Caso Weinstein | Asia Argento ed Emily Ratajkowski esultano via social

0
23

Il Caso Weinstein si è concluso con la vittoria del movimento MeToo: per Asia Argento e tutte le altre donne che si sono battute per rompere il silenzio è il momento di festeggiare.

Caso Weinstein
(Fonte: Instagram)

Asia Argento è stata uno dei simboli del MeToo, fin dagli albori del movimento nato nel 2017.

Il MeToo si proponeva di portare all’attenzione pubblica le continue manipolazioni e i continui ricatti sessuali a cui sono continuamente esposte le donne dello spettacolo americano e internazionale.

Intorno alla figura di Harvey Weinstein, il cui nome fino ad allora era sconosciuto ai più, si radunarono moltissime gravi accuse da parte di molte attrici e aspiranti attrici che nel corso della loro carriera avevano subito ricatti e molestie sessuali dal produttore.

Tra loro c’erano Asia Argento ed Emily Ratajkowski, che nel corso del tempo hanno avuto sentimenti molto diversi in merito agli sviluppi del movimento. Se la Ratajkowski è sempre stata una sostenitrice convinta, la Argento se ne è mano a mano allontanata. Entrambe però continuano ad esultare via social dopo la storica condanna del giudice a carico del produttore hollywoodiano.

Asia Argento ed Emily Ratajkowski dopo il Caso Weinstein

asia argento weinstein
Asia Argento (a sinistra) (Foto Instagram)

Dopo la formulazione della condanna a carico di Weinstein, Asia Argento ha utilizzato i social per comunicare in più di un modo la propria esultanza e soprattutto il proprio sollievo.

L’ultima mossa, in ordine di tempo, è stata la pubblicazione di una foto di Harvey Weinstein in cui il viso dell’orco è stato cancellata da una spessa croce nera, come a dire che si tratta ormai di un incubo finito.

“Grazie a tutte le donne coraggiose che hanno aiutato a cambiare il mondo” ha scritto Asia in calce alla fotografia.

Tra quelle donne coraggiose c’è Emily Ratajkowski, la quale decise addirittura di passare alle maniere forti e di mettere assolutamente da parte il politicamente corretto nel momento in cui cominciò a posare per varie fotografie e a presentarsi agli aventi mondani con la scritta “Fuck Harvey” dipinta nell’interno del braccio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Emily Ratajkowski (@emrata) in data:

La modella decise di mettere in scena questa protesta nel momento in cui sembrò possibile che Harvey Weinstein pagasse un enorme risarcimento alle sue vittime pur di scampare alla condanna carceraria. Si parlò addirittura di 6 Milioni di Dollari destinati a “mettere a tacere” le scomode testimoni che avevano cominciato a parlare contro di lui. All’epoca la modella utilizzò l’hashtag #nojusticenopeace (niente giustizia, niente pace) per assicurare all’opinione pubblica che le donne che avevano denunciato Weinstein non avrebbero concesso pace al proprio aguzzino fino a che non fosse stato assicurato alla giustizia.

Quattro giorni fa Emily ha postato una vecchia fotografia che la ritraeva mentre prendeva parte a un corteo femminista: come a dire che una battaglia è vinta ma la lotta è ancora lunga.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Emily Ratajkowski (@emrata) in data:

Fortunatamente le cose si sono risolte come il movimento MeToo sperava: Harvey Weinstein è stato condannato, anche se non per tutti i cinque capi di accusa per i quali era stato condotto in tribunale.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.