Zona rossa dal 21 o dal 24 dicembre? Conte si confonde

Il premier Conte va in conferenza stampa per presentare il nuovo decreto ma fa confusione e gli italiani non capiscono.

Conte valuta la chiusura totale per le feste (Getty Images)
Conte valuta la chiusura totale per le feste (Getty Images)

Tutta l’Italia attendeva da giorni la conferenza stampa del Premier Conte.

Solo lui poteva infatti rispondere alla domanda più angosciante del momento: come trascorreremo le prossime Feste? Si vociferava infatti da qualche tempo di un lockdown per i giorni festivi, un modo per limitare quanto più possibile i contagi una attesa del vaccino previsto per il prossimo anno.

Il temuto lockdown è stato poi confermato ma qualcosa non è torna. Ecco come sono andate le cose

Conte si confonde in diretta

Covid, restrizioni per Natale. Conte è nell'ala rigorista (Getty Images)
Covid, restrizioni per Natale. Conte è nell’ala rigorista (Getty Images)

In apertura di collegamento il premier inizia spiegando l’attuale situazione e i progressi fatti grazie al recente dpcm: numeri migliorati in generale e una retta via che sembra finalmente intrapresa. Ma ora non si può rovinare tutto.

Si passa subito così a parlare dell’odierno decreto e Conte non ci gira intorno: lockdown confermato.

Ma qui inizia la confusione: il premier parla infatti prima di una alternanza tra zona arancione e zona rossa dal 21 dicembre al 6 gennaio per poi però poco dopo dimenticare le date del 21, 22 e 23 parlando di una zona rossa che si attuerà il 24.

Dove allora la verità? Le limitazioni inizieranno dal 21 o dal 24? 

Sotto la diretta Facebook gli italiani fanno notare tutto ciò, esponendo la loro confusione in merito.

“Ma quindi è dal 21 o dal 24?”

“La zona rossa si attiva il 21 allora?”

La confusione nasce probabilmente dal fatto che in realtà dal 21 non si attiverà la zona rossa bensì si fermeranno gli spostamenti tra le regioni. Il 24 dicembre poi saremo tutti zona rossa fino al 27, per tornarvi poi il 31, l’1, 2 e 3. L’Italia sarà tutta zona arancione il 28-29-30/12 e il 4/1.

Il dubbio è dunque chiarito? Speriamo di sì. Del resto il momento di stress è comune a tutti e, a quanto pare, anche il premier Conte non ne è esente. Un po’ di confusione può starci ma senza dubbio gli italiani hanno ora più che mai bisogno di chiarezza. Speriamo di averla ottenuta.