Covid-19 | Conte boccia le iniziative autonome delle Regioni

Il premier Conte, nel corso del suo intervento alla Camera, ha ribadito la sua decisione di voler procedere con cautela alla riapertura del Paese, di fronte all’emergenza da Covid-19

 

Oggi il Premier Conte, durante il suo intervento alla Camera, ha ribadito la necessità di procedere in maniera estremamente cauta alla riapertura del Paese, sostenendo altresì la legittimità del ricorso, in situazione di emergenza come questa relativa al Covid-19, di ricorrere ai decreti Dpcm.

Giuseppe Conte, inoltre, ha bocciato le iniziative autonome delle Regioni, in tema di ripresa, ammettendo invece che l’unico piano legittimo per ripartire in maniera sicura è quello basato su rilevazioni scientifiche.

Come è possibile leggere su “La Stampa”, per Conte, la fase 2, che porterà con sé cambiamenti e maggiori libertà,sarà di convivenza con il Covid-19 e non comporterà la liberazione da quest’ultimo.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Fase 2 Coronavirus palestre | Quando e come riapriranno i centri sportivi?

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

 

Diretta Conte Coronavirus
Giuseppe Conte alla Camera dei Deputati (Foto: Instagram)


La parola d’ordine per il Premier Conte, dunque, sembra essere “cautela” e l’ha ribadito anche nel suo intervento alla Camera, durante il quale ha dovuto fronteggiare l’indignazione dell’opposizione.

Da leggere