Michael Jackson, a 11 anni dalla morte, rivelata la vera causa della morte

0
2
Michael Jackson la vera causa della morte

“Lesioni terribili”. L’autopsia di Michael Jackson resa nota solo ora ad 11 anni dalla sua morte rivela la vera causa della morte del cantante.

Pop Star Michael Jackson

Michael Jackson era un artista apprezzato a livello mondiale. Conosciuto per la sua bellissima voce e perchè abilissimo nel cavalcare la scena, oltre al successo professionale poteva vantare di essere tra i personaggi più amati dai suoi fans.

Sul palco apparriva energico, accattivante, scattante… eppure quest’uomo nascondeva un malessere ed un dolore senza pari. Dopo la sua morte, per motivi di privacy, è stato rivelato ben poco riguardo al responso terribile dell’autopsia. Un responso diffuso ora, ben 11 anni dopo la sua morte, dal sito britannico The Mirror.

Michael Jackson: l’esito delll’autopsia che rivela la vera causa della sua morte

Pop Star Michael Jackson

Il documento post morte del re del pop, completo di dettagli aberranti che spiegano la vera ragione della morte della star, è stato diffuso in questi gioni dal sito britannico The Mirror. Gli scienziati forensi che hanno esaminato il corpo di Michael Jackson fecero delle scoperte aberranti mai svelate per motivi di privacy, come sempre sostenuto dal suo manager.

Riguardo alla sua morte avvenuta nel 2009, è stato sempre detto che la causa è stata un cocktail fatale di farmaci. Oggi, un decennio dopo la morte, si scopre che molte cose sono state tenute nascoste. Il cantante soffriva a causa di numerosi problemi di salute in parte dovuti al decorso dei suoi numerosi interventi di chirurgia estetica.

Le cause della morte di Michael Jackson:

  • Overdose di antidolorifici
  • Fibromialgia
  • Overdose di sedativi
  • Anoressia
  • Contusioni multiple
  • Ustione

La causa della morte dell’artista è stata ad oggi imputata ad una overdose di antidolorifici. Tra questi farmaci si è molto parlato del Propofol,  un farmaco che il cantante assumeva in dosi elevate. La dipendenza della star dagli antidolorifici avrebbe dunque avuto la meglio sulla sua vita. Ma è davvero questa la verità? Gli scienziati forensi che hanno esaminato le condizioni della morte del Re del Pop hanno rivelato le reali cause della sua morte e tutto cià che hanno scoperto.

Michael Jackson, così come Lady Gaga, soffriva di fibromialgia, un dolore cronico che cercava di contrastare con ogni mezzo possibile, da qui l’uso massivo degli antidolorifici, ma stando alle conclusioni degli esperti, il cantante soffriva anche di anoressia motivo per il quale il cantante aveva un fisico eccessivamente magro e debilitato. Negli ultimi mesi il cantante nel suo stomaco metteva un solo pasto al giorno e tante dosi di farmaci.

L’autopsia rivelò la presenza di misteriose ferite e cicatrici multiple su tutto il suo corpo.

Il cantante era devastato per il fatto di non riuscire a dormire a causa del dolore dovuto all’insonnia cronica,  un disturbo tipico delle persone empatiche e ipersensibili, che lo attanagliava da sempre, per questo si inniettava dei sonniferi per garantirsi un pò di riposo. Una seconda dipendenza quella dei sedetivi.

Le cicatrici secondo gli esperti erano la prova dei suoi numerosi interventi di chirurgia estetica, una diero l’altra le operazioni si susseguivano almeno una volta all’anno.

L’artista era particolarmente preoccupato per il suo aspetto fisico, desiderava restare per sempre giovane e non voleva rinunciare al suo volto da bambino e ai suoi capelli corvini.

Per mantenere inalterata la sua bellezza nel tempo il cantatante aveva eseguito numerose procedure cosmetiche come: tatuaggio delle labbra, tatuaggio delle sopracciglia e pigmentazione nera per nascondere i capelli bianchi.

Ad aggravare il tutto la comparsa della vitiliggine, una malattia della pelle, legata all’iperpigmentazione, a causa della quale la pelle del cantante iniziava a ricoprirsi di macchie bianche su tutto il corpo.

I capelli folti e i bellissimi ricci erano un’altra fonte di preoccupazione per il cantante. Qualche anno prima a causa di un incidente avvenuto sul set di uno spot per una nota bevanda commerciale il suo cuoio capelluto si era completamente bruciato, per nascondere questa alopecia Michael Jackson indossava una parrucca.

Gli esperti forensi hanno anche identificato contusioni multiple sul corpo senza vita della star, le lesioni alle ginocchia e agli stinchi lasciavano suggerire una recente caduta.

 “Era magro, pelle e ossa, i capelli erano caduti e aveva ingoiato solo pillole prima di morire”, avrebbe riferito un giornalista, fonte credibile intervistata da The Mirror.  “Tracce di iniezioni su tutto il suo corpo e la trasformazione dovuta ad anni di chirurgia plastica mostrano che il cantante stesse vivendo un declino terminale iniziato da alcuni anni.

Il giornalista riferisce anche che le gravi ustioni riportate alla testa in quell’incidente sul set, avrebbero potuto costargli la vita e che gli conferivano sicuramente un forte dolore, dolore che lo spinse ad essere dipendente degli antidolorifici.

Incidente sul set dello spot della Pepsi


Si è più volte parlato del fatto che il cantante assumesse antidolorifici, ma perchè era così avvezzo all’uso di questi farmaci? Il cantante subì una grave ustione alla testa a seguito di un incidente avvenuto durante le riprese di uno spot della Pepsi, un marchio di cui Michael Jackson era testimonial dal 1995. Per realizzare lo spot il cantante avrebbe dovuto esibirsi e ballare mentre in cielo scoppiavano dei  fuochi d’artificio. Malauguratamente a causa di un problema tecnico durante una ripresa, i fuochi d’artificio colpirono i capelli del Re del Pop incendiandoli e il cantante venne trasportato d’urgenza in ospedale con gravi ustioni di secondo e terzo grado riportate su viso e capelli sulla parte sinistra della testa, sopra l’orecchio. Un incidente che gli lasciò cicatrici e dolore, per combattere il quale, ha dovuto assumere grandi dosi di antidolorifici per anni.

Pop Star Michael Jackson

Un consumo che alla fine l’ha reso dipendente da questi farmaci ed una dipendenza che alla fine gli causerà un infarto fatale e lo ucciderà all’età di 50 anni.

Alla sua morte seguiranno una serie di speculazioni e testimonianze che attesterebbero che Michael Jackson è ancora vivo.