Dieta di settembre: come perdere i chili presi in estate

0
18

Se durante le vacanze estive vi siete lasciati andare ai piaceri del palato e messo su qualche chilo, la dieta di settembre può aiutarvi a correre ai ripari.

Ideata dalla dottoressa Carla Lertola per rimediare ai bagordi del periodo di pausa dal lavoro o da scuola, la dieta di settembre prevede come ingredienti indispensabili gli ortaggi di stagione, il pesce, ricco di Omega 3, e latte e yogurt per il contenuto di triptofano.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui 

La dieta di settembre: di cosa si tratta

iStock

Questo programma dietetico prevede l’assunzione di 1400 – 1500 calorie al giorno per le donne e 1800-1900 per gli uomini.

Vediamo nel dettaglio gli alimenti da privilegiare:

Le verdure – Via libera a coste, barbabietole rosse, basilico, biete, broccoli, cavolo, carote, verza, cicoria, cetrioli, cipolle, fagiolini, borlotti, finocchi, indivia riccia, funghi, lattuga, maggiorana, menta, melanzane, peperoni, patate, porri, pomodori, rucola, rape scarola,  sedano rapa, sedano, zucchine. Ok anche alla soia per quanto concerne i legumi.

La frutta – Meglio puntare su melagrane, pere, uva, pesche, fichi d’india, fichi, banane, anguria, cachi e castagne.

Pesce – Ottima scelta con le acciughe, il cefalo, l’alalunga, l’orata, la muggine, il cefalo, il dentice, il pesce spada, la sogliola, la triglia e le sardine.

Una settimana tipo:

Lunedì – Si parte con una tazza di tè o caffè, o latte parzialmente scremato, con dei biscotti integrali. A metà mattina una mela. Per pranzo un panino ai cereali con bresaola e limone e contorno di zucchine alla julienne. A merenda una pera e per cena una frittata con funghi, dell’insalata verde mista e del pane ai cereali.

Martedì – Per colazione una tazza di tè o caffè con uno yogurt magro alla frutta o del pane integrale tostato con un cucchiaino di miele. Come spuntino dell’uva. Per pranzo invece pasta e fagioli rossi con dell’insalata di cavolo verza.  Al pomeriggio una mela e alla sera delle verdure al forno con formaggio primosale e del pane integrale.

Mercoledì – Si comincia con del tè o caffè, o latte parzialmente scremato, più delle fette biscottate con due cucchiaini di marmellata. Come spezza fame una pera e per pranzo del riso con triglie e delle carote al limone. Prugne come spuntino e per cena roastbeef con rucola e limone, delle carote lesse e del pane integrale.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Dieta TCL: ecco perché è consigliata dal Ministero della Salute USA

Giovedì – A colazione del caffè o del tè con uno yogurt magro e muesli. Come spuntino una mela. Per pranzo del couscous di verdure, una mozzarella e dei finocchi in insalata. Come spuntino pomeridiano dell’uva e alla sera ceci lessati con cipolla, capperi, sedano, un’insalata verde mista e del pane integrale.

Venerdì – La giornata prende avvio con del caffè o del tè, uno yogurt magro bianco e fiocchi di cereali. A metà mattinata una pesca. Per pranzo una fettina di pollo alla griglia con cipolle al forno e pane ai cereali. A merenda una mela. E per cena delle sardine grigliate con fagiolini e pane ai cereali.

Sabato – A colazione caffè, tè o latte parzialmente scremato con biscotti secchi. Una mela per spuntino. A pranzo della pasta integrale con piselli e mentuccia, e contorno di peperoni alla griglia. Una pera come spuntino del pomeriggio e alla sera
una coscia di tacchino arrosto, delle barbabietole rosse in insalata e del pane integrale.

Domenica – Infine, l’ultimo giorno della settimana prevede al mattino caffè o tè con uno yogurt magro bianco e fiocchi di cereali. Come spuntino delle prugne. Per pranzo del cefalo in umido con coste grigliate e pane integrale. Come merenda dell’uva e per cena della pasta con melanzane e della ricotta stagionata e pomodori.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI