Dieta facile per combattere l’influenza, tutti i cibi sì

Per difendersi dal freddo, specie dopo le feste, dobbiamo puntare sulla tavola con una dieta facile per combattere l’influenza e i mali di stagione.

Dieta anti influenza iStock

La fine delle feste porta tutti a tornare alla vita di tutti i giorni. Ma il relax eccessivo, i bagordi, i ritmi rallentati, sono i primi nemici per la salute. Il rischio è quello di abbassare le difese immunitarie e di essere più deboli. Ecco perché serve una dieta facile per combattere l’influenza e le malattie da raffreddamento.

Non ci sono soltanto i bambini e gli anziani a rischio, ma più in generale tutti. Il rimedio, ancora più dei medicinali, è quello di seguire una sana dieta a tavola, soprattutto a base di verdure e frutta di stagione.
La prima regola è quella di puntare sulle vitamine. Dalla A alla E sono tutte ottime e facilmente riscontrabili nei cibi. La A in particolare si trova nei vegetali verdi e quelli di colore rosso-arancione come le carote ma anche la zucca, spinaci e broccoletti.

La vitamina B è invece presente nei cereali integrali, in fagioli e lenticchie, noci e nocciole, lievito di birra e pesce. La C si trova in abbondanza negli agrumi ma anche in papaya e kiwi, patate, prezzemolo, cavolo rosso, frutti di bosco, frutta fresca in generale e nella maggior parte delle verdure. Anche la vitamina E è importante e si riscontra nel sesamo, nell’olio di mais e nel germe di grano.

Dieta anti influenza, cosa portiamo a tavola?

Aglio e cipolla
Aglio e cipolla Fonte: iStock Photo

Allora vediamo quello che può aiutare il nostro organismo. Come ad esempio aglio, cipolla, scalogno, porro, tutte piante ricche di sostanze solforate che proteggono le vie respiratorie per mezzo della ventilazione polmonare.

Sprattutto aglio e cipolle andrebbero consumati crudi perché così conservano tutte le loro proprietà: stimolano il sistema immunitario e sono utili in caso di raffreddore, influenza, faringite, laringite e sinusite.
Ancora, facili da comprare e da cucinare, ci sono albume d’uovo, carni e latte, cereali integrali, verdure crude soprattutto quelle a foglia larga (come spinaci e insalata), tutte fonti di vitamina B6. Importante inoltre che nell’alimentazione quotidiana siano presenti minerali come ferro presente in latte e latticini, uova, pesce, mandorle. Ma anche sesamo, legumi, uvetta, prugne, fichi, albicocche, melassa nera di canna, alghe.

Lo zinco (cereali integrali, ostriche, aringhe, legumi, germe di grano), rame (molluschi, pesci, nocciole, funghi, fagioli, cereali integrali). E poi il selenio (salmone, tonno, aringhe, lievito di birra, germe di grano, acciughe, broccoli, pomodori). Fondamentali il magnesio (legumi, verdure verdi, farina di soia, cereali integrali, cacao, mandorle, fichi, banane, crostacei e molluschi) e il calcio (latte e yogurt, formaggi, noci, mandorle, fagioli borlotti, broccoli, avena, grano saraceno, sesamo, melassa, fichi, alghe, salmone e pesce azzurro), tutti buoni per rafforzare le nostre difese.