L’eterno ritorno del Narcisista Patologico: una trappola da evitare

Il narcisista patologico mette sempre in scena il proprio ritorno: è una delle sue strategie migliori e quasi sempre raggiunge il suo obiettivo, ma si tratta di una trappola.

Ritorno narcisista patologico
(Pexels)

Il narcisista patologico è una persona che ha bisogno di esercitare un controllo totale sul proprio partner. Nella stragrande maggioranza dei casi la vittima della manipolazione tenterà, prima o poi, di liberarsi dal narcisista.

Si tratta di un percorso di liberazione irto di ostacoli, dal momento che il narcisista patologico riesce a rendere la vittima emotivamente dipendente da lui.

Nonostante questo, prima o poi le vittime si liberano e si allontanano dal loro carnefice. L’alternativa è che vengano abbandonate a causa del fatto che il narcisista si è semplicemente stufato di loro e ha trovato un’altra vittima dalla quale ottenere il suo rifornimento narcisistico.

In entrambi i casi, dopo un periodo di silenzio e lontananza il narcisista ritornerà. Si tratta di uno schema fisso, che si ripete sempre identico a se stesso e che ha sempre lo stesso scopo: ottenere di nuovo il controllo di una ex – vittima.

Le modalità del ritorno possono essere di tipo differente e possono implicare un impegno più o meno profondo da parte del narcisista. Tutte però comportano conseguenze molto gravi per la vittima, che dovrebbe fare letteralmente di tutto per imparare a riconoscere la strategia resistere alla tentazione di credere di nuovo alle bugie del narcisista.

Il ritorno attraverso le bugie: il classico copione del narcisista patologico

(Istock)

Il ritorno del narcisista patologico passerà sempre, inevitabilmente attraverso una serie più o meno lunga di bugie più o meno grandi.

Non ci sarà nulla di onesto nel ritorno del narcisista anche se, da bravo seduttore qual è sarà in grado di apparire estremamente sincero e assolutamente onesto nel mettere in scena il proprio pentimento.

Per essere certo di far breccia di nuovo nel cuore della vittima, infatti, il narcisista chiederà scusa di tutto il male che le ha fatto in passato e sarà pronto a giurare di essere cambiato e di averlo fatto in virtù dell’amore che prova per lei.

Le bugie del narcisista tendono sempre a crescere di intensità mano a mano che la vittima resiste alla tentazione di tornare tra le braccia del suo aguzzino. Se un semplice “scusami” non bastasse, il narcisista sarà in grado di inventare ogni sorta di stratagemma per ottenere l’attenzione della vittima. 

Inviti a cena, mazzi di fiori, messaggi struggenti, gesti galanti e addirittura proposte di matrimonio sono i mezzi utilizzati più di frequente dai narcisisti patologici per tornare ad avere la vittima in proprio possesso, ma è possibile che la fantasia del narcisista si sbizzarrisca fino ad escogitare qualcosa di più particolare, ritagliato esattamente sui gusti e sulla personalità della sua vittima.

Quello che bisogna sempre tener presente è che nulla di quello che farà o dirà il narcisista in occasione del suo ritorno sarà onesto e sincero. Il suo obiettivo è sempre e soltanto quello di ottenere i propri interessi e poi dileguarsi.

I vari tipi di ritorno del narcisista patologico

narcisismo patologico
(Pixabay)

Il ritorno del narcisista non è mai uno solo. Al contrario, ogni narcisista torna più e più volte da una stessa vittima.

Le tattiche per mettere in atto il ritorno sono diverse e a vari livelli di intensità: vengono messe in atto a seconda delle situazioni e del comportamento della vittima.

Vengono classificate in base a due parametri: l’impegno che il narcisista spende nel mettere in atto il suo progetto e la frequenza con cui tenta di ottenere di nuovo il controllo della vittima.

Ritorno a basso impegno e bassa frequenza

Un semplice messaggio su WhatsApp o su Facebook costituiscono il livello minimo di impegno di un narcisista per approcciare una sua ex fiamma. Questa strategia viene utilizzata per riconquistare “prede facili”, cioè donne che il narcisista sa di avere ancora parzialmente in proprio potere.

Dopo un singolo messaggio in genere il narcisista ottiene il suo scopo, dal momento che la vittima nella maggior parte dei casi risponde con uno o più messaggi molto sentiti e struggenti, in cui dichiarerà il suo amore per il narcisista rendendogli il gioco estremamente semplice.

Molto spesso, dopo aver ottenuto il proprio scopo con un singolo messaggio, il narcisista sparisce per un altro periodo di tempo più o meno lungo prima di mettere nuovamente in atto un nuovo ritorno.

Bisogna sottolineare che lo scopo del narcisista non è necessariamente portare la vittima a letto. Anche avere una semplice conversazione con lei potrebbe bastargli a calmare il suo bisogno di adorazione.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da • ? • (@manipolazione_narcisistica) in data:

Ritorno a basso impegno e alta frequenza

Se la prima tecnica dovesse rivelarsi un fallimento, il narcisista potrebbe cominciare a mandare messaggi più insistenti e frequenti al fine di ristabilire il contatto con la vittima in un modo o nell’altro.

Post su Facebook o su Instagram, invio di fotografie con brevi messaggi ma anche biglietti e e.mail potrebbero essere strumenti utili nelle mani del narcisista per far sì che prima o poi la vittima, che magari ha resistito al primo messaggio, cada di nuovo nella rete.

Ritorno ad alto impegno e bassa frequenza

Un invito a cena o l’organizzazione di un vero e proprio incontro è a tutti gli effetti un grosso impegno nel ritorno del narcisista. In questo caso il narcisista sa che per riconquistare la vittima designata dovrà inventarsi qualcosa di piuttosto significativo perché evidentemente, durante il suo allontanamento la vittima è riuscita a superare la sua dipendenza e a costruirsi una nuova vita rispetto a quella che viveva con il narcisista.

Questa strategia ha in genere molto successo: la vittima si crogiola nell’idea che il narcisista senta davvero la sua mancanza e che voglia vederla a tutti i costi. Dopo aver incontrato il narcisista potrebbe cadere nuovamente in suo potere.

Ritorno ad alto impegno e alta frequenza

Questo tipo di comportamento è piuttosto raro e si manifesta nel momento in cui il narcisista capisce di star perdendo il controllo della sua preda.

I suoi attacchi saranno quindi più frequenti e fantasiosi: messaggi d’amore, mazzi di fiori, inviti a cena, regali, potrebbero diventare un vero e proprio tormento per la vittima che, per quanto possa essere combattiva, con ogni probabilità alla fine cederà alle lusinghe del narcisista.

Non è raro che nel mettere in scena questo tipo di ritorno il narcisista arrivi a fare proposte di fidanzamento o di matrimonio che magari la vittima ha desiderato per mesi o addirittura anni. Inutile specificare che anche questi gesti plateali sono assolutamente non sinceri e che hanno l’unico scopo di convincere la vittima credere al narcisista e tornare da lui.

Conclusioni

liberarsi dalle strategie del narcisita

Il ritorno del narcisista è non solo frequente ma anche praticamente inevitabile da molti punti di vista. Può avvenire a distanza di mesi dall’ultima volta in cui il narcisista e la sua vittima si sono parlati, ma anche a distanza di anni. 

Rifiutare ogni contatto e soprattutto diventare consapevoli delle dinamiche messe in atto dal narcisista, dal copione che recita di continuo è necessario per evitare di tornare a essere vittime di abuso narcisistico e rovinare la propria vita per l’ennesima volta.

Per approfondire l’argomento => Narcisismo Patologico: un problema da uomini che distrugge le donne