Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Dieta chetomediterranea: come perdere peso in poco tempo

Dieta chetomediterranea: come perdere peso in poco tempo

CONDIVIDI

Ormai l’estate è agli sgoccioli, ma se non siete ancora andati in vacanza e volete perdere peso in poco tempo per affrontare senza ansia la prova costume, potete affidarvi alla chetomediterranea.

Fa leva sui benefici della chetosi, ma non rinuncia alla varietà degli alimenti da mettere in tavola. La dieta chetomediterranea permette di smaltire i chili in eccesso, ma soprattutto agevola il mantenimento del peso forma ottenuto.

Amata dai vip – Questo regime alimentare sta ottenendo grande successo negli USA e tra i suoi seguaci vanta personaggi dello sport e dello spettacolo come Kobe Bryant, LeBron James e Gwyneth Paltrow.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui 

Dieta chetomediterranea: di cosa si tratta

iStock

Il suo obiettivo è dare avvio ad un reset metabolico per scolpire il fisico limando solamente i cumuli di grasso.

I principi fondamentali da seguire sono pochi e semplici: è bene abbondare in verdure in quanto ricche di vitamine e sali, ok a piccole quantità di carboidrati, un po’ più spazio alle proteine, e come condimento preferire l’olio EVO.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Menopausa: cosa mangiare per evitare di ingrassare

I benefici in termini di grasso eliminato, ma anche dal punto di vista ematico, glicemico ed infiammatorio, si notano già dopo 3 settimane.

Le regole nel dettaglio  – Come detto i carboidrati vanno limitati in modo da obbligare l’organismo ad utilizzare i grassi come risorsa energetica. Allo stesso modo bisogna tagliare gli zuccheri, mentre le proteine necessitano di essere consumate in quantità discreta e i grassi aumentati. A questo punto il corpo entra in chetosi, per cui vengono usati gli acidi grassi in buona parte dei tessuti e degli organi.

Che cibi preferire – Meglio puntare sul pesce, soprattutto sui molluschi e i crostacei. Vanno bene le carni sia bianche, sia rosse, alternate con altre proteine come le uova. Meglio invece non esagerare con i latticini e i formaggi. Perfetti pure i semi e la frutta secca oleosa. Immancabili le verdure e l’olio extravergine, ma pure le spezie e le erbe aromatiche. E’ infine importante idratarsi molto durante la giornata.

Cosa è bene evitare – La frutta andrebbe ridotta al minimo. Soltanto una volta consolidato lo stato di chetosi si potranno gustare limoni, mirtilli, lamponi, ribes e avocado. No anche al lasciarsi tentare dai cereali e simili come il grano, l’avena, il riso, il mais, la segale, il farro, l’orzo, il miglio, il grano saraceno. Out anche i derivati, i creali integrali e quelli raffinati. Da tenere lontani i legumi, le patate, i peperoni e le carote, il miele, lo zucchero e i dolcificanti.

Come sempre consigliamo, prima di cominciare la dieta chetomediterranea è bene consultare il proprio medico o dietologo.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI