Cinema | Checco Zalone e la capacità di fare successo con le polemiche

Checco Zalone batte, dopo un solo giorno dall’uscita del suo nuovo film “Tolo Tolo”, ogni record d’incasso. 8,6 milioni di euro in una giornata. Cosa c’è alla base di un successo così forte?

Luca Medici protagonista al cinema
Luca Medici protagonista al cinema (Getty Images)

Luca Medici è la cura per il cinema italiano: non è solo una questione di nome, che pure avrebbe una sua logicità, ogni volta che Checco Zalone – celebre nome d’arte dell’attore e regista pugliese – è un successo: Tolo Tolo”, nei cinema dal 1 gennaio, ha già battuto ogni record di incasso rapportato agli esordi. 8,6 milioni di euro nel giorno dell’uscita, aggiudicandosi il riconoscimento dell’incasso giornaliero più fruttuoso di sempre.

Inoltre, Checco Zalone ha battuto – per così dire – persino sé stesso: l’incasso giornaliero, al momento dell’uscita del suo precedente film (che al momento è il film più fruttuoso nel passato recente della Settima Arte), era di 7,3 milioni di euro. Come si arriva a questo successo? Luca Medici, malgrado la maschera che per ragioni di copione indossa, è un uomo e un professionista che non lascia niente al caso. L’artista, perchè ormai definirlo attore è riduttivo (dal momento che scrive, compone, dirige non solo musicalmente), è un calcolatore e sa perfettamente sin dove può spingersi.

Checco Zalone: l’alter ego dissacrante di Luca Medici torna al cinema

Checco Zalone sbanca il botteghino con "Tolo Tolo"
Checco Zalone sbanca il botteghino con “Tolo Tolo” (Getty Images)

Questa sua consapevolezza fa sì che in tutti suoi film, da “Cado dalle Nubi” in poi ci sia comunque la sua impronta. Malgrado “Tolo Tolo” sia, di fatto, il primo film da regista per Checco Zalone (precedentemente diretto da Gennaro Nunziante) è riuscito sempre a dare un taglio particolare al suo tipo di commedie: mai banali, a modo proprio profonde e in grado di lanciare un messaggio. Il cinema di Luca Medici è lo specchio dei tempi attraverso un sorriso, che può essere malinconico, amaro e nervoso, in ogni caso non lascia indifferenti.

Leggi anche –> Checco Zalone chi è: altezza, carriera e vita privata

Altra peculiarità di Luca Medici è l’attesa: l’attore non si vede quasi mai in giro, appena sceglie di cimentarsi in un film si isola. Fra una sua opera e l’altra, passano almeno cinque anni. C’è una ragione per tutto ciò e l’ha spiegata Zalone – ormai il nome d’arte e quello anagrafico si alternano come fossimo al cospetto del Dottor Jekyll e Mr Hide del talento – qualche tempo fa al cospetto del critico cinematografico Gianni Canova: “Quando faccio un film non mi dedico a nient’altro, penso bene a cosa potrebbe o non potrebbe far presa sul pubblico: ogni battuta, ciascuna uscita, va calibrata. Hai mai visto Alberto Sordi fare altro prima di ogni suo film? La gente aspettava per vederlo al cinema, anch’io nel mio piccolo cerco di ricreare la stessa curiosità.

“Tolo Tolo”: dalle polemiche per il trailer al successo in sala

Da quelle parole, Checco Zalone è cresciuto: ormai è popolare e maturo al punto giusto per prendersi i propri rischi – come quello di fare uscire un trailer che ammicca al film senza spoilerarlo solo per creare dibattito e polemiche – che giovano prima dell’uscita in sala: è proprio questo chiacchiericcio costante, divenuto miglior collante per gli affezionati e non di Medici, che favorisce l’approdo al cinema. Checco Zalone è un personaggio e un regista pop che sa essere profondo senza perdere la dissacralità: è capace di affrontare un tema scabroso come l’immigrazione clandestina con l’ironia sagace di chi vede gli italiani spesso schiavi di paure inutili e timori reverenziali superflui sui quali gioca senza scherzare mai. Luca Medici lascia a Checco Zalone il suo lato più irriverente perchè sa che, nella realtà, purtroppo c’è poco da ridere. Per questo ci (ri)porta al cinema: la nuova ‘zona franca’ della convivenza civile. Dove odio, dissennatezza e intolleranza rimangono fuori (al pari delle sterili polemiche) lasciando spazio al talento e Zalone, come dimostrano i numeri, ne ha da vendere.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google news, per restare sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI