Home Salute e Benessere

Sapone di Marsiglia per il corpo: come farlo a casa

CONDIVIDI
Sapone di Marsiglia
Sapone di Marsiglia: come farlo a casa, la ricetta (istock Photos)

Sapone di Marsiglia per il corpo, come farlo a casa seguendo la ricetta. La cura del corpo e i cosmetici naturali che ti fanno risparmiare tempo e denaro

Prendersi cura del proprio corpo è una pratica sana e antichissima, ma negli ultimi anni il nostro immaginario è stato colonizzato da messaggi e immagini che mostrano persone sempre più lontane dalla realtà quotidiana in cui siamo immersi. Le pubblicità cercano sempre di convincerci che abbiamo bisogno di prodotti sempre più specifici per il nostro corpo, la nostra pulizia personale e la nostra pelle più di quanti in realtà ce ne possano stare sullo scaffale del bagno o sulle mensole della nostra doccia! Recuperare la nostra cultura e il nostro spazio personale, però, è possibile e anche divertente: come? Autoproducendo  sapone, deodorante, dentifricio, cosmetici e quant’altro ci possa essere utile, creeremo dei prodotti apposta per noi, adatti alle nostre esigenze e personalizzati secondo i nostri gusti; inoltre, ne beneficerà anche l’ambiente e potremo risparmiare sulla spesa di tutti i giorni. È più facile e veloce di quanto non si creda, auto produrre un dentifricio o, in questo caso, un sapone per il viso o il corpo: si può fare coinvolgendo amici, parenti e conoscenti, trasformando la nostra realtà anche attraverso gesti che sembrano piccoli, ma hanno un enorme valore, perché portare la nostra energia nella trasformazione e nel cambiamento dà soddisfazione e rende sereni. Quindi, oggi, proponiamo il Sapone di Marsiglia per il corpo: come farlo comodamente a casa propria.

 Potrebbe interessarti anche: Pastiglie per lavastoviglie naturali fai da te –  VIDEO

Sapone di Marsiglia per il corpo: come farlo a casa

sapone di marsiglia
sapone di Marsiglia per il corpo: come farlo a casa (Istock Photos)

Se si parla di cosmesi, il primo prodotto che mi sento di consigliare per cominciare un percorso di autoproduzione etica e consapevole è sicuramente il sapone di Marsiglia. Lo si può fare con una ricetta che ha attraversato i secoli ed è a tutt’oggi la miglior alternativa ai produttori industriali, nonché la base per moltissime altre preparazioni, sia cosmetiche che per la pulizia della casa. Fare il sapone di Marsiglia in casa è molto più semplice di quanto non si creda; con pochi accorgimenti si potrà, così, ottenere un prodotto adatto ai più svariati usi.

Bastano solo 3 ingredienti, acqua, olio di oliva e soda caustica in scaglie per avere un prodotto ottimo, funzionale e a basso impatto ambientale.

Ponete attenzione nel maneggiare la soda caustica: indossate sempre guanti in lattice che vi lascino liberi nei movimenti (quelli per lavare i piatti non vanno bene, quindi) e una mascherina. Aerate molto bene la stanza dove saponificate, liberate il tavolo da lavoro da tutto ciò che non è necessario e fate giocare in altre stanze i vostri bambini e gli animali domestici.

Potete utilizzare come contenitori per il vostro sapone di Marsiglia degli stampi da pasticceria in silicone, ma andranno benissimo anche le vaschette di plastica rigide riciclate da yogurt, ricottine o verdure confezionate.

Potrebbe interessarti anche: Cinque cose da sapere sul sapone di marsiglia

Sapone di Marsiglia: ingredienti base

  • 300 grammi di olio di oliva
  • 90 grammi di acqua
  • 38,5 grammi di soda caustica in scaglie

Il quantitativo di soda caustica necessario a preparare questo sapone è stato già scontato del 5%, vale a dire che l’indice di saponificazione dell’olio di oliva, cioè i grammi di soda caustica necessari per scomporre 100 grammi di grasso, sono normalmente 13,4. Per ottenere un sapone più delicato però, si può scontare questa quantità di un 5%, non di più, altrimenti c’è il rischio di ottenere un prodotto che irrancidirà presto e non sarà efficace.

Utilizzate tranquillamente acqua del rubinetto e lasciate sempre a portata di mano una bottiglia di aceto aperta: se per caso entrerete in contatto con la soda caustica, infatti, la pelle comincerà ad arrossarsi e prudere; non preoccupatevi, risciacquate subito la parte lesa con aceto di vino o di mele, così da neutralizzare la reazione istantaneamente. La soda caustica è in sé una sostanza altamente corrosiva, da maneggiare con prudenza; ricavata dal sale marino in soluzione, per elettrolisi, con un procedimento a basso impatto ambientale dal cui scarto si può ottenere allo stesso tempo il cloro, si può acquistare dal ferramente in scaglie, quindi nella forma meno reattiva e più facilmente maneggiabile.

