Corovavirus vaccino negli Usa |superati bene i primi test sull’uomo

0
2

Corovavirus vaccino, notizie importanti arrivano dalla ricerca negli Usa. I primi test sull’uomo avrebbero prodotto anticorpi simili a quelli dei guariti

(Getty Images)

Corovavirus vaccino, negli Usa la ricerca sembra arrivata ad un risultato importante. La società di biotecnologia ‘Moderna’ nelle ultime ore ha infatti annunciato ufficialmente i risultati dei primi test sull’uomo. E la sperimentazione sul potenziale vaccino contro il Covid-19 sembra aver dato riscontri incoraggianti.

Siamo ancora in realtà alla Fase-1, ma intanto un primo risultato sembra evidente almeno per quello che hanno detto i ricercatori. I volontari che sono stati sottoposti alla sperimentazione hanno sviluppato anticorpi in maniera simile ai pazienti di Covid-19 che sono risultati guariti. Questo sembrerebbe dimostrare che la sperimentazione sta puntando nella direzione giusta.

In particolare i livelli di anticorpi rilevati nelle prime  persone sottoposte ai test clinici sono uguali o superiori a quelli riscontrati nei pazienti guariti dal Covid-19. In più il candidato vaccino avrebbe finora dimostrato di essere sicuro, senza la presenza di effetti collaterali gravi.

Sono in tutto 45 le persone sottoposte alla sperimentazione. Ad ogni partecipante è stato assegnato un dosaggio da 25, 100 o 250 microgrammi, con 15 persone in ogni gruppo. Tutti i partecipanti hanno ricevuto due dosi del potenziale vaccino a circa 4 settimane di distanza l’una dall’altra.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Vaccino Coronavirus, test sull’uomo | milioni di dosi prodotte nel 2020

Due settimane dopo la seconda dose, i livelli di anticorpi nel gruppo dei 25 microgrammi erano pari a quelli delle persone guarite dalla malattia. Quelli nel gruppo dei 100 microgrammi avevano invece un numero di anticorpi che “superava significativamente i livelli” nei pazienti guariti. Non sono invece ancora disponibili i dati dopo la seconda dose per il gruppo di 250 microgrammi.

Vaccino Coronavirus, sarà pronto alla fine dell’estate?

(Getty Images)

Vaccino Coronavirus, ora ‘Moderna’ ha in programma di avviare la seconda fase della sperimentazione. La terza fase invece, da programma, dovrebbe cominciare nel mese di luglio. Il gruppo, che ha avuto nelle ultime ore, un’impennata nelle sue quotazioni in Borsa, non è nuovo a ricerche importanti nel settore. Lavora infatti insieme all’Istituto nazionale delle allergie delle malattie infettive guidato dal virologo Anthony Fauci (primo consigliere della Casa Bianca).

SULLO STESSO ARGOMENTO:Covid-19 | Roberto Burioni | Primo Vaccino che funziona

L’obiettivo di questa ricerca, come di altre sparse per il mondo, è quello di creare un meccanismo di difesa per l’organismo. Però servirà ancora tempo per verificare risultati al momento solo parziali e su un campione ristretto di persone.

La ricerca però sta andando avanti anche in altri laboratori e al momento sarebbero una settantina i gruppi d lavoro impegnati.

(Getty Images)

Come quello formato dai ricercatori della Oxford Univerity e dell’Imperial College di Londra, in collaborazione con l’azienda Advent-Irbm di Pomezia. L’obiettivo, in questo caso, è arrivare ad un vaccino alla fine dell’estate.