Home Salute e Benessere Esplode la sigaretta elettronica, perde così la vita a 24 anni

Esplode la sigaretta elettronica, perde così la vita a 24 anni

CONDIVIDI

Sebbene raccomandata se si desidera smettere di fumare, la sigaretta elettronica non è un modo efficace per smettere di fumare

Smettere di fumare può essere molto difficile, tra sessioni di ipnosi e terapia, i fumatori provano diversi modi per arrivarci. Nell’ultimo decennio, l’uso di sigarette elettroniche è diventato molto popolare tra le persone che vogliono abbandonare completamente la sigaretta tradizionale. Tuttavia, non è sempre sicura e in alcuni casi può essere fatale come testionia questa storia trasmessa dalla BBC.

La sigaretta elettronica è davvero sicura? E come possono le sigarette elettroniche aiutare a smettere di fumare? Queste sono le domande che gli esperti si pongono dopo la crescente popolarità delle sigarette elettroniche. C’è un punto su cui tutti possono essere d’accordo: la sigaretta elettronica in realtà consente di sostituire una dipendenza con un’altra poiché mantiene la presenza di nicotina. Ma i danni alla salute sarebbero inferiori? Non proprio secondo i molti casi di incidenti mortali che si verificano dopo un prolungato della sigaretta elettronica.

Come riportato da Fox News, il 24enne William Brown è morto a causa di un trauma profondo nel collo. La causa di questo tragico incidente non è altro che la sua sigaretta elettronica. Essendo asmatico, uno dei suoi amici gli consigliò di sostituire la sigaretta tradizionale con quella elettronica dato che non riusciva a smettere, pensando di aiutarlo senza sospettare l’esito fatale che questa avrebbe avuto.

Sulla via del ritorno a casa, il giovane stava cercando di usare il suo nuovo gadget, quando improvvisamente questa è scoppiata. I frammenti hanno lacerato la sua carotide sinistra e danneggiato il suo cranio. Un frammento si sarebbe infilato nella sua gola, tagliando un’arteria, causando così un incidente cerebrovascolare. Non è stato possibile rimuovere il frammento in tempo per salvarlo, come riportato da sua nonna.

Secondo gli investigatori, la batteria del dispositivo era difettosa, questo avrebbe causato l’esplosione. L’incidente è avvenuto nel parcheggio del negozio di sigarette, il direttore del negozio di sigarette elettroniche in questione, ha chiamato immediatamente il servizio di emergenza quando ha visto il giovane insanguinato nel luogo in cui era parcheggiato. Fu immediatamente portato in ospedale, dove morì due giorni dopo.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Salute & Benessere  CLICCA QUI

I pericoli della sigaretta elettronica

Sebbene raccomandata se si desidera smettere di fumare, non è un modo efficace per smettere di fumare. D’altra parte, può aiutare a ridurre gradualmente il fumo ma non è senza pericoli. Secondo uno studio del Journal of American College of Cardiology, la sigaretta elettronica potrebbe aumentare il rischio di malattie cardiovascolari a causa degli aromi artificiali che può contenere. D’altra parte, la ricerca scientifica condotta dall’American Journal of Physiology avrebbe rivelato il potenziale coinvolgimento dello svapo nello sviluppo dell’infiammazione polmonare.

Va da sé che questo metodo non è il più esemplare, dal momento che si tratta di sostituire una dipendenza con un’altra, oltretutto la nicotina è sempre presente. Per smettere di fumare esistono metodi molto efficaci.

Il primo si basa sulla forza di volontà, un vero desiderio di smettere. Non è sempre facile, soprattutto se la maggior parte delle persone intorno a te sono fumatori. Inizia facendo un elenco delle cose negative generate dal fumo, potresti concentrarti sul budget e valutare le spese correlate. Calcola il costo totale di una settimana e crea un sistema automotivante. Ad esempio, se fumare ti costa 60 euro a settimana, potresti farti un regalo o passare una bella serata con questi soldi per congratularti con te per la tua prima settimana da non fumatore. Una volta che ti sarai abituato al tuo nuovo stile di vita, ti renderai conto che in un mese, avrai risparmiato circa 240 euro che potrai utilizzare per offrirti un fine settimana in una Spa.

Prova a identificare i momenti in cui fumi più spesso. In generale, il fumo è legato a una certa routine, per esempio si tende ad accendere una sigaretta dopo un pasto, dopo il caffè o in periodi di stress. Devi sapere che il desiderio di fumare dura solo pochi minuti, quindi sii paziente e aspetta che passi.

Potrebbe essere necessario limitare le uscite con altri fumatori, fino a quando non si è abituati alla nuova vita per non fumatori.

Un metodo molto semplice per aiutarti a smettere di fumare è quello di Allen Carr, spiegato passo passo nel suo  libro “Come smettere di fumare se non sai come fare”.

Ti potrebbe interessare anche >>>

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI