Proteine vegetali: cosa sono e quali benefici portano

Proveniente dal Giappone, la dieta delle proteine vegetali si pone come obiettivo il dimagrimento e importanti benefici per la salute.

Lo studio relativo alle proprietà delle proteine vegetali è stato pubblicato sulla rivista specializzata Jama Internal Medicine.

Di cosa si tratta – I ricercatori hanno preso a campione 70.696 persone adulte di nazionalità giapponese. Dopo averle seguite e monitorate per 18 anni, hanno riscontrato che chi aveva adottato un regime alimentare caratterizzato da una forte presenza di proteine vegetali correva meno rischi di incorrere in malattie cardiovascolari e cancro e morirne. Secondo questo approfondimento scientifico, sostituire anche soltanto il 4% delle proteine animali con l’equivalente vegetale comporta una riduzione del 50% del pericolo di morte per tumore e del 40% di decesso in generale.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui 

Proteine vegetali: come funziona la dieta

iStock

Chi sceglie di seguire un programma dietetico basato sulle proteine vegetali può puntare ad esempio sull’incremento del consumo dei legumi, che tra i tanti benefici vantano anche quello di essere ricchi di fibre, delle componenti utili a mantenere una regolare attività intestinale e tenere lontani i picchi glicemici, grandi responsabili dell’aumento del peso corporeo.

Un altro prodotto ideale per chi desidera adottare la dieta delle proteine vegetali è la quinoa. Questo cibo ora molto in voga è portatore di amminoacidi essenziali non sintetizzati dall’organismo.

Da non trascurare neppure il tempeh, alimento composto da fagioli di soia gialla fermentati.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Dieta di settembre: come perdere i chili presi in estate

Quando si pensa a questo regime si crede che sia più povero rispetto a quello che privilegia l’apporto quasi esclusivo delle più comuni proteine animali. In realtà la suddetta tesi è stata smentita nel 2002. Allora il dottor John McDougall ha sviscerato il tema nell’articolo Misinformation of Plant Proteins apparso sulla versione online dell’American Heart Association. Qui il ricercatore ha sostenuto come non abbia senso mischiare tra loro gli alimenti per garantire il dovuto apporto di amminoacidi all’organismo, poiché le proteine vegetali sono già da sole complete.

Anche se si tratta di una dieta equilibrata, come sempre consigliamo, prima di cominciarla è bene confrontarsi con il proprio medico curante o dietologo.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Gestione cookie