Dieta benessere del riso | è sufficiente una settimana per ricaricarsi

0
2

Una settimana con la dieta benessere del riso può aiutare a tenere sotto controllo il peso e abbassare i rischi di ipertensione

riso
pixabay

Non esiste un periodo specifico dell’anno per seguirla, anche se prima della prova costume è decisamente indicata. Ma ci sono molti motivi per adottare con costanza, almeno una volta al mese, la dieta benessere del risod. Perché basta una settimana di questo regime alimentare facile e sano per ricaricare le batterie.

Come diciamo sempre, chiedete consiglio al vosto medio oppure ad un esperto in materia. Intanto però la dieta benessere del riso è ideale ad esempio per chi soffre di ipertensione arteriosa. Il riso infatti ha un ottimo potere saziante ed è facilmente digeribile a qualsiasi età. Dipende dalla sua grande quantità di amido. In più contiene anche di vitamine B1, B2 e P,  oltre minerali come ferro, calcio e fosforo insieme a proteine nobili.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Perdere peso | Mangiare riso al posto della pasta funziona veramente?

Per essere efficace però il riso non deve essere condito in maniera pesante. Solo così manterrà  tutto il suo potere nutrizionale e non andrà ad appesantire il nostro fisico. In fondo però è un carboidrato che sta bene con diverse salse e verdure, permettendoci di avere una grande varietà per un piano settimanale sano ed equilibrato.

Dieta benessere del riso, il menù è molto vario

(Pixabay)

Ecco quindi quello che può essere un programma di massima. A colazione sempre un bicchiere di latte scremato, tre biscotti secchi e una tazzina di caffè- Invece come spuntino e per merenda 150 grammi di frutta fresca

Il pranzo del primo giorno prevede il riso condito con lo zafferano, seguito da un’insalata mista con olio e limone, un panino integrale. A cena 150 grammi di petto di pollo alla piastra, costine lessate condite con un cucchiaio d’olio e un frutto.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Come condire il riso per il sushi

Al martedì per pranzo120 grammi di bresaola condita con un cucchiaino d’olio e un po’ di limone e due gallette di riso. A cena 80 grammi di risotto con salsa di pomodoro, finocchi al vapore e un vasetto di yogurt. Il giorno successivo  a mezzogiorno 60 grammi di ricotta, un’insalata mista condita con olio e limone, un panino integrale. Per cena minestrone di verdure, carote alla Julienne con un cucchiaino di olio, sale e limone. In più tre gallette di riso e un vasetto di yogurt bianco.

Pixabay

Giovedì per pranzo 150 grammi di nasello al vapore e un’insalata mista condita con olio e limone con due gallette di riso;. Invece per cena 80 grammi di risotto ai funghi, un vasetto di yogurt e due frutti di stagione.

Infine il venerdì 100 grammi di carne bianca alla piastra (pollo e tacchino), spinaci bolliti conditi con un cucchiaio d’olio extravergine, un pacchetto di crackers integrali. A cena due pomodori ripieni con riso, cavolfiore condito con olio, due gallette di riso. Sabato e domenica, riprendete con il menù dei primi due giorni.