Home Curiosita Burro magro: di cosa si tratta e perché fa bene alla salute

Burro magro: di cosa si tratta e perché fa bene alla salute

CONDIVIDI

La Cornell University avrebbe messo a puntino un sistema per rendere il burro più magro e dunque più dietetico.

Spesso quando si pensa al burro vengono in mente calorie e grassi. Ebbene la squadra scientifica della Cornell University appena ideato una variante leggera di un alimento spesso bistrattato.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui 

Burro magro: di cosa si tratta

iStock

Rispetto a quello comunemente usato vanta un apporto calorico minore. Ciò significa che 1 cucchiaio conta poco più di 25 calorie e circa 3 grammi di grasso. Diversamente quello tradizionale conta 100 calorie a cucchiaio e 11 g di grassi.

L’intuizione dell’università newyorkese  – I ricercatori hanno provato, con buoni risultati, ad emulsionare una certa quantità d’acqua con piccolissime gocce di olio vegetale e particelle di grasso estratte dal latte così da riprodurre il burro ma senza stabilizzanti artificiali.

Come spiegato dal coordinatore del progetto, il dottor Alireza Abbaspourrad, esperto in chimica degli alimenti,  il burro magro è formato per l’80% da acqua. Ciò nonostante è del tutto simile al prodotto che conosciamo e usiamo in cucina sia per quanto concerne la consistenza, sia da cremosità.

E’ bene precisare che l’uso dell’emulsione di acqua e gocce d’olio non è una prima assoluta nel campo della chimica alimentare. La novità è invece rappresentata dalla tecnica adottata per la lavorazione di questo alimento light, ovvero l’inserimento della cera d’api con l’obiettivo di rendere il prodotto finale più facilmente spalmabile.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Happy Diet: cosa mangiare per essere in forma e felici

Grazie al mix di ingredienti di cui abbiamo parlato, come ci ha tenuto a sottolineare la dottoressa Michelle C. Lee, membro del gruppo di studiosi, si è riusciti a dare vita ad un rapporto acqua/olio piuttosto elevato, nonché  ad una consistenza mai ottenuta prima.

Partendo dal prodotto base si possono poi aggiungere le proteine del latte e vegetali, ma pure le vitamine e gli aromi.

Perché il burro magro è rivoluzionario – Oggi i consumatori sono più attenti rispetto al passato a ciò che è sano e salutare, per questo motivo tendono a richiedere i prodotti a basso contenuto lipidico e con più proteine.  Sollecitata da questa tendenza l’università americana avrebbe già cominciato a muovere i passi per lanciare il burro magro sul mercato.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI