Nadia Toffa, chi era: età, malattia, morte, carriera e vita privata

0
11

Chi era Nadia Toffa, morta il 13 agosto 2019? Età, malattia, morte, carriera, vita privata e tutto ciò che c’è da sapere sulla storica inviata delle Iene.

nadia toffa morta

Chi era Nadia Toffa, la storica inviata e conduttrice delle Iene morta il 13 agosto 2019? Com’è morta? Contro quale malattia ha dovuto combattere? Com’è stata la sua carriera e la sua vita privata? Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’amatissima conduttrice, sempre presente nel cuore di chi l’ha conosciuto.

Nadia Toffa: età, altezza e vita privata

nadia toffa morta

  • Nome d’arte: Nadia Toffa
  • Data di nascita: 10 giugno 1979
  • Età: 41 anni
  • Segno zodiacale: Gemelli
  • Professione: Conduttrice televisiva, Giornalista
  • Titolo di studio: Laurea in lettere
  • Luogo di nascita: Brescia
  • Luogo di morte: Brescia
  • Altezza: 170 cm
  • Peso: 50 kg

Nadia Toffa è nata a Brescia il 10 giugno 1979 ed è morta il 13 agosto 2019 dopo aver lottato come una leonessa contro un tumore al cervello. Dopo la Maturità Classica al Liceo Arnaldo di Brescia si è laureata in lettere.

Dal 2007 al 2017 Nadia Toffa è stata fidanzata con Massimiliano Ferrigno, autore de Le Iene. Non ha avuto figli e al suo fianco ha sempre avuto mamma Margherita e le sorelle Mara e Silvia. Proprio quest’ultima ha recentemente dato alla luce una bambina che, come ha raccontato mamma Margherita, assomiglia tantissimo proprio a Nadia.

Il malore

nadia toffa morta

Il 2 dicembre del 2017, Nadia, durante la realizzazione di un servizio per Le Iene a Trieste, si sente male. L’11 febbraio 2018 tornò alla conduzione de Le Iene, rivelando di essere stata colpita da un tumore al cervello. Dichiarò anche di aver seguito i protocolli di radioterapia, chirurgia oncologica e chemioterapia.

“Ho subìto più di un intervento – aveva svelato a Verissimo -. In seguito ad un malore lo scorso dicembre sono stata operata d’urgenza. Poi ho fatto la chemioterapia e la radioterapia. Sembrava tutto finito, ma a marzo durante un controllo, è arrivata la brutta notizia. Il cancro era tornato e mi hanno operata nuovamente”.

Malattia Nadia Toffa: il tumore al cervello

testamento nadia toffa

Nadia Toffa è morta per un tumore al cervello per il quale è stata operata seguendo poi cicli di radioterapia e chemioterapia. Nonostante tutto, non si è mai arresa tornando in tv con la parrucca.

“Ho avuto un cancro, in questi due mesi mi sono curata, ho fatto la chemioterapia e la radioterapia dopo l’operazione. Mi hanno tolto il cento per cento di quel cancro, ma ho fatto le terapie preventive perché poteva essere rimasta una cellula malata. Non ci si deve vergognare, non mi devo vergognare neppure di questa parrucca che indosso”.

La morte

Nadia Toffa ultimi giorni mamma
Foto da Isntagram @nadiatoffa

Nadia Toffa è morta il 13 agosto 2019. A tenerle la mano c’era mamma Margherita che, in un’intervista rilasciata a Domenica Live a novembre 2019, ha ricordato così gli ultimi momenti vissuti accanto alla figlia:

“Non l’ho mai lasciata. Sono stata con lei giorno e notte. Anche ad uscire per fare la spesa avevo paura. Volevo stare sempre con lei e per fortuna lei mi voleva. Voleva solo me. Ha sorriso fino alla fine, fino all’ultimo giorno. Ha sempre ringraziato Dio. Mi ha accompagnato per un anno e mezzo e quando l’ultimo giorno l’ho vista cambiare, l’ho vista impallidire, l’ho vista più soporosa ho capito che la mia bambina se ne voleva andare – ha rivelato commossa -. Le ho sussurrato: ‘Tesoro vola, la tua mamma adesso è serena’. E lei se n’è andata”.

La carriera

pagina facebook

Nadia Toffa ha cominciato a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo su Tele Santerno, poi lavora per quattro anni a Rete Brescia. Nel 2009 arriva la grande occasione con Le Iene di cui è per anni inviata portando avanti anche inchieste importanti. Nel 2015 vince il Premio Internazionale Ischia per il giornalismo – Sezione TV e debutta come conduttrice nel talk show Open Space.

Nel 2016 viene promossa conduttrice de Le iene che conduce con Pif e Geppi Cucciari.

Gli haters

Nadia Toffa, nel corso della sua vita, ha dovuto combattere anche contro gli haters che, sotto le foto che pubblicava sui social, scrivevano commenti cattivissimi.

«Lei è sempre stata così, un uragano, una che diceva tutto quello voleva, raccontava la malattia sui social, ne parlava liberamente — racconta Davide Parenti come fa sapere il Corriere della Sera —. Cercavamo di proteggerla, sapevamo che andava incontro a critiche. Lei faceva finta di niente ma noi sapevamo che gli hater sui social la facevano soffrire».

I libri: Fiorire d’inverno e Non fate i bravi

nadia toffa malattia

Nadia Toffa ha raccontato la sua storia nel libro Fiorire d’inverno. La mia storia, pubblicato il 9 ottobre 2018. Non fate i bravi, invece, è il libro uscito il 7 novembre seguente e che raccoglie i pensieri della giornalista scritti negli ultimi mesi di vita.

La fondazione

Fonte: Instagram @nadiatoffa

A dicembre 2019 nasce la Fondazione Nadia Toffa, voluta dalla famiglia e che aiuta le persone che, tutti i giorni, lavorano per migliorare la salute e la vita dei soggetti più deboli e indifesi.