Diabete in viaggio: le regole per stare più sereni

0
46

Chi soffre di diabete non ha particolari problemi nel viaggio, per lavoro o per piacere, a patto di rispettare alcune regole fondamentali

glicemia alta
(Istock)

Diabete in viaggio? Certo che sì, chi soffre di questa malattia può tranquillamente spostarsi e fare anche vacanze molto lontano da casa e prendere l’aereo senza rischi. A patto però di rispettare alcune regole che sono anche dettate dal buon senso.

  • La prima regola è quella di avere a disposizione una quantità di farmaco almeno rispetto a quelle che sarà idealmente necessario per il periodo del viaggio. Il rischio è quello di rimanere senza farmaci, ad esempio in caso di un ritardo del volo o in caso di lunghe code in macchina. Portate con voi tutte le penne di insulina e non un tipo solo se ne usate di più tipi, e verificate di averne di scorta. Portare anche siringhe e aghi in abbondanza, così come strisce e lancette per misurare la glicemia.
  • Tenere sempre i medicinali a portata di mano ed evitate di esporli a temperature troppo basse o alte. Inoltre tenete a portata di mano una fonte di glucosio a rapida azione per affrontare eventuali crisi ipoglicemiche o degli snack in barrette, crackers integrali, biscotti secchi.
  • Se prendete l’aereo, mettete i farmaci in un sacchetto trasparente e richiudibile, separato da quello dei liquidi. Servirà a farli ispezionare senza stress e senza rischi che siano sequestrati. Non mettete mai l’insulina nel bagaglio da spedire nella stiva perché potrebbe risentire degli sbalzi di temperatura e di pressione. Dopo il viaggio controllate il contenitore o la penna con attenzione prima di iniettare l’insulina Se vin appare anomalo, cambiatelo.

Diabete in viaggio, come muoversi e quali carte portare

Ma ci sono anche altre regole da rispettare per il viaggio dei diabetici. Spostamenti lunghi e  fusi orari diversi possono modificare le abitudini quotidiane. Invece chi soffre di diabete dovrebbe cercare di rispettare l’orario dei pasti e non cambiare abitudini. Però chi indossa un microinfusore deve ricordarsi di adeguare la regolazione al nuovo orario. E ancora, stare seduti a lungo durante il viaggio può far salire la glicemia. Quando potete, quindi, muovetevi e se siete in macchina, ogni tanto fate delle soste per sgranchirvi.

Infine, ma è un passaggio fondamentale, i documenti. Quando viaggiate in aereo portate con voi un certificato medico possibilmente non più vecchio di 30 giorni. Dovrà confermare la necessità e le modalità di assunzione e somministrazione del farmaco. Se viaggiate da soli portate anche una dichiarazione che confermi la vostra malattia e cosa fare in caso di emergenza.

Test diabete (Thinkstock)

Potrebbe essere utile indicare un contatto di emergenza ma anche quello del medico curante. E se andate all’estero, cercate di tradurre o farvi tradurre in anticipo tutte le informazioni essenziali in inglese o ancora meglio nella lingua del Paese che visitate.