Autopsia Willy: “Fratelli Bianchi gli hanno spaccato il cuore in due”

0
85

“I Fratelli Bianchi hanno spaccato il cuore di Willy Monteiro in due”. È quanto emerge dall’autopsia del giovane pestato e ucciso.

Willy Duarte
Willy Monteiro Duarte (Instagram)

“Lesionati tutti gli organi interni, compresi i polmoni, la milza e il pancreas. Il cuore era spaccato in due parti con una lesione di sette centimetri”. È quanto emerge dai risultati preliminari dell’autopsia effettuata sul corpo di Willy Monteiro Duarte.

I dettagli che emergono dalla relazione degli specialisti di Tor Vergata in merito al brutale e disumano pestaggio di Colleferro, ai danni del giovane di origini capoverdiane, avvenuto la notte del 6 settembre per mano dei fratelli Bianchi sono raccapriccianti e terribili.

I risultati dell’autopsia confermerebbero anche quanto raccontato dal testimone Emanuele Cenciarelli: “Saltavano sul corpo esanime”.

Come i fratelli Bianchi hanno spaccato il cuore di Willy Monteiro in due parti

fratelli Bianchi
Marco e Gabriele Bianchi (Instagram)

Dai risultati dell’autopsia effettuata sul corpo del giovane Willy Monteiro emerge la brutalità del pestaggio con cui è stato ucciso.

Gli assassini hanno massacrato il povero ragazzo con una furia incredibile e disumana, tanto da non aver lasciato intatto nessun organo interno.

Addirittura dalla relazione degli specialisti di Tor Vergata emerge che il cuore di Willy è stato spaccato in due. Questo porta a pensare che il ragazzo non sia stato menato solo a mani nude ma probabilmente siano stati utilizzati anche oggetti contundenti.

Naturalmente si tratta ancora di un’ipotesi ma i traumi riportati da Willy sono talmente gravi che i tecnici non escludono tale agghiacciante ipotesi. Potrebbero ad esempio aver usato bastoni, spranghe o tirapugni. Nella relazione infatti si legge che il giovane è stato vittima di “un complesso traumatismo che si è realizzato con più azioni lesive”.

Questo si ricollegherebbe con forza anche alla testimonianza rilasciata da Emanuele Cenciarelli, l’amico che era con Willy la notte dell’aggressione, anche lui brutalmente menato dagli aggressori.

Una furia inarrestabile di questi due fratelli esperti di arti marziali che si sono accaniti su un corpo gracile come quello di Willy Monteiro. Non solo, insieme ai due fratelli Bianchi, Gabriele e Marco, sono accusati per l’omicidio di Willy anche Francesco Belleggia e Mario Pincarelli. 

Nel frattempo proseguono le indagini della polizia scientifica sul suv dei fratelli Bianchi su cui già sono state trovate tracce biologiche, ma anche sugli indumenti degli arrestati indossati la notte dell’aggressione. Se queste fossero di Willy sarebbero utili a blindare l’accusa nei loro confronti.

arrestati uccisori willy
Foto da Instagram @tgcom24

Intanto nella procura di Velletri è stato ascoltato anche Vittorio Edoardo Tondinelli, in qualità di testimone e non di accusato. Si tratta del quinto soggetto che si trovava nell’auto dei fratelli Bianchi la sera del pestaggio.

(Fonte: Repubblica.it)