Location: le domande da fare prima di decidere

0
52

Scopri quali sono le domande giuste da porre ai gestori delle location, prima di scegliere quelle giuste. Gli indizi per non sbagliare.

domande location matrimonio
location matrimonio – Fonte: Adobe Stock

Quando si decide di convolare a nozze, le cose da decidere sono tante e tra queste una di quelle che richiede maggior tempo è senza alcun dubbio la scelta della location. Scegliere quella giusta significa infatti avere le idee chiare sul tipo di cerimonia da organizzare, sapere già quanti ospiti ci saranno, che menu si vuole, etc… Il tutto senza contare che ci saranno diverse cose da decidere per tempo. Cose come la data, il tipo di sala di allestire, come organizzare l’arrivo detta torta, etc…

Spesso nella confusione si rischia di perdersi qualche passaggio importante. E questo alla lunga potrebbe rappresentare un problema. Per questo motivo, oggi, cercheremo di riassumere tutte le domande indispensabili da porsi e da porre a chi gestisce la location che si sta pensando di fermare per il giorno del matrimonio.

Location: le domande da fare sempre prima di decidere

matrimonio civile
location matrimonio esterno – Fonte: Istock Photos

Trovare la location dei propri sogni non è sempre facile. E il più delle volte ci si trova ad essere indecisi tra due o tre opzioni valide ma con sostanziali differenze. Che sia così o che si sia già trovata la location perfetta, è importante non lasciarsi trasportare solo dalle emozioni ma seguire anche la ragione. E per farlo è necessario mettere i puntini sulle i e stabilire delle domande utili per capire se ci si trova davvero nel posto giusto. Scopriamo quindi quali sono le più importanti da porre prima di passare alla firma.

Il preventivo è comprensivo di tutto? Quando si sceglie la location i costi possono variare in base a diverse voci. Ci sono quelle che comprendono stanze per far pernottare gli ospiti, quelle che hanno la cucina con annesso servizio ristorante e quelle che comprendono addirittura una cappella per la funzione religiosa. Prima di firmare è bene quindi essere precisi sui costi e accertarsi che nel preventivo sia già tutto compreso. In questo modo si eviteranno brutte sorprese quando è più difficile gestirle.

Il servizio di catering è interno o esterno? Questo è un aspetto fondamentale. In primo luogo perché prevede costi diversi. E, subito dopo perché in caso di servizio esterno ci saranno molti aspetti in più da concordare. Se la location dispone già di una cucina sarà infatti possibile parlare con il cuoco e ci si potrà basare sul fatto che i camerieri conoscono già l’ambiente. Inoltre ci si potrà accordare in anticipo sul menu, sull’eventuale preparazione di pietanze per persone con allergie o intolleranze e sulla possibilità di effettuare una cena di prova.
In caso contrario, invece, bisognerà cercare un servizio di catering ed accertarsi dei costi e del modo in cui sarà gestito il tutto.

Gli alcolici ed il bar sono compresi? Questo è un altro aspetto da prendere in seria considerazione, specie se si sta pensando ad un buffet con open bar. Stabilire da subito tutti i costi resta infatti l’opzione migliore.

Cosa è compreso nell’allestimento? Ogni location ha un modo diverso di gestire le cose. Ci sono quelle che offrono la sala con relative tovaglie, addobbi, etc… E quelle che fanno pagare a parte eventuali accessori aggiuntivi come un gazebo esterno o eventuali fiori. Sempre meglio informarsi per non avere spiavevoli sorprese dopo aver preso l’impegno.

Come ci si gestisce per la torta? Anche qui, ci sono differenze tra location che avendo la cucina si occupano anche della torta e altre che si limitano a conservare e portare fuori quella fatta arrivare dalla pasticceria. È preferibile affrontare l’argomento prima di decidere, chiedendo il costo eventuale della torta o come sono organizzati nel caso questa arrivasse dall’esterno.

location matrimonio
sposi sotto gazebo – Fonte: Adobe Stock

La location sarà data in esclusiva? Un aspetto molto importante (specie se si ha questa necessità) è quello di capire se per il giorno del matrimonio si sarà gli unici o se ci saranno altri ospiti o addirittura altri matrimoni. Qualora dovessero esserci altri ospiti, infatti, esiste la possibilità di trovarseli in giro. Mentre nel caso di un altro matrimonio, si potrebbe non apprezzare l’idea di dover dividere con qualcun altro il grande giorno. Sempre meglio chiedere e nel caso accordarsi per ottenere ciò che è più in linea con i propri desideri.

C’è il parcheggio? Se gli ospiti arrivano in macchina è meglio preoccuparsi della possibilità di parcheggio e di eventuali accessi per persone disabili. In questo modo si eviteranno spiacevoli ritardi nell’unico giorno in cui l’unica a cui è concesso arrivare dopo l’orario previsto è proprio la sposa.

È prevista una stanza per la sposa? In un giorno importante come quello del matrimonio, la sposa ha bisogno di rifarsi il trucco, rinfrescarsi e in alcuni casi persino cambiarsi. È quindi meglio chiedere per tempo se è prevista una stanza apposita o come si pensa di gestire il tutto.

Gli animali sono ammessi? Se si hanno degli animali in famiglia e si desidera giustamente condividere il grande giorno con loro, è bene farlo presente, chiedendo se sono ammessi e informandosi su come si pensa di gestirli. L’ideale sarebbe poterli avere vicini o in una zona della sala a loro riservata. Ciò che conta è organizzarsi per tempo in modo da far si che quel giorno sia speciale anche per loro.

Ci sono limiti di orario? Le feste, si sa, hanno un’ora di inizio ma non una per concludersi. È quindi importante chiedere (e possibilmente farsi scrivere nero su bianco), fino a che ora si può continuare a festeggiare. A tal proposito è bene informarsi anche su eventuali limitazioni per la musica in modo da potersi organizzare per tempo.

Come funziona in caso di ospiti in più o in meno? Questo aspetto è molto importante sopratutto per le location che prevedono anche il pernottamento. In questo caso, infatti, degli ospiti che danno buca all’ultimo potrebbero essere comunque conteggiati, portando a pagare coperti e stanze a vuoto. Un aspetto che quindi va sempre concordato, insieme al limite massimo in cui comunicare eventuali variazioni.

Cosa avviene se il matrimonio viene cancellato? Questa è una domanda di quelle drastiche e che nessuno vorrebbe mai porre. Mai come oggi, però, è chiaro che a volte ci sono delle emergenze (come quella del Covid) che possono portare anche a cambiamenti importanti. Per questo motivo, capire a cosa si va incontro e se sono previsti rimborsi è sempre importante.

A quanto ammonta la caparra? Una volta stabilito il tutto è bene informarsi anche sui costi della caparra e sulla possibilità di dividere i pagamenti in più tranche. In questo modo ci si potrà organizzare con più serenità e senza l’ansia di non riuscire a coprire le varie spese.

matrimonio invernale
coppia di sposi (fonte: Pexels)

Ponendo le giuste domande a chi gestisce la location si potrà partire più tranquilli e non solo. Parlando si avrà infatti modo di tastare con mano la disponibilità e l’elasticità dei gestori. Cosa molto importante per quello che sarà uno dei giorni più importanti di tutta la vita.