Frosinone, omicidio del piccolo Gabriel: padre condannato all’ergastolo

Frosinone, omicidio del piccolo Gabriel: condannato all’ergastolo anche il padre Nicola Feroleto. La mamma Donatella Di Bona, era già stata condannata a 30 anni di carcere con rito abbreviato.

carabiniere spara alla moglie
iStock Photo

La Corte d’Assise di Cassino ha condannato all’ergastolo anche il padre del piccolo Gabriel:  Nicola Feroleto.

Per chi non si ricorda l’accaduto il piccolo Gabriel, il bimbo di due anni e mezzo è stato assassinato dai genitori il 17 aprile 2019 a Piedimonte San Germano, in provincia di Frosinone.

Condannati madre e padre del piccolo Gabriel

nas
trasfusioni non autorizzate in un poliambulatorio (Istock)

L’omicidio è avvenuto nell’aprile del 2019 e poche ore dopo, la madre aveva raccontato una bugia agli inquirenti, dicendo loro che il piccolo era stato investito e ucciso da un pirata della strada. Non credendo a questa versione, gli inquirenti continuarono ad indagare fino alla confessione della 29enne.

La scorsa settimana la madre, ha ricevuto il verdetto sul suo atto: condannata a 30 anni di carcere con rito abbreviato condizionato alla perizia psichiatrica.. Feroleto  invece, aveva scelto il rito ordinario. Dunque il verdetto si è fatto attendere di più.

Ricostruzione dei fatti.

Il giorno della morte di Gabriel, Donatella Di Bona e Nicola Feroleto, all’epoca ex marito, si appartarono in auto su una stradina di campagna. Con loro c’era anche il figlio, che strillava e piangeva perché voleva tornare a casa. Sarebbe stato questo a far scattare l’ira della mamma, che lo avrebbe soffocato. interrompendo così, la giovane vita del figlioletto.

Secondo i legali della donna, gli avvocati Lorenzo Prospero e Chiara Cucchi, Donatella non era in grado di intendere e volere al momento dell’atto colposo. Insistendo di fronte al giudice Di Croce per l’assoluzione o la modifica del reato da omicidio volontario a colposo.

Ed oggi è invece arrivata un ulteriore conferma: entrambi i genitori del piccolo sono stati condannati, a 30 anni lei e all’ergastolo lui.

Questo è solo uno dei tanti casi di omicidio colposo in cui le vittime sono piccoli bambini innocenti e indifesi. Ricordiamo ad esempio il caso della piccola Maria.