Home Coppia Coppia: se avete superato queste 6 fasi critiche, durerete per sempre

Coppia: se avete superato queste 6 fasi critiche, durerete per sempre

CONDIVIDI

Se tu e il tuo partner siete sopravvissuti a queste 6 fasi critiche probabilmente siete destinati a durare per sempre

coppia in lite

Ogni unione è soggetta a difficoltà e discordia, ma la cosa più importante è sapere come riuscire a contrastarle e impedire loro di mettere a repentaglio la felicità della coppia.

Certamente, le prove e le tribolazioni possono destabilizzare l’armonia tra i partner che penseranno che il loro matrimonio non sia all’altezza delle loro aspettative, o che sia insopportabile da gestire su base giornaliera. Sappi che non esiste una formula rapida e segreta per un matrimonio di successo, ma un’opera laboriosa di devozione e concessione.

Il successo nel matrimonio si basa su due cose: trovare la persona giusta ed essere la persona giusta.

Quando due persone si innamorano e decidono di trascorrere il resto della vita insieme, pensano che i giorni di sole dureranno indefinitamente. Ma in una cultura crescente di fallimento coniugale, è difficile resistere ai problemi e alle sfide che la vita coniugale impone nella maggior parte dei casi, i matrimoni oggi possono essere considerati tutt’altro che un grande successo. Ci sono ostacoli che sembrano insormontabili, ma se li superate inizia la discesa verso il “Per sempre felici e contenti”.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Coppia& Benessere  CLICCA QUI

Ecco le sei prove che solo il vero amore può superare

coppia

La cosa più difficile è andare oltre la zona pericolosa del matrimonio e sopravvivere ad alcuni ostacoli e barriere per trascenderli e superarli. Se siete stati in grado di superare la linea rossa di queste fasi, la vostra felicità durerà per sempre.

1. Critica dell’altro

La critica non è mai stata positiva e nella maggior parte dei casi porta ad attacchi, che alimenta solo uno scambio malsano tra i due partner. Il Dr. John Gottman nel suo libro “I quattro cavalieri dell’Apocalisse”, ritiene che per comunicare con il proprio coniuge si debba imparare a usare le abilità necessarie per verbalizzare le proprie emozioni senza ferire l’altro e creare disprezzo all’interno della coppia.

2. Costruire un muro di pietra

Spesso con l’intenzione di proteggersi o evitare lo scontro, ciascuno dei partner potrebbe immergersi nel silenzio totale o persino costruire un muro di pietra. Gli uomini sono più soggetti a questo comportamento che è caratteristico di loro. E come si afferma nel libro di John Gray “gli uomini vengono da Marte e le donne vengono da Venere”, un uomo non ha la stessa concezione dell’amore, né lo stesso comportamento o il modo di esprimersi. della donna. Un uomo può mettere a tacere i suoi sentimenti e reprimerli mentre la donna tende a esternarli privilegiando gli scambi e la comunicazione. È necessario uno sforzo reciproco, caratterizzato da una discussione tempestiva quando la calma ha conquistato le menti di entrambi i partner.

3. L’attrazione per le altre persone

Essere attratti da qualcuno diverso dal proprio coniuge è un’esperienza che potrebbe eventualmente essere vissuta da entrambi i partner. In un sondaggio condotto su 160 donne, la maggioranza ha confessato di aver avuto una cotta per un’altra persona senza chequesto abbia influito sul rapporto con i propri coniugi. La cosa più importante è non lasciare che le tue emozioni prendano il sopravvento e non lasciarsi trasportare dalla tentazione.

4. Disprezzare un coniuge

Il disprezzo viene da un sentimento di superiorità morale in cui il sarcasmo o il cinismo trovano un posto predominante. Può essere subdolo, devastante e distruttivo per la coppia e il matrimonio. Evitarlo è il modo migliore per mantenere una relazione nella sostenibilità.

5. Rabbia

Lo stress quotidiano, l’educazione dei bambini o le esigenze della vita professionale possono mettere alla prova i nostri nervi. Questo sentimento onnipresente nella nostra vita quotidiana fa emergere alcuni aspetti negativi della coppia e spinge indiscutibilmente in una dinamica di insensibilità, frustazione e rabbia. La cosa migliore è impedire alla rabbia di necrotizzare la relazione; gestirla diventa benefico per la felicità pacifica.

6. Rifiuta il perdono

Tutti abbiamo diritto a sbagliare e qualunque sia la sua dimensione, è possibile perdonare e andare oltre per andare avanti, a condizione che non sia ricorrente. Come ha citato Sant’Agostino, “Errare è umano, perseverare nel proprio errore è diabolico”. Sappi che per perdonare, non basta volerlo o provare a dimenticare; o semplicemente cristallizzare il dolore e il risentimento. La cosa migliore è esprimere i tuoi sentimenti, metterti al posto dell’altra persona per capire il suo punto di vista. Nel momento in cui si è sollevati dalle emozioni negative sarà possibile voltare pagina.

Ti potrebbe interessare anche >>>

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI