Natale: come comportarsi a tavola per non alzare la glicemia

0
30

Tenere sotto controllo la glicemia a Natale si può. Basta seguire alcuni accorgimenti per la propria salute.

glicemia alta sintomi
Iperglicemia – Fonte: Istock photo

Quello delle feste di Natale, si sa, è un periodo spesso pericoloso per chi ha problemi con la glicemia o, ancor peggio, soffre di diabete. La presenza di pasti luculliani e di dolci carichi di zuccheri ma ai quali è difficile rinunciare, fa si che quello delle feste sia un periodo ad alto rischio.
Eppure, esistono diverse piccole strategie che si possono mettere in atto al fine di non compromettere la propria situazione e di non far alzare troppo la glicemia.

Un modo per godere a pieno delle feste senza star male e senza inutili sensi di colpa che, tante volte, hanno l’effetto inverso di portare a mangiare ancor peggio al pensiero di non poter più rimediare al danno fatto.
Visto che mangiare in modo sano e senza innalzare troppo la glicemia è davvero importante, specie sotto le feste, ecco alcune delle regole da seguire e che una volta imparate risulteranno più semplici di quanto si pensa.

Come comportarsi a Natale per mantenere la glicemia il più possibile nei limiti

Quando la glicemia tende ad innalzarsi, è davvero difficile tenerla sotto controllo, specie se si è golosi di cibi dolci. Chi ha questo problema o soffre di diabete avrà già ricevuto le giuste direttive dal proprio medico e queste non devono assolutamente essere cambiate.
Chi si trova agli inizi del percorso e desidera mantenere bassa la glicemia o ricapitolare le regole basilari per mangiare senza troppi problemi, può consultare l’elenco che segue.

Clicca sull’immagine qui sotto se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda il Natale e le strategie per mantenerti in forma durante le feste.

speciale Natale 2019 chedonna.it
ricette vigilia natale

Mangiare porzioni più piccole. Quando ci si trova davanti a piatti elaborati, un buon modo per tagliare il quantitativo di zuccheri è quello di ridurre le porzioni. In questo modo si mangerà tutto ma senza esagerare e la glicemia non si innalzerà più del dovuto.

Prediligere alimenti proteici. Se si ha proprio fame o voglia di concedersi un piatto un po’ più abbondante, meglio farlo con un secondo o un alimento proteico. Pasta, pane e dolci andrebbero invece limitati. Ciò, oltre ad non alzare troppo la glicemia, aiuterà anche a saziarsi più in fretta.

Bere tanta acqua. Bere aiuta a diluire gli zuccheri nel sangue e a stimolare la diuresi che è un modo per eliminare gli zuccheri in eccesso. In questi giorni più che mai è importante bere solo acqua naturale, evitando bibite zuccherate e alcolici.

Fare attività fisica dopo i pasti. Non diciamo di andare in palestra dopo il pranzo di Natale, concedersi una camminata, però, farebbe di certo la differenza, aiutando ad abbassare i livelli di glicemia. Se proprio non si ha modo di uscire dopo i pasti, si può optare per un po’ di attività fisica al mattino o prima di andare a dormire.

Evitare i digiuni prolungati. Anche se si è mangiato molto, andare a letto a digiuno non è mai una buona scelta così come non lo è saltare la colazione. Questo perché il digiuno fa innalzare la glicemia. Meglio mangiare un uovo sodo o un piatto di proteine magre la sera e uno yogurt greco con frutta fresca al mattino. In questo modo ci si manterrà leggeri evitando brusche oscillazioni della glicemia.

Seguendo queste semplici regole, la glicemia si manterrà più facilmente nei giusti livelli. Inoltre anche il peso forma sarà più facile da mantenere.

Leggi anche -> Dieta: cosa è meglio mangiare tra pandoro e panettone

Attenzione: Se si soffre di diabete, è bene prendere questi consigli come un aggiunta a quanto suggerito dal medico e non apporre mai modifiche alle sue direttive senza prima averlo consultato. Ogni persona ha infatti diversi tipi di risposte, motivo per cui solo il medico curante può sapere ciò che è meglio e dare le indicazioni più appropriate.