Home Dieta e Alimentazione

Ecco i 5 errori da non fare quando si è a dieta

CONDIVIDI

A volte può capitare di mettersi a dieta e non riuscire a perdere neppure un etto. Il motivo si racchiuderebbe tutto in una serie di errori banali che vengono commessi quando ci si mette a stecchetto

Spesso decidiamo di cominciare ad adottare un determinato regime alimentare soltanto perché va di moda, o ci è stato consigliato da qualcuno che conosciamo. In questi casi dimentichiamo la possibilità che possa non essere adatto a noi e anziché sortire l’effetto dimagrimento che vorremmo ci succede il contrario. Come ci si deve comportare, quindi?

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui

Gli errori da non fare quando ci si mette a dieta

Getty Images

Il glutine non è un nemico -Se non si è celiaci o sensibili al glutine, non bisognerebbe mangiare alimenti gluten-free, ricchi di grassi aggiunti per dare gusto al prodotto e gonfiarlo. Se si desidera star leggeri meglio preferire dunque una fetta di pane integrale ad una senza glutine realizzata con zucchero, sale patate ed altri ingredienti come tapioca o farina di riso.

Attenzione a prediligere alimenti privi di grassi – Uno sbaglio classico che si commette è quello dello yogurt. Un vasetto contiene 150 calorie. La versione light ne ha 100, ma se poi ingannati dal basso contenuto calorico ne mangiamo più di uno, il beneficio si dissolve.

Chi vuole dimagrire legge ‘light’ e pensa che ne possa assumere quanto ne vuole ma non è affatto così. I prodotti con questa denominazione, infatti, sono alimenti con piccole variazioni per ridurne le calorie, ma a volte non vale la pena perché si utilizzano dolcificanti, gelificanti e sale per cui spesso è solo un’illusione per il consumatore che pensa che un prodotto light sia più sano o che addirittura possa consumarlo per perdere peso”, ha spiegato Nicola Sorrentino, direttore scientifico della Iulm Food Academy.

Meglio non affidarsi a diete iperproteiche come la Dukan  – Riducendo in maniera importante i carboidrati e aumentando proteine e lipidi si può diminuire l’accumulo di grasso e convertirlo in energia. La diminuzione dei livelli di glucosio, obbliga  il corpo  prendere energia dal grasso attraverso la chetosi. “Se mentre si segue questa dieta, al terzo giorno di sole proteine si assumono zuccheri semplici come del miele, una bibita o un dolce, piuttosto che pasta o pane, i chili persi si riacquistano subito perché si interrompe il ciclo dei corpi chetonici che hanno consentito il dimagrimento” , ha aggiunto il dietologo.

Vivere di frutta e verdura fa ingrassare – I vegetariani sono a rischio obesità in quanto per sostituire  carne e pesce consumano parecchio formaggio. Lo stesso dicasi per i vegani che spesso fanno un uso smodato di olio.

La dieta mediterranea con parsimonia – La frutta va sempre mangiata in dose non eccessiva poiché contiene parecchi zuccheri e la verdura non deve essere super condita o molto cotta per evitare l’innalzamento dell’insulina. bene invece pasta, riso e ferine integrali ricche di fibre.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Come difendersi dall’Alzheimer con una dieta sana

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI