DPCM Natale, diretta Conte: le paure degli italiani diventano realtà

Nella diretta del 18 Dicembre Giuseppe Conte illustra al Paese le nuove norme che regoleranno gli spostamenti degli italiani nel corso dei giorni di Natale 2020.

conte dpcm
Foto da Facebook @giuseppeconte64

Il Natale 2020 sarà caratterizzato da un’alternanza delle norme di sicurezza che nelle scorse settimane sono state applicate alle regioni rosse e alle regioni arancioni.

In particolare, i giorni delle festività vere e proprie, per intendersi quelli rossi sul calendario e quelli che li precedono e li seguono saranno regolati dalle norme applicate nelle regioni rosse.

I giorni “di mezzo”, che intercorrono tra il Natale e il Capodanno, quindi quelli che intercorrono tra il Natale e l’Epifania, saranno regolati dalle norme applicate nelle regioni arancioni.

Le norme per il Natale 2020 illustrate da Conte nella diretta del 18 Dicembre

conte alla camera
Foto da Facebook @giuseppeconto64

Più nello specifico:

  • 24, 25, 26, 27 Dicembre 2020: tutta Italia sarà Zona Rossa
  • 28, 29, 30 Dicembre 2020: tutta Italia sarà Zona Arancione
  • 31 Dicembre 2020, 1, 2,3 Gennaio 2021: tutta l’Italia sarà Zona Rossa
  • 4 Gennaio 2021: tutta l’Italia sarà Zona Arancione
  • 5,6 Gennaio 2021: tutta l’Italia sarà Zona Rossa

Nel momento in cui le festività natalizie termineranno, ogni regione tornerà al colore che le era stato attribuito prima delle festività natalizie.

Confermata la possibilità di incontrare almeno una volta al giorno familiari non conviventi anche durante i giorni di lockdown.

Alcune deroghe sono previste per gli under 14 e anche misure di sostegno, in primis per bar e ristoranti.

Il premier garantisce anche provvedimenti di sostegno per liberi professionisti e partite iva, nonché per altre categorie colpite dalle attuali restrizioni.

Il 27 dicembre annunciato il Vactcin day.

Cosa si può fare in zona rossa?

Contagio Covid: ancora numeri alti nel mondo
(Pixabay)

In Zona Rossa è vietato ogni spostamento anche all’interno del proprio comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi dimostrabili di lavoro, necessità e salute.

Sono vietati gli spostamenti da una regione all’altra e fuori comune.

Tutti i bar e i ristoranti sono completamente chiusi, 7 giorni su 7 e h24. Sono concesse esclusivamente le attività da asporto e comunque non dopo le 22.00. La consegna a domicilio rimarrà sempre attiva senza restrizioni.

Tutti i negozi rimangono chiusi, ad eccezione di supermercati, alimentari e negozi che vendono generi di prima necessità.

Restano aperti parrucchieri, barbieri, lavanderie, tabaccai.

Consentito svolgere attività sportiva in forma individuale e solo nei pressi della propria abitazione. Completamente chiusi palestre e centri sportivi.

Tutte le regole della zona Arancione

Salgono i contagi da Covid 19
Aumentano i contagi in tutto il mondo (Pixabay)

In zona arancione vige il coprifuoco dalle 22:00 alle 5:00 del mattino salvo motivi dimostrabili di salute, lavoro o necessità.

Vietati gli spostamenti tra regioni e tra comuni salvo i casi di cui sopra.

Chiusura bar e ristoranti 7 giorni su 7. Asporto consentito fino alle ore 22:00. Consegna a domicilio senza limitazioni.

Riduzione del trasporto pubblico al 50% della capienza dei mezzi.

Chiusi centri commerciali, sale giochi e sale scommesse, palestre, piscine, teatri, cinema, musei.

Ci si potrà spostare all’interno del proprio Comune e nel raggio di 30Km per i comuni più piccoli ma non verso capoluoghi.

(Websource)