Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Lenticchie: scopri le proprietà e perché fanno dimagrire

Lenticchie: scopri le proprietà e perché fanno dimagrire

CONDIVIDI

Chi punta a buttare giù qualche chilo e a sgonfiare la pancia non può non inserire le lenticchie nella dieta quotidiana.

Innanzitutto bisogna considerare i tanti benefici di questo legume per via della presenza al suo interno di sali minerali come il ferro, il calcio e il potassio.

A questo proposito, non esiste cibo migliore delle lenticchie per assumere il ferro se non si desidera consumare carne. Allo stesso modo degno di nota è l’apporto di fibre insolubili, tramite cui è possibile combattere problemi come la stipsi, spesso una delle cause dell’aumento di peso e dei gonfiori addominali.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui

Lenticchie: perché aiutano a dimagrire

iStock

Grazie ad uno studio del 2018 apparso sulle pagine del Journal of Agricultural and Food Chemistry, e condotto sui ratti da un’equipe scientifica della Clemson University, Stati Uniti, si è scoperto che le lenticchie sono capaci di abbassare il livello dei trigliceridi e di migliorare la qualità del microbiota intestinale. Inoltre sono un vero concentrato di energia, in quanto garantiscono un apporto energetico pari a circa 120 calorie ogni etto di prodotto.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Dieta dei 7 ormoni: scopri cos’è e come funziona

Le lenticchie, che tra le proprietà vantano l’assenza di colesterolo, sono altresì piene di proteine nobili.

Come mangiarle – Per rendere questo legume più digeribile è consigliabile consumarlo frullato o decorticato. Assumerne la buccia può infatti provocare problematiche spiacevoli come il meteorismo. In ogni caso, niente paura. Essendo un piatto della cucina povera italiana consente di sbizzarrirsi con diverse ricette.

Per fare un esempio ci si può preparare una buona zuppa di lenticchie alla siciliana, da gustare sia calda, sia in versione fredda nelle insalate magari con un po’ di pasta per arricchirla. Oppure un’altra soluzione sfiziosa può essere rappresentata dall’hummus che permette di apprezzare a pieno le caratteristiche del legume. Ottima è anche l’insalatona che mescola le lenticchie, alla rucola e al tonno.

Come sempre consigliamo, prima di cominciare a seguire la dieta delle lenticchie è bene confrontarsi con il proprio medico curante o nutrizionista.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI