Home Reality Show Temptation Island Giovanni Conversano, lettera contro Serena Enardu: “momenti drammatici per colpa tua”

Giovanni Conversano, lettera contro Serena Enardu: “momenti drammatici per colpa tua”

CONDIVIDI

Giovanni Conversano si scaglia ancora contro Serena Enardu attraverso una lettera pubblicata sul settimanale Di Più: “momenti drammatici per colpa tua”.

giovanni conversano lettera contro serena enardu-

Giovanni Conversano attacca ancora Serena Enardu. Attraverso una lettera pubblicata sul settimanale Di Più, Conversano si scaglia contro l’ex fidanzata raccontando dettagli di quella che fu la loro storia d’amore.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che riguarda il gossip, le notizie e i video del gf e altri reality clicca qui!

Giovanni Conversano contro Serena Enardu: “per colpa tua mia madre non mi ha parlato per settimane”

Giovanni Conversano facebook

Giovanni Conversano che ha chiesto alla fidanzata Giada di sposarlo, si scaglia contro l’ex fidanzata Serena Enardu. In una lettera, Conversano si rivolge direttamente alla Enardu, attualmente nel villaggio di Temptation Island Vip con il fidanzato Pago:

Serena, nel periodo del nostro legame mi facesti passare per un demonio assetato di popolarità. Uno cui non fregava nulla di te. Tu preferivi recitare la parte della fidanzata triste. Una che, mentre ero sempre in giro a fare chissà che cosa, se ne stava a Cagliari ad aspettarmi. Invece, come si è visto in questi giorni su Canale 5, non è dato sapere che cosa facevi in mia assenza”, scrive Giovanni.

Potrebbe interessarti anche—>Serena Enardu, il figlio Tommy contro Conversano: “ti senti figo…”

Conversano, poi, aggiunge:

Sei una che ammicca. Sei una che balla senza tenere conto che il tuo compagno è a poche centinaia di metri da te, dall’altra parte della stessa isola. Infischiandotene del fatto che, con certezza, vedrà quello che hai combinato e soffrirà come un cane ferito. Proprio come ho sofferto io quando dicesti che non ero un ragazzo serio, che ti tradivo. Già, Serena, perché tu facesti soffrire anche me. Infischiandotene”.

Infine, conclude così la sua lettera:

“Mi facesti passare per l’uomo che non sono, per un uomo che manca di rispetto alla donna che dice di amare, per un uomo che tradisce senza pensarci due volte sfruttando la propria popolarità e gli eventi. Serena, passai momenti drammatici per colpa tua. Mia madre, che ti avevo presentato, per settimane non mi rivolse la parola. Io non sono mai stato come mi hai descritto”.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI