Home Salute e Benessere Psiche Come difendersi dalle persone cattive

Come difendersi dalle persone cattive

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:35
CONDIVIDI

Le persone cattive sono un problema presente in ogni realtà. Scopriamo come riconoscerle e come difendersi da loro.

donna gelosa
Donna con espressione cattiva – Fonte: Adobe Stock

Ognuno di noi, nella vita, ha avuto a che fare almeno con una persona cattiva. Una situazione spiacevole che porta a vivere male e che può influire in modo negativo sulla vita di tutti i giorni. Le persone cattive sono infatti in grado di manipolare i fatti, di cambiare le cose in base alla convenienza e tutto per sentirsi sempre al centro del mondo e vittoriose.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Persone malvagie: Come riconoscerle

Averci a che fare è quindi una cosa decisamente negativa che può portare a situazioni spiacevoli. Purtroppo, non sempre è possibile riconoscerle al primo sguardo o capire come difendersi da loro. Per questo motivo, oggi individueremo quali sono le caratteristiche tipiche delle persone cattive e quali strategie si possono mettere in atto per difendersi da loro e diventarne immuni.

Persone cattive: come riconoscerle

Donna che sorride con amica che piange
Donna che sorride con amica che piange – Fonte: Adobe Stock

Riconoscere una persona cattiva non è sempre facile. Per riuscirci occorre capire quali caratteristiche osservare ed avere la capacità di astrarsi dalla loro finzione. Le persone cattive, infatti, quando sono all’inizio di un rapporto di conoscenza amano mostrarsi buonissime e ricche di qualità che di solito le portano a farsi amare da tutti.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Persone ingrate: sei segni per riconoscerle e come allontanarle

Apparentemente socievoli, brillanti e di compagnia, riescono a conquistare diversi consensi, iniziando a mostrarsi per quello che sono solo dopo essersi insinuati nella vita degli altri. Riconoscerle il prima possibile è quindi indispensabile per avere la meglio su di loro. E, l’unico modo per farlo è quello di osservarne il modo di fare e far scattare un campanello d’allarme ogni qual volta ci si trova davanti ad uno dei seguenti modi di fare.

Cambiano spesso atteggiamento. Una delle caratteristiche tipiche delle persone cattive è quella di cambiare atteggiamento in base alle persone che si trovano davanti. Degli zuccherini con chi pensano possa tornargli utile, risultano invece arroganti con persone che reputano poco influenti per la loro vita. Questa è uno dei modi di fare che mettono in campo più spesso e che di solito viene colto per primo. In genere, però, non gli si presta mai abbastanza attenzione. Ebbene, mettersi in allarme davanti ai primi segnali può invece rendere più visibili tutti gli altri ed aiutare a smascherarli prima che si rivelino.

Sono sempre vaghi. Un altro modo di fare tipico è quello di essere sempre vaghi. Ciò li aiuta a costruire diverse bugie intorno a ciò che dicono e di poter cambiare i fatti a loro piacimento. Il tutto si nota perché ogni volta che raccontano un determinato episodio c’è quasi sempre qualche nuova specifica o qualche variazione, spesso adattate appositamente per la situazione in cui si trovano o per la persona che sta loro davanti.

Cercano di manipolare gli altri. Le persone cattive cercano sempre di manipolare gli altri. Lo fanno lavorando di nascosto per far sentire gli altri inferiori, portando alla luce i loro difetti ed esaltando se stessi. Ogni loro parola o azione è volta ad ottenere un risultato ben preciso. A volte questo può non essere subito visibile.

Sparlano sempre gli altri. Un’altra caratteristica tipica delle persone cattive è quella di criticare e sparlare sempre gli altri. Questo aspetto è abbastanza facile da cogliere in quanto il più delle volte li si vedrà parlar male di qualcuno salvo poi abbracciarlo o essere super carini quando lo incontrano. Inutile dire che il loro parlar male non si fermerà solo agli altri.

donna con faccia contrariata
donna con faccia contrariata – Fonte: Adobe Stock

Si auto incensano sempre. Le persone cattive hanno un’alta opinione di se e cercano di trasmetterla anche agli altri. Così, se da un lato cercano sempre di sminuire chi gli sta accanto, dall’altro si auto elogiano sempre, decantando tutti i loro pregi o, tornando sul tema della manipolazione, facendo in modo che siano gli altri a farlo per loro. In genere, la tattica più comune è quella di passare sempre per vittime, in modo che ogni loro gesto appaia quasi come eroico.

Non chiedono mai scusa. Le persone cattive non sanno cosa siano rimorsi o sensi di colpa. A loro parere tutto ciò che fanno è giusto e per questo motivo non chiedono mai scusa. Anche quando dovessero accorgersi di aver sbagliato, preferiscono evitare di fare quello che per loro è un passo errato. L’unico caso in cui possono venir meno a questo patto con se stessi è quello di ritenere le scuse come unico gesto per ottenere qualcosa. Inutile dire che si tratterà di scuse finte.

