Capelli: tutti i rituali di bellezza da cominciare dopo l’estate

0
2

Dopo l’estate i capelli sono stanchi, secchi e spesso sfibrati dalle lunghe ore passate al sole e dai lavaggi frequenti: ecco come coccolarli per farli tornare al top!

Capelli dopo estate
(Pixabay)

Durante i mesi estivi, i capelli vengono stressati da una serie di fattori ambientali e anche di comportamenti che ne riducono la brillantezza, l’idratazione e la resistenza.

Se il sole, la salsedine, il cloro e il vento aumentano la secchezza dei capelli, anche i lavaggi molto frequenti e l’uso di prodotti per lo styling non giovano alla salute dei capelli. C’è da dire che l’utilizzo frequente dello shampoo e di prodotti come spume e mousse, necessari a domare le chiome ribelli nei mesi più caldi dell’anno è una sorta di male necessario: dal momento che sono comportamenti letteralmente inevitabili, è essenziale capire come porre rimedio ai danni che provocano sul lungo periodo.

Dopo l’estate i capelli andranno coccolati con un’alimentazione specifica, trattamenti idratanti e piccoli cambiamenti nelle abitudini di styling: con questi accorgimenti torneranno a brillare in pochissime settimane.

Capelli dopo l’estate: farli tornare a brillare in poche semplici mosse

rimedi naturali capelli
adobestock

Dopo l’estate tutti i tipi di capelli, ma in particolare i capelli secchi, fragili o colorati, risultano sfibrati e deboli. Per questo motivo, a prescindere dalle caratteristiche della nostra chioma, sarà necessario cominciare un periodo di trattamento ricostituente per riportare l’idratazione e la salute generale dei capelli al livello ottimale.

Dieta: gli alimenti che fanno bene ai capelli

Prima di pensare a prodotti e tecniche per aiutare i capelli a tornare in salute, sarà bene fornire alla nostra chioma tutti i nutrienti necessari a essere in salute. 

In una dieta buona (anche) per i capelli non possono mancare i cereali. Nei cereali sono infatti presenti proteine che contengono aminoacidi solforati, che rappresentano dei veri e propri mattoni per la costituzione della cheratina, la sostanza di cui i capelli sono formati.

Per quanto riguarda il complesso argomento delle vitamine, quelle strettamente necessarie alla salute dei capelli sono:

  • vitamina C, che si trova naturalmente negli agrumi ma anche in peperoncino, ribes nero, peperoni, kiwi, fragole, spinaci e molte altre verdure
  • vitamina B5, presente in legumi, tuori d’uovo, lievito di birra, fegato
  • vitaminaB6, presente in farine integrali, lenticchie, latte, avocado, frutta secca, spinaci, peperoni e altro
  • vitamina H, contenuta in pesci d’acqua salata, bue, vitello, maiale, agnello e pollo nonché in latte e formaggi
  • B3 o PP (niacina), presente in arachidi, carni bianche e rosse, acciughe, salmone, pesce spada

Lavaggio con prodotti non aggressivi

Molto spesso i prodotti detergenti per i capelli sono piuttosto aggressivi e finiscono per inaridire eccessivamente i capelli, rimuovendo una quantità eccessiva di sebo.

Per questo motivo gli shampoo per capelli da usare dopo l’estate sono quelli delicati o addirittura in forma oleosa. Si tratta per lo più di creme detergenti non schiumogene, che riescono a rimuovere le impurità salvaguardano la naturale idratazione del capello. Ottimo e piuttosto economico è lo shampoo senza schiuma de L’Oreal.

Trattamenti e prodotti rigeneranti

La principale tentazione a cui vanno incontro tutte le donne, una volta tornate dalle vacanze estive, è di gettarsi a capofitto in un trattamento d’urto per ristabilire la salute dei capelli. Si tratta di un approccio completamente sbagliato.

Per far sì che i risultati siano significativi e durevoli è strettamente necessario agire gradualmente e con costanza, sottoponendo i capelli a un ciclo di trattamenti ricostituenti che coprano l’arco di qualche settimana.

Per coloro che amano utilizzare prodotti e trattamenti completamente naturali per prendersi cura della propria chioma, ci sono molte alternative assolutamente efficaci, che vanno dall’utilizzo del bicarbonato di sodio fino al lievito di birra.

Chi preferisce affidarsi ai ritrovati della scienza in campo cosmetico potrà invece scegliere il trattamento più adatto alle proprie esigenze all’interno di un ampio ventaglio di possibilità.

trattamenti pre shampoo sono creme idratanti da applicare sui capelli prima di lavarli: vanno tenuti in posa per qualche minuto e successivamente va eseguito il lavaggio.

In realtà da qualche tempo c’è una tendenza per l’haircare che consiglia di utilizzare il balsamo prima dello shampoo, in maniera da idratare i capelli che risultino appesantiti dopo lo shampoo dai residui di balsamo che necessariamente rimangono sui capelli dopo il risciacquo con semplice acqua. Si tratta di una strategia che è meglio non adottare costantemente, soprattutto se si hanno capelli piuttosto secchi, perché si rischia di non nutrirli abbastanza.

Per quanto riguarda invece le maschere idratanti post shampoo bisogna conoscere qualche piccolo segreto per la loro applicazione: innanzitutto vanno utilizzate una volta la settimana, non di più, e vanno applicate esclusivamente sulle lunghezze e sulle punte, evitando accuratamente di toccare le radici dei capelli, che in linea generale non necessitano di particolare idratazione.

Il brushing e il falso mito del taglio rigenerante

Il brushing, cioè la spazzolatura dei capelli è una delle abitudini che comportano stress maggiore alla lunghezza dei capelli. La scelta della spazzola ideale per lavorare la chioma è fondamentale per minimizzare i danni evitando di sollevare le squame dei capelli. Molto utili per evitare di spezzare i capelli fini e che tendono a creare nodi sono le moderne spazzole districanti, progettate proprio in maniera da non spezzare i capelli durante il brushing.

Per quanto riguarda l’asciugatura, invece, almeno nel periodo appena successivo all’estate si potrebbe pensare di rinunciare completamente al phon e di asciugare i capelli al sole o all’aria.

Infine, quando si parla della salute dei capelli ci sono diversi falsi miti: uno dei più diffusi è quello secondo cui tagliare i capelli migliora lo stato di salute generale della chioma. 

Non è affatto vero: questa convinzione si basa sul fatto che dopo il taglio, almeno all’apparenza i capelli appaiono immediatamente più sani. Si tratta di un effetto piuttosto ovvio, dal momento che le punte dei capelli sono sempre la parte più rovinata: tagliando via le punte l’impressione è di avere capelli più sani e lucenti.

Questo non vuol dire che l’estate non sia un momento perfetto per dare un taglio ai capelli e reinventare la propria immagine per la ripartenza della vita normale nel mese di Settembre.