Home Curiosità Zucchero: le varianti, come sostituirlo, quale scegliere e perché

Zucchero: le varianti, come sostituirlo, quale scegliere e perché

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:30
CONDIVIDI

Siete sicure di conoscere lo zucchero in tutte le sue varianti? E ancora, zucchero? come sostituirlo nella vostra alimentazione quotidiana? Stiamo per darvi tutte le risposte che cercavate.

Zucchero: tipologie, come sostituirlo, quale scegliere e perché
Zucchero: tipologie, come sostituirlo, quale scegliere e perché (Unsplash photo)

Ne consumiamo davvero tanto e questa è un’ovvietà. Lo zucchero è purtroppo un ingrediente al quale difficilmente riusciamo a rinunciare. Nonostante ciò esiste uno zucchero che fa meno male degli altri, e tante diverse sostanze zuccherine per capire come sostituirlo. 

Zucchero: tipologie, quale scegliere e perché

Zucchero: tipologie, come sostituirlo, quale scegliere e perché
Zucchero: tipologie, come sostituirlo, quale scegliere e perché (Unsplash photo)

Ci sono moltissime alternative naturali e altrettanto dolci ma che ci assicurano una ricca dose di salute. In tutte le confezioni industriali, nelle bustine dei bar, ci viene presentato lo zucchero semolato, di un colore bianco candido, ma in realtà lo zucchero nella suo stato originario non è affatto così.

Lo zucchero deriva di fatto dalla barbabietola e per diventare così bianco infatti subisce una serie di processi industriali di raffinazione e lavorazione, viene sottoposto ad acidi e coloranti e perde così gran parte di tutte le sue sostanze nutritive. Proprio tutto questo processo articolato lo rende nocivo per la nostra salute.

Lo zucchero semolato, quello che abbiamo appena descritto, è causa di molte patologie come ad esempio l’obesità, il diabete o stati di iperglicemia. Basta infatti imparare ed educarsi a sostituirlo con aromi e alimenti naturali oppure a ridurlo drasticamente dalla nostra alimentazione quotidiana se siamo solite consumarlo in grandi quantità.

La variante zucchero di canna integrale

zucchero di canna
Zucchero di canna su sfondo di legno – Fonte: Adobe stock

Conosciamo sicuramente tutte il sostituto molto in voga dello zucchero classico bianco semolato, che è lo zucchero di canna. Tutte conosciamo questo, ma forse ancora non abbiamo valutato la variante dello zucchero di canna integrale.

Lo zucchero di canna grezzo ha un colore molto più scuro rispetto al tradizionale ed ha una consistenza un pochino più umida, troviamo in commercio sia quello di canna leggermente raffinato e anche quello integrale.

Se proprio dobbiamo fare una scelta è sempre meglio optare per lo zucchero integrale di canna poiché subisce una lavorazione ridotta ed è quindi meno raffinato. Può essere impiegato tranquillamente per dolci e quant’altro nelle stesse quantità dello zucchero bianco. Ma almeno, in questo modo, vi garantirete un qualcosa di meno raffinato e quindi meno nocivo.

Zucchero: come sostituirlo

Zucchero: tipologie, come sostituirlo, quale scegliere e perché
Zucchero: come sostituirlo (Unsplash photo)

Un altro zucchero proveniente da una linfa di palma e che non conosciamo in moltissimi è quello di cocco. Lo zucchero di cocco ha un sapore leggermente più dolce rispetto allo zucchero di canna anche se per quanto riguarda il colore, le tonalità, è molto simile. Non è raffinato ed è un perfetto sostituto dello zucchero semolato. Ridurrà un innalzamento del vostro indice glicemico e vi garantirà senz’altro una gustosa dolcezza.

Tutte però conosciamo il miele che non è solo un ottimo sostituto dello zucchero semolato ma è anche un ingrediente energetico ricco di proprietà benefiche e soprattutto naturale. Durante la preparazione di un dolce controllate sempre a quanto corrisponde la dose di miele in base a quella che avreste dovuto versare di zucchero, i risultati saranno ugualmente prelibati.

Il miele è inoltre un ottimo alleato per chi svolge attività fisica a cadenza regolare, un cucchiaino rappresenta sicuramente la giusta carica al mattino e versato su morbidi pancake vi darà senz’altro tanta soddisfazione! Se la vostra ricetta preferita contiene 100 g di zucchero potete sostituirli tranquillamente con 80 g di miele.

E ancora…

Banana pancake
Sciroppo d’acero su pancake (Istock photo)

Poi c’è il malto che può derivare o da la germinazione di mais oppure di orzo, dolcifica un po’ meno rispetto allo zucchero tradizionale ma è molto utilizzato sia per le bevande che per i biscotti, ma anche per i gelati.

Lo sciroppo d’acero si sposa benissimo su morbidi pancake. Questo sciroppo è ricco di ferro e di vitamine ma anche di saccarosio ed è un perfetto sostituto dello zucchero semolato. Il suo sapore piuttosto delicato ricorda quasi il miele, è super adatto per la preparazione di dolci fatti in casa.

Zucchero: tipologie, come sostituirlo, quale scegliere e perché
Zucchero: tipologie, come sostituirlo, quale scegliere e perché (Unsplash photo)

Inoltre vi consigliamo vivamente lo sciroppo d’agave, viene chiamato anche succo d’agave e si ottiene dall’amido della radice di agave blu, è un ottimo sostituto naturale dello zucchero semolato, ha una consistenza, un aspetto, simili a quello del miele e il suo potere dolcificante è di gran lunga superiore rispetto allo zucchero. La differenza però sta nel fatto che questo è adatto ai diabetici, non contiene saccarosio, e ha una dose molto molto ridotta di glucosio.