Come sostituire la farina 00 in cucina: scopri le farine alternative

Come sostituire la farina 00 in cucina? Non è un problema, si possono trovare diverse farine, scopriamo come sceglierle.

Alternativa alla farina 00
Farina 00 Foto:Adobe Stock

La farina 00 viene spesso utilizzata in cucina, per la preparazione di diverse ricette sia dolci che salate. E’ di colore bianca, come quella 0, un ingrediente basilare per la preparazione di pane, cracker, biscotti, torte e tante altre ricette.

Si ottiene da un processo di raffinazione, da parte dell’industria alimentare, che purtroppo fa perdere un pò di proprietà nutritive. Anche se in tanti preferiscono far ricadere la scelta su farine meno raffinate, come quella integrale, o di origine diversa come farina di grano saraceno, di riso o di ceci.

Anche se spesso viene consigliato di utilizzare farine poco raffinate dagli stessi nutrizionisti, scopriamo le farine alternative  a quella 00 da utilizzare.

Come sostituire la farina 00: scopri le farine alternative

grano saraceno
Grano saraceno Fonte: Istock

La farina di grano tenero 00, si può tranquillamente sostituire con farine meno raffinate, così da garantire almeno un maggior apporto di nutrienti. Non solo potete anche utilizzare farine di origine diverse dal grano. Esistono farine di tipo 1, 2 integrale che apportano diverse fibre, lipidi, proteine e sali minerali. Se potete sarebbe preferibile la farina che viene macinata in pietra.

Sicuramente le farine integrali sono molto più benefiche dal punto di vista salutistico, in quanto proteggono l’organismo da:

  • malattie cardio-vascolari
  • diabete
  • cancro del colon-retto
  • mantiene il peso corporeo
  • mantiene in equilibrio l’intestino

Le farine alternative da poter utilizzare a quella 00 sono:

  • Farina di frumento integrale: ha un sapore amarognolo, che si riconosce subito. Potete utilizzarla tranquillamente per ricette dolci e salate. Potete quindi utilizzarla come sostituto della farina 00, l’unica cosa, se utilizzerete solo la farina di frumento integrale al posto di quella 00 dovete aumentare la quantità degli ingredienti liquidi. Purtroppo la farina integrale tende ad assorbire meno liquidi rispetto a quella 00, fate attenzione al momento dell’acquisto, spesso si vendono farine che non sono integrali.
  • Farina di riso: consigliata in caso di persone intolleranti al glutine, perchè non ne contiene. Apporta diversi nutrienti, si presta bene ad alcune preparazioni, inoltre si presta bene per preparare ricette dolci e non solo potete utilizzare la farina di riso come addensante.
  • Farina di teff : un piccolissimo cereale che contiene vitamine, sali minerali e ferro. Non contiene glutine e la farina è integrale. Si utilizza sia per le preparazioni dolci che pizze, focacce e pane.
  • Farina di farro: ha un sapore più deciso rispetto alla farina di frumento e si presenta di colore più scuro.Si acquista facilmente e dona la giusta elasticità agli impasti, quindi potete preparare sia ricette dolci che salate. Apporta molte fibre quindi un toccasana per il nostro intestino, non solo è facilmente digeribile.
  • Farina manitoba o americana: è una farina molto ” forte” infatti si utilizza per la preparazione di prodotti che necessitano di una notevole lievitazione, così da garantire un ottimo risultato per preparazioni che richiedono tempi lunghi di lievitazione, come panettoni e colombe.
  • Farina di mais: non contiene il glutine, potete utilizzarla per preparare la polenta, ma non solo anche pane e prodotti tipici messicane. Non solo perfetta anche per piatti in cui si necessita la panatura.
  • Farina di avena: non esiste solo una, può essere integrale e raffinata, sicuramente quella raffinata contiene meno fibre, grassi polinsaturi e sali minerali. Potete utilizzare la farina di farro per la preparazione di prodotti da forno come biscotti, crostate, ma vi sconsigliamo invece per preparazioni di dolci che prevedano la lievitazione.
  • Farina di miglio: non contiene il glutine, si presta benissimo alla preparazioni di piadine.
  • Farina di segale: in Italia spesso si trova nelle panetterie. E’ un pane che si presenta di colore scuro, un prodotto salutare che contiene diversi sali minerali e fibre. Non ha un sapore molto deciso, quindi potete utilizzarlo per preparare diverse ricette, ma vi consigliamo di miscelare a farine come quella di farro. Poi potete tranquillamente utilizzare per preparare le piadine, quiche, altre torte salate. Se invece dovrete preparare dei dessert come crostate, dolci, biscotti, crepes, l’ideale sarebbe miscelare questa farina con quella di nocciole, mandorle e grano saraceno. Gli esperti di cucina, utilizzano la farina di segale per preparare prodotti dolciari e salati lievitati miscelandola alla farina di frumento, perchè da sola non garantisce una buona lievitazione.
  • Farina di grano saraceno: non è un vero e proprio cereale infatti viene considerato pseudo cereale. Ma contiene 8 amminoacidi essenziali, che apportano benefici all’organismo. Inoltre non contiene glutine, ma ha una scarsa capacità di trattenere gas, quindi non riesce a lievitare motivo per cui non si deve utilizzare per impasti che necessitano di lievitazione. Infatti spesso si miscela ad altre farine per garantire una buona lievitazione. Ha un sapore molto deciso, talvolta copre gli altri ingredienti, inoltre si consiglia di aggiungere un legante come le uova, oppure unirla alla farina di farro.

Conclusioni

Biscotti cocco e limone Foto: Pexels

Le farina elencate solo quelle che di solito si utilizzano ma ce ne sono diverse come farina di ceci, mandorle, canapa, tapioca.

Non tutte come avete visto possono sostituire completamente la farina di grano 00, perchè necessitano di essere miscelate. Seguite i consigli di chef, che spesso possono essere di aiuto, vedete attentamente il video!

Nel dubbio leggete sempre le indicazioni riportate in etichetta, di solito le aziende produttrici delle farine elencano le proprietà e a quale preparazioni si adatta di più.

 

Da leggere