Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Reflusso gastroesofageo: come combatterlo con l’alimentazione

Reflusso gastroesofageo: come combatterlo con l’alimentazione

CONDIVIDI

Circa il 15% della popolazione italiana soffre di questo fastidioso disturbo. Un metodo per controllarlo è evitare l’assunzione di cibi che agevolano la produzione di acido o irritano l’esofago.

Il reflusso gastroesofageo è un problema che affligge numerose persone ed è originato dal cattivo funzionamento della valvola che separa l’esofago dallo stomaco. Il sintomo principale è un forte bruciore simile a quello provocato dalla gastrite.

Cosa provoca il reflusso – Può portate acidità di stomaco, mal di gola, alitosi e tosse cronica. In alcuni casi il disturbo è così acuto da necessitare una cura farmaceutica.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui 

Come curare il reflusso con l’alimentazione

iStock

 

Secondo l’esperta Raffaella Aschieri di castedduonline.it per calmare questo fastidio si deve per prima cosa eliminare tutti quei cibi che irritano l’esofago e compromettono il corretto funzionamento della valvola di cui abbiamo parlato prima.

Ti potrebbe interessare anche—->>> Soffritto: scopri tutti i benefici di questo gustoso mix

Cosa si può mangiare:

  • Ok a banane e mele anche in versione liquida;
  • Patate bollite e al forno, cavoli, piselli, carote, broccoli, fagioli verdi:
  • Petto di pollo, manzo magro, roast beef;
  • Pesce fresco;
  • Uova, in particolare l’albume;
  • Formaggio di capra o soia, feta e cremosi;
  • Pane e riso, anche integrali, cracker, cous cous, cereali alla crusca o avena;
  • Acqua minerale.

Cosa è meglio evitare:

  • E’ bene bere con molta moderazione il latte, o comunque preferire quello parzialmente scremato;
  • Il cioccolato, le caramelle, i biscotti, le frittelle
  • Cibi piccanti o grassi;
  • Gli agrumi, anche in succo, e i mirtilli;
  • Patate fritte, in insalata e a purè, la cipolla cruda; il pomodoro;
  • Il lombo di manzo, il pollo fritto, la spalla di manzo trita;
  • La panna acida, il gelato, il formaggio molle fresco, il frullato;
  • Le salse e gli intingoli;
  • I liquori, il vino, il tè e il caffè

Lo stile di vita da adottare:

Chi soffre di reflusso gastroesofageo è importante che segua questi piccoli accorgimenti per sentirsi meglio e non accrescere i fastidi:

  • Mangiare poco e con frequenza;
  • Controllare il peso;
  • Masticare lentamente e a lungo;
  • Non sdraiarsi dopo mangiato;
  • Dormire con il capo sollevato di 15 cm in modo da evitare; che il bolo risalga;
  • Non fumare o bere alcol;
  • Fare sport preferibilmente non a stomaco pieno.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI