela poi in frigorifero a riposare fino all’utilizzo. Facciamo la stessa cosa con la crema pasticciera. Adesso passiamo al pandoro. Possiamo tagliarlo in maniera piuttosto uniforme, facendo attenzione a non rovinare la base del dolce e servendoci di un coltello ben affilato. Ora dobbiamo realizzare la base del nostro dolce a forma quadrata, quindi rimuovere anche le punte del pandoro. 

pandoro
(Adobestock photo)

Cerchiamo poi di tagliare via tutte le fette della stessa forma della base, possibilmente con lo stesso spessore, dopodiché passeremo alla guarnizione. Mettiamo il nostro dolcificante naturale scelto nell’acqua e facciamolo sciogliere in un pentolino a fiamma bassa.

Non appena questo diventerà uno sciroppo possiamo spegnere il fuoco. Ora non ci rimarrà che posizionare la base del pandoro sul nostro piatto scelto, iniziare via via bagnare ogni fetta di pandoro nel composto divenuto sciroppo (acqua e dolcificante naturale), e a sbriciolarla poi per creare tutti gli strati.

Pranzo di Natale 2020: le migliori ricette dei pandori farciti
Adobe Stock

Quindi, base pandoro, primo strato delle due creme dapprima mescolate insieme (crema e panna), prima fetta sbriciolata, e così si darà vita a tutti gli strati. Lasciamo riposare in frigo per almeno una mezz’oretta e ed eventualmente guardiamo in superficie o un’altra panna montata. La nostra mimosa pandoro è pronta per essere gustata. Un’idea semplice per riciclare il pandoro che spesso resta lì nella sua confezione quasi dimenticato, farete un figurone!