Home Gossip Fabrizio Moro, Il mondo che verrà | Canzone per il dopo coronavirus

Fabrizio Moro, Il mondo che verrà | Canzone per il dopo coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:33
CONDIVIDI

Fabrizio Moro, durante una diretta su Instagram, leggi i versi de “Il mondo che verrà”, canzone scritta immaginando il mondo dopo il coronavirus.

fabrizio moro
Moro in diretta su Instagram

S’intitola “Il mondo che verrà” quella che, per il momento, è una vera poesia scritta da Fabrizio Moro durante la quarantena per il coronavirus e che potrebbe presto diventare una canzone. Durante una diretta Instagram con Noemi, Moro ha letto i versi scritti in questi giorni e a cui ha dato il titolo “Il mondo che verrà”.

Fabrizio Moro, nuova canzone “Il mondo che verrà”: “ho immaginato come potrà essere il mondo dopo quest’esperienza”

fabrizio moro
Moro in diretta su Instagram

Fabrizio Moro dopo aver dedicato un toccante messaggio al medico Marcello Natali e a tutto il personale sanitario che sta combattendo in prima linea contro il coronavirus, domenica 29 marzo, ha fatto compagnia ai suoi fans con una diretta su Instagram condivisa con Noemi, a cui, in passato, ha donato una delle sue canzoni più belle “Sono solo parole” che lui ha recentemente inciso nella raccolta “Parole, rumori e anni“.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Durante la diretta, il cantautore romano ha confessato che, in questi giorni di quarantena, sta scrivendo molto. Tra i tanti versi scritti spunta anche “Il mondo che verrà”, una scrittura che potrebbe presto diventare una canzone.

“Ispirato da questo momento, ho immaginato come potrà essere il mondo dopo quest’esperienza. Ho scritto questi versi, questa canzone, chiamiamola così. Questa scrittura s’intitola Il mondo che verrà, spiega Moro a Noemi.

Leggi anche—>Fabrizio Moro strappa sorrisi sui social | I video spopolano

Moro, poi, legge in diretta i primi versi di quella che potrebbe essere la sua nuova canzone:

“Le luci che si accendono ad ogni ora cambiano

e gli uomini sorseggiano il gusto di ogni attimo.

Nelle strade si confondono le pratiche di libertà e tu,

affacciato alla finestra, immagini come sarà.

Il mondo che verrà sarà un po’ meno cinico, ma con il petto livido, avrà un sorriso statico.

Ma noi non ci lasceremo mai.

Dopo questa notte io mi sveglierò per te e lavorerò ogni giorno

per combattere un piccolo timore che ti illude il cuore

Le tv improvvisano un moralismo comodo

i presidenti parlano illuminando un secolo.

Il mondo che verrà sarà un mondo fantastico

cosciente fra le righe di chi ha avuto un po’ di vomito”.

“Il mondo che verrà” sarà presto una canzone diventando un inno alla libertà e alla rinascita dopo l’emergenza coronavirus che ha spinto lo stesso Moro a fare un appello ai fans affinchè restino a casa?