Potrebbe interessarti anche: Olio di cocco e bicarbonato, potenti alleati della bellezza fai da te

Durante la saponificazione, pesate con cura gli ingredienti: se non saranno rispettare le misure al grammo è possibile che il sapone di Marsiglia non riesca, ma se siete precisi otterrete un risultato sorprendente, duraturo ed economico. Il sapone verrà molto bene se prodotto in blocco e poi tagliato, in tal modo sarà anche più pratico per i diversi utilizzi che se ne potranno fare.

Procedimento: sapone di Marsiglia per il corpo

sapone
sapone di Marsiglia per il corpo (Istock Photos)

Una volta che avete a vostra disposizione gli ingredienti giusti, potete iniziare con il procedimento.

  • Versate l’olio di oliva in un contenitore di vetro (un vecchio barattolo andrà benissimo), così potrete tenere sotto controllo tutto il processo.
  • Versate l’acqua fredda in un altro barattolo; dopo averla accuratamente pesata, versate la soda caustica dentro l’acqua e mai il contrario: così, infatti, si otterrebbe il cosiddetto “effetto vulcano”, che preferiamo evitare. Non appena la soda caustica entrerà nell’acqua, comincerà la reazione raggiungendo gli 80 °C.
  • Cercate di agitare la soluzione avendo cura di sciogliere tutte le scaglie. Potete aiutarvi con un cucchiaio di metallo, l’importante è che non rimangono residui sul fondo del barattolo.
  • Quando la soda caustica si sarà sciolta, versatela dentro l’olio di oliva fino all’ultima goccia e cominciate a mescolare con un cucchiaio o una spatola. La reazione avviene quando i sue componenti arrivano più o meno a 45 °C; questo metodo, detto “a freddo”, vi consente di non utilizzare fornelli e di risparmiare tempo.
  • Dopo che avrete mescolato per 5-6 minuti potete aiutarvi con un mixer a immersione: in un paio di minuti il sapone raggiungerà la fase cosiddetta “di nastro”, in cui somiglierà moltissimo a una maionese o una crema pasticcera ben riuscita.
  • A questo punto potete versarlo nei vostri stampini. Sbatteteli per far uscire le bolle d’aria e lasciatelo riposare in un ambiente caldo per un paio di giorni.
  • Trascorso tale tempo, sformate il sapone, utilizzando sempre i guanti, e lasciatelo maturare in un luogo fresco e asciutto per 6-8 settimane. Copritelo con un telo di lino o cotone naturale per evitare che attragga la polvere.

Il sapone di Marsiglia è ora pronto, potete utilizzarlo come preferite, la fantasia non ha limiti!

Se vuoi restare sempre aggiornato su le novità e i consigli in fatto di bellezza, come creare cosmetici a casa clicca qui!

Perché il sapone di Marsiglia fa bene alla pelle del viso e del corpo? Tutte le proprietà benefiche

sapone di marsiglia
sapone di Marsiglia, benefici per il corpo (Istock Photos)

Questo sapone prende nome dalla città francese di Marsiglia, dove è nato nel lontano XII secolo. Naturale al 100%, viene ricavato dall’olio d’oliva e non contiene grassi animali, a differenza dei più comuni saponi industriali. Essendo un sapone neutro e delicato, può essere utilizzato su tutti i tipi di pelle, con notevoli benefici. Il sapone di Marsiglia, se è puro, è ottimo per detergere le mani, il viso, il corpo e i capelli, perché ha proprietà lenitive ed è eudermico, ovvero rispetta le normali condizioni cutanee. Pur essendo delicato, pulisce a fondo la pelle.

Potrebbe interessarti anche: Bellezza fai da te: lozione naturale per trattare i capelli grassi

Il sapone di Marsiglia per il viso è l’ideale, perché elimina i residui di trucco (che va sempre tolto prima con uno struccante oleoso), le impurità e il sebo in eccesso, senza seccare la pelle. È adatto a chi ha la pelle normale o sensibile, ma anche a chi soffre di acne e brufoli, perché ha proprietà antibatteriche, ma non secca troppo la cute come fa il sapone allo zolfo. Grazie alla sua efficacia e alla delicatezza, può essere usato anche per lavare le mani e tutto il corpo. Molti dottori consigliano anche il sapone di Marsiglia per l’igiene intima, perché rispetta il ph di queste zone delicate e previene le infezioni. In passato si usava molto sapone di Marsiglia per i capelli, ma vi consigliamo di evitarlo se avete i capelli molto lunghi, perché potrebbe seccarli e annodarli.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore