Yoga: risveglio mattutino con questi semplici esercizi

0
58

Un risveglio mattutino ricco di esercizi rilassanti e che agevolano la morbidezza di tutte le parti del tuo corpo fanno sicuramente al caso tuo. Vediamo insieme degli esercizi di yoga per il risveglio mattutino.

Yoga: risveglio mattutino con questi semplici esercizi
Yoga: risveglio mattutino con questi semplici esercizi (pexels photo)

Tutti i tipi di yoga che andremo a vedere inizialmente prima di dedicarci agli esercizi per principianti sono indipendenti gli uni dagli altri, nessuno lo è. Inoltre, prendendo in considerazione i metodi dello yoga in base alla nostra cultura occidentale si può notare come essi siano affiancabili alle quattro funzioni principali della coscienza, cioè il sentimento, il pensiero, la sensazione, l’intuizione.

Lo yoga per definizione

yoga
Lo yoga è una connessione tra corpo e mente | Gli strumenti (AdobeStock photo)

Lo yoga è un’antichissima filosofia, molto più vicino a noi di quanto non crediamo; è un mezzo per superare il dolore che nasce sia dai desideri sia dalle difficoltà derivate dalle malattie dalle disgrazie. Causa principale dei dolori umani nello yoga è avidya, l’ignoranza, la non-conoscenza.

Questa ci impedisce di discernere l’unità e la divinità dalle innumerevoli apparenze fenomeniche. Tutti gli yoga, per mezzo dei rispettivi metodi, hanno lo stesso fine: eliminare, in chili pratica, il conflitto interno tra natura e spirito. Generalmente gli yoga principali sono quattro; due dei quali divisi in quattro varianti ciascuno:

Hata-yoga

Yoga e alimentazione: linee guida e pasti bilanciati
Yoga e alimentazione: linee guida e pasti bilanciati (Pexels photo)

Si basa sulla controllo della respirazione e sulle posizioni del corpo, per raggiungere la padronanza di esso e della vitalità. Si tratta di un intenso sviluppo delle possibilità psicofisiologiche insite in noi.

Laya-yoga

Respirazione: imparala attraverso lo yoga grazie a queste semplici mosse
Respirazione: imparala attraverso lo yoga grazie a queste semplici mosse (Pexels photo)

Conduce, mediante la forza di volontà, alla padronanza dello spirito e si fonda sull’ascolto del proprio intimo. Questo yoga viene diviso in quattro parti:

Bhakti-yoga

Che si basa sulla devozione e porta l’adepto al controllo di sé attraverso l’amore divino;

Shakti-yoga

Che si basa sulla padronanza dell’energia cosmica che risiede, in piccola parte, in ogni cosa. Questa facoltà conduce al dominio sulle forze della natura;

Mantra-yoga

Che si basa sulla ripetizione melodica di uno più nomi, frasi o sillabe sacre, che possiedono un enorme energia capace di dominare tutte le vibrazioni e quindi tutti gli aspetti del mondo esterno;

Yantra-yoga

Che si basa sull’uso di simboli geometrici che rappresentano l’unione del mondo personale del soggetto con il mondo impersonale del divino, cioè dell’anima con Dio.

Dhyana-yoga

benefici dello yoga
Photo Adobe Stock

Si basa sulla meditazione e ci porta a controllare totalmente il processo del pensiero. È simile ai sistemi meditativi del Taoismo dell’antica Cina e a quelli zen del buddhismo giapponese.

Raya-yoga

yoga a casa
Foto da AdobeStock

Si basa sul controllo sistematico dei diversi processi di concentrazione, portando a distinguere il vero dal falso. Anch’esso si suddivide in quattro parti:

Jnana-yoga

Che si basa sulla ricerca della conoscenza intellettuale spinta all’estremo dei limiti mentali conosciuti e conduce alla totale dominio dell’intelletto discorsivo;

Karma-yoga

Che si basa sulla padronanza dell’attività quotidiana separata da ogni fine personale e porta al controllo delle azioni;

Kundalini-yoga

Che si basa sul risveglio della forza psicofisica individuata alla base della colonna vertebrale e conduce al controllo dei centri di forze misteriose, e cioè sulle zone da cui questa energia si sviluppa;

Samadhi-yoga

Che si basa su di un altissima concentrazione che porta identificarsi con l’oggetto della sua contemplazione in un’estasi autentica che nasce dallo sviluppo di un’acuta capacità di intuizione.

Regole preliminari

Yoga: risveglio mattutino con questi semplici esercizi
Yoga: risveglio mattutino con questi semplici esercizi (pexels photo)

Per affrontare una seduta di yoga al mattino e garantirti un inizio giornata splendido ci sono delle regole fondamentali da seguire nella realizzazione delle cosiddette asana:

Questo programma è pensato per tutte quelle persone che si approcciano al mondo dello yoga da poco, quindi un programma dedicato ai principianti.

  • Il programma di riscaldamento va necessariamente eseguito per ogni seduta di asana, ma può essere praticato a metà delle sedute per rilassare il corpo e prepararlo agli esercizi successivi.
  • Praticare le posizioni preferibilmente al mattino, appena alzata, dopo aver dedicato un po’ di tempo a leggere del corpo; oppure alla sera, prima di cenare.
  • Respira sempre con il naso, non dimenticando tutti gli esercizi di respirazione dello yoga, a meno che non ti sia stato indicato un altro tipo di respirazione.
  • Scegli un luogo tranquillo e pulito punte, se puoi pratica gli esercizi all’aria aperta.
  • Durante il ciclo mestruale, è consigliato evitare le posizioni rovesciate che possono aumentare il flusso del sangue.
  • Sospendi l’esecuzione delle asana se sei indisposta, in special modo se hai febbre, per non alterare ulteriormente la temperatura.
  • Ricordati sempre di concentrarti su ciò che fai, senza avere fretta di terminare. È meglio praticare poche posizioni in piena coscienza delle proprie azioni.
  • Rilassa bene i muscoli del viso
  • Bilancia sempre le posizioni. Ad un piegamento in un senso, per esempio, fanne eseguire sempre un altro nel senso inverso.
  • Alla fine di ogni asana ritorna nella posizione iniziale, rilassati e respira normalmente.
  • Termina sempre ogni seduta con la posizione del cadavere e mantieni per almeno cinque minuti.

Yoga: risveglio mattutino con questi semplici esercizi

Yoga: tutti gli esercizi di purificazione utili per rilassarti
Yoga: tutti gli esercizi di purificazione utili per rilassarti (Pexels photo)

Preparazione a padmasana

Questo esercizio può essere eseguito come esercizio di riscaldamento, sfarfallando prima con una gamba e poi con l’altra.

Sigillo a piedi giunti

Anche questa posizione è utile come preparazione a quella dell’auto. In gravidanza, sfarfalla le gambe senza scendere con la nuca ai piedi.

Viparita karani

Per i principianti questo sostituisce la posizione della candela.

Matsyasana

E la posizione è questa da contrapporre alla precedente, Alla candela e all’aratro. Può essere sostituita con Supta vajrasana. 

Setu bandhasana

Questa posizione segue quelle che impegnano i muscoli dorsali, come il serpente e la locusta e precede la posizione che andremo a vedere più avanti nella programma intermedio, e quella del sigillo.

Janushirshasana

Questa posizione è da praticare dopo quelle che comportano un piegamento all’indietro, come la posizione del cobra.

Purvottanasana

Può essere inserita nella fase iniziale della seduta o può essere posta immediatamente dopo la posizione della candela. In seguito esegui l’asana dell’estensione posteriore.

Bhujangasana

Questa posizione sviluppa enormemente la flessibilità della colonna vertebrale.

yoga benefici
Photo Adobe Stock

Padhahasthasana

È la versione in piedi della posizione dell’estensione posteriore. Può essere praticata a fine lezione, ma anche in qualsiasi momento della giornata.