Sono invidiose. L’invidia è una delle caratteristiche più presenti nelle persone cattive. Ogni qual volta qualcuno riesce in qualcosa se ne risentono e iniziano a sparlare di quella persona. Loro sono gli unici meritevoli di elogi e quando capita a qualcun altro di riceverne appaiono contrariati e pur mostrandosi felici per quella persona si vede chiaramente che sotto sotto non apprezzano affatto la cosa.

Vogliono avere il controllo su tutto. Per poter manipolare la realtà che li circonda, le persone cattive hanno bisogno di aver sempre il controllo su tutto. Per questo motivo sono sempre loro a proporre di fare qualcosa, a gestire uscite e situazioni, etc… Quando qualcuno cerca di farlo al loro posto se la prendono a morte e iniziano a considerare quella persona come un nemico.

Non hanno morale. I cattivi, ovviamente, sono anche privi di morale. Per ottenere qualcosa sono disposti a scavalcare e ferire chiunque e lo fanno senza provare alcun senso di colpa. Anzi, avranno sempre una giustificazione per il loro agire, ritenendo che chiunque al loro posto avrebbe fatto lo stesso o sputando veleno su chi hanno appena ferito.

Ora che abbiamo imparato a riconoscere le caratteristiche principali delle persone cattive, è arrivato il momento di capire come proteggersi da loro. Il primo consiglio sarebbe ovviamente quelle di evitarle non appena si ha sentore della loro cattiveria. A volte, però, ciò non è possibile. Una persona cattiva può essere un parente acquisito, il compagno o la compagna di un amico o un collega se non addirittura il proprio datore di lavoro. Per fortuna, però, ci sono delle piccole strategie che si possono mettere in atto per difendersi e rendere sempre più innocui i loro tentativi di cattiveria.

Le strategie per difendersi dalle persone cattive

invidia
Photo AdobeStock

Se non c’è modo di estromettere o allontanare da se le persone cattive, può essere d’aiuto attuare dei modi di fare in grado di renderli il più possibili innocui.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Come riconoscere una persona narcisista

Evitare il più possibile i contatti. Anche se si è costretti ad avere a che fare con loro non è detto che si debba per forza vivergli costantemente accanto. Limitarsi ad un rapporto di conoscenza è quindi un buon modo per mantenere le distanze, evitando così di entrare nel loro mirino.

Non svelarsi mai. Un modo efficace per contrastare le persone cattive è quello di non raccontare troppo di se. Meno informazioni hanno e meno sarà loro possibile usare queste ultime a loro piacimento. Meglio tenere per se il più possibile e se si hanno amici o conoscenze comuni dei quali non è certo il livello di riservatezza, agire allo stesso modo anche con loro.

Non assecondare mai nulla. Come già detto, le persone cattive cercano di manipolare tutto e tutti. Per questo motivo arriva sempre il momento in cui chiederanno di fare qualcosa. Mostrarsi sicuri di se e disposti a rifiutare richieste ridicole è un buon modo per far capire loro che hanno scelto la persona sbagliata. Anche qualora dovessero avere stuoli di persone che gli stanno dietro, mostrarsi decisi e fermi nella propria posizione è sempre consigliato. Con il tempo potrebbe addirittura essere da esempio per chi in realtà gli sta vicino solo per paura.

Essere gentili ma distanti. La gentilezza è un aspetto che infastidisce le persone cattive perché sono solitamente abituate a reazioni di tipo diverso. Di solito, tendono a classificare le persone come buone perché deboli o come da evitare perché pericolose. Mostrarsi decisi nel non dargli corda ma essere al contempo gentili li confonderà e ciò potrebbe portarli a cambiare atteggiamento per allontanarsi pian piano.

Non essere buoni. Spesso i cattivi si attaccano alle persone buone. Lo fanno perché stupidamente le considerano deboli e ritengono sia più facile attaccarle. Ebbene, si può togliere loro quest’importante arma semplicemente evitando di lasciar correre le loro battute o i modi di fare. Dire ciò che gli spetta (sempre con cortesia per non passare dalla parte del torto davanti ad altri) è l’unico modo per fargli comprendere di aver sbagliato persona e che è più conveniente allontanarsi e trovare qualcun altro su cui agire.

Cercare di difendersi dalle persone cattive è il più bel dono che ci si può fare. Si tratta infatti di persone tossiche, che privano dell’energia e del tempo personale e che non portano mai nulla di buono nella vita delle persone alle quali scelgono di avvicinarsi. Evitandole il più possibile, infatti, la vita risulterà improvvisamente più leggera e piacevole. Inoltre avere la meglio su di loro è senz’altro un buon modo per aumentare la propria autostima e imparare a diventare il tipo di persona che loro per prime preferiranno evitare.