Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Infarto: come prevenirlo con l’alimentazione

Infarto: come prevenirlo con l’alimentazione

CONDIVIDI

Con la dieta del dottor Stephen Sinatra è possibile dimagrire e prevenire le malattie cardiache.

Crocevia tra la dieta mediterranea di Creta e le abitudini alimentati asiatiche questo programma dietetico si pone l’obiettivo di prendere due piccioni con una fava.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui 

La dieta per dimagrire e proteggere il cuore

iStock

In cosa consiste quindi il regime studiato dal dott. Sinatra? Innanzitutto nel moderare il consumo di cibi piani di zucchero e farine raffinate, pari al 40/45% al dì. Quindi per quanto concerne la quantità di lipidi, questa dovrebbe aggirarsi attorno al 30/35% dell’apporto calorico. Mentre le proteine non dovrebbero mai eccedere il 20/ 25%.

Che cibi bisogna prediligere – Per il dottor Sinatra le verdure dovrebbero essere sempre presenti nei nostri piatti, per almeno 2 o 3 porzioni giornaliere. Per quanto concerne la frutta, sono sufficienti 1 o 2 porzioni quotidiane.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Scopri i 5 alimenti insospettabili che ci fanno ingrassare

Per restare in forma e prendersi cura del proprio cuore occorre altresì assumere grassi sani. In particolare, secondo il nutrizionista, è essenziale fare uso di olio d’oliva in quanto combina antiossidanti come i polifenoli con i grassi monoinsaturi. Un mix perfetto per la lotta al colesterolo cattivo.

Ottimi per il doppio obiettivo estatica/ salute, anche i cereali integrali da consumare dalle 3 alle 4 volte alla settimana tra riso integrale, farina d’avena e pane integrale, da associare a 1 o 2 porzioni di legumi al dì.

E come non dimenticare le proprietà del pesce. Anche qui però bisogna saper scegliere bene. Più l’animale è grande più è alto il rischio della presenza di mercurio all’interno. In ogni caso per prevenire possibili malattie cardiovascolari come l’infarto, è meglio prediligere le specie ittiche, che la carne, compreso il pollame.

Infine non va dimenticata l’importanza delle uova, ricche di grassi Omega 3, specialmente se di natura biologica, provenienti da galline rigorosamente allevate a terra.Allo stesso modo non bisognerebbe cadere nell’errore di rimuovere dalla propria dieta i latticini, ma soltanto prestare attenzione alle quantità. I prodotti lattiero caseari possono infatti essere assunti in due occasioni al giorno.

Come sempre consigliamo, prima di cominciare questo programma dietetico, è consigliabile un consulto con il proprio medico.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI