Home Salute e Benessere Zanzare: ecco come pungono e come riconoscere i sintomi

Zanzare: ecco come pungono e come riconoscere i sintomi

CONDIVIDI

Sono senza dubbio l’animale più odiato dell’estate, poiché si ciba di sangue umano: scopri di più sulle zanzare, su come pungono e i sintomi che provocano..

zanzare come pungono
Zanzara, IStock

Odiatissime e temutissime, visibili prevalentemente d’estate e presenti soprattutto in località molto umide o con molto verde attorno: in questo periodo si sa, le zanzare non lasciano scampo e spesso ci “tormentano” fino all’inizio della mezza stagione.

Spesso questo insetto diventa per molti insopportabile non solo a causa del suo ronzio, ma anche per il suo strambo modo di sopravvivere, che provoca invece agli esseri umani molto fastidio.

Le punture di zanzara infatti, in estate diventano una vera e propria piaga. Eppure perché veniamo punti? C’è di vero che le zanzare sono in primis attratte dal rilascio di anidride carbonica, che tutti noi espelliamo con la respirazione.

Ma non solo: questi insetti sarebbero attratti anche dalle piastrine, che emettono comunque CO2 ma che bruciano sostanza poco salutari anche per le zanzare stesse. Attenzione anche ai profumi, sia a quello naturale della nostra pelle sia a quello artificiale da mettersi addosso.

Anche la luce ultravioletta fa andare questi insetti in brodo di giuggiole: proprio per questo motivo infatti, spesso sono attratte ad entrare in casa d’estate e molti cercano di combatterle con le classiche zanzariere.

Se vuoi rimanere aggiornato giorno per giorno sulle notizie della categoria salute e benessere, CLICCA QUI!

Zanzare: scopri come ci pungono e come riconoscere i primi sintomi

zanzare come pungono
Zanzara, IStock

In quest’ottica diventa molto difficile “difendersi”, anche perché nel loro lavoro le zanzare sono quasi impercettibili. Quella dell’insetto più fastidioso dell’estate infatti, più che una puntura è una vera e propria “incisione“: dopo aver anestetizzato la parte di pelle interessata, l’insetto incide, inietta con la proboscide delle sostanze anticoagulanti e risucchia il sangue.

E se vi state chiedendo come mai un insetto così piccolo svolga una serie di mosse così complesse, la risposta è semplice: il sangue aspirato servirà per deporre le uova in un ambiente molto stagnante. Ecco spiegato anche perché le uniche zanzare che “pungono” sono le femmine della famiglia.

Dopo la puntura, riconoscere i sintomi sarà facile e abbastanza immediato: la zona di pelle colpita inizierà a prudere, poiché in seguito all’iniezione di quelle sostanze anticoagulanti il nostro organismo rilascerà istamina, utile a combatterle e a creare il famoso rossore e rigonfiamento, dovuti alla dilatazione dei vasi sanguigni.

Da Scienze FanPage

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE:

Le zanzare pungono alcune persone si ed altre no…ecco i motivi!

Un barattolo, 3 ingredienti naturali e ‘ciao ciao’ zanzare!

Rimedi naturali: spray anti zanzara fai da te ed eco bio