Se vuoi stare meglio ricordati di mangiare questi alimenti ogni giorno in questa quantità

Scopri come vivere meglio mangiando alcuni alimenti degli alimenti più salutari nella giusta quantità.

frutta secca
frutta secca – Fonte: Adobe Stock

Negli ultimi anni l’interesse verso il benessere personale è nettamente aumentato. E con esso è migliorato anche il concetto di alimentazione. Ogni giorno, infatti, sempre più persone scelgono di mangiare non solo cibi gustosi ma anche nutrienti e sopratutto sani ed in grado di regalar loro il benessere. Ovviamente, però, scegliere di inserire un dato alimento nella propria alimentazione non basta. In base a ciò che si sceglie di mangiare è infatti indispensabile capire anche in che quantità introdurre ogni cosa.

L’olio extra vergine d’oliva, ad esempio, è ormai considerato a tutti gli effetti un super cibo. Ciò nonostante non si può semplicemente scegliere di consumarlo ogni giorno perché in quanto fonte di grassi è necessario porsi dei limiti che nel suo caso sono di 3 cucchiai al giorno. Ebbene, ciò vale anche per tanti alimenti. E tra tutti spicca la frutta secca. Ricca di Omega 3, infatti, proprio come l’olio è anche ricca di grassi e, di conseguenza, di calorie. Pertanto si tratta di qualcosa che se mangiata ogni giorno fa bene ma solo se si consuma nelle giuste quantità. Scopriamo quindi come mangiare nel modo corretto la frutta secca.

Frutta secca: quanta mangiarne ogni giorno per stare bene

Spuntino con frutta secca
11 modi di conservare più a lungo il cibo IstockPhotos

Ormai da anni la frutta secca è entrata a pieno titolo tra i super cibi. Se un tempo era considerata un alimento goloso ma ricco di grassi, oggi la sua reputazione è del tutto cambiata.

Inserita nel modo corretto all’interno di un’alimentazione sana e bilanciata, la frutta secca è infatti ricca di proprietà benefiche. E, anche se può sembrare strano, aiuta persino a perdere peso.

Per far si che noci, pistacchi, nocciole, mandorle e affini restino tra gli alimenti amici della salute è quindi opportuno conoscere in che quantitativo mangiarle. Secondo medici e nutrizionsti (e come riportato anche su sito fondazioneveronesi), il quantitativo giusto di frutta secca è di circa 30 grammi al giorno e comunque mai oltre i 40.
In questo modo si farà il pieno di Omega 3 senza per intaccare la linea e godendo dei tanti altri benefici offerti da questi alimenti.

Come inerire la frutta secca nell’alimentazione di tutti i giorni

Colazione top
Colazione con yogurt e frutta secca – Istock photo

Chi non è abituato a mangiare frutta secca potrebbe avere dei dubbi riguardo a come inserirla nei vari pasti. In realtà si tratta di un alimento inseribile dappertutto e che è anche facile da portare sempre con se. A seguire, qualche esempio su come inserirla nei vari pasti.

Colazione:

  • Una porzione di yogurt greco con una manciata di frutta secca
  • Un cappuccino di soia senza zucchero e una fetta di pane integrale alle noci con un cucchiaino di marmellata
  • Ciambella integrale con frutta secca

Pranzo e cena:

  • Insalata di pollo (o altre proteine) con aggiunta di frutta secca
  • Primo piatto con crema alle noci
  • Secondo piatto con contorno di verdure croccanti con frutta secca

Spuntini:

  • Yogurt bianco con frutta secca
  • Una manciata di frutta secca
  • Mini muffin ai pistacchi

Gli esempi qui sopra sono solo delle idee da cui trarre spunto e non delle scelte da applicare ogni giorno. Come già detto, infatti, il quantitativo di frutta secca suggerito per vivere bene è di circa 30 grammi al giorno. Superata questa quantità si corre il rischio di assumere troppe calorie.

Frutta secca perché fa bene

Donna che tiene una noce – Fonte: iStock photo

Ora che sappiamo in che quantità inserire la frutta secca all’interno della nostra alimentazione giornaliera, vediamo insieme quali sono i tanti benefici che apporta.

  • È ricca di Omega 3
  • Svolge un effetto anti age
  • È altamente saziante
  • Fa bene al cervello
  • Regola l’equilibrio dei liquidi
  • Fa bene alle ossa
  • Riduce lo stress
  • È ricca di fibre
  • Placa la fame nervosa
  • Nelle giuste quantità aiuta a ridurre il colesterolo cattivo
  • Fa bene al cuore
  • È ricca di vitamine e minerali

Detto ciò, è bene ricordare che il consumo di frutta secca è invece controindicato quando si soffre di malattie infiammatorie dell’intestino, gotta o gastrite.
In ogni caso è sempre meglio chiedere un parere al proprio medico curante. Così come è consigliato (in caso di dieta) seguire i suggerimenti del proprio nutrizionista.

In questo modo mangiare le noci sarà un modo per avere dei pasti più golosi e sani e per raggiungere il benessere senza troppi sforzi.