Home Maternità

Gravidanza, decima settimana d’attesa: sintomi e crescita

CONDIVIDI
10 settimana di gravidanza
10 settimana di gravidanza, sintomi e crescita (Istock Photos)

Gravidanza, decima settimana d’attesa: i sintomi più comuni e la crescita del feto

La gravidanza è ormai giunta alla decima settimana. Siete a tutti gli effetti entrate nel terzo mese. Il primo trimestre si sta concludendo e voi vi sentite sempre più emozionate. Vi sentite sempre più mamme ad ogni giorno che passa. I dubbi su come starà crescendo il vostro piccolo bebè sono numerosi, così come le infinite domande su i sintomi legati a questa decima settimana e come poter rimediare ad alcuni fastidiosi disturbi gravidici. Porsi tante domande in questa fase è normalissimo, vi preparate ad essere delle mamme e, come tali, vi preoccupate per la salute del vostro bimbo. Cerchiamo insieme di fare un po’ di chiarezza su i sintomi più comuni legati proprio alla decima settimana di gravidanza.

I 6 sintomi più comuni nella decima settimana di gravidanza

Gravidanza, sintomi alla 10 settimana
Gravidanza, 10 settimana: sintomi (iStock Photos)

In questa decima settimana di gravidanza, i sintomi, che oramai avete imparato a conoscere, sono ancora presenti. Alcune di voi, future mamme, avete risentito maggiormente di alcuni sintomi, altre magari, di meno. Ogni gravidanza è a se e così i sintomi legati ad essa. In particolare, tra i 6 sintomi più comuni nelle donne in stato interessante, nella decima settimana troviamo

 

  • Nausea e bruciore di stomaco: le nausee sono ancora presenti. Inizieranno a svanire intorno alla 16°/18° settimana di gravidanza. Presenti soprattutto al mattino – ma non per tutte – le nausee sono tra i sintomi più comuni tra le donne in attesa. Sintomo fastidioso ma che ci segnala una buona gravidanza. Il rimedio alla nausea è sgranocchiare al mattino un biscotto secco o una fetta biscottata. Prendi la buona abitudine a non uscire mai da casa senza un pacchetto di cracker nella borsa. Non rimanere troppo tempo a digiuno. Fai piccoli pasti ma continui. Il bruciore allo stomaco è un altro dei sintomi legati alla gravidanza. A volte conseguenza della nausea, altre, indipendentemente da essa. Questo fastidio può diminuire nel tempo o aumentare e la causa è dovuta agli spostamenti che i tuoi organi interni stanno facendo per far spazio al bimbo. Il rimedio in tal caso è evitare di mangiare cibi acidi e bere molta acqua.
  • Perdite biancastre: potrai accorgerti che hai delle piccole perdite bianche. Questo è dovuto all’ormone – progesterone – che in questa decima settimana di gestazione risulta elevato procurando, appunto un aumento delle secrezioni e delle mucose. Nulla di cui preoccuparsi, è nella norma. Il rimedio in questo caso è avere un’igiene intima un po’ più accurata, usando, in caso di necessità, dei semplici salvaslip.
  • Prurito sul corpo: da questo mese, il terzo, in poi, potresti risentire di prurito in alcune parte del corpo e in particolar modo su pancia, gambe e braccia. Tale fastidio è dovuto alla circolazione del sangue che, in questo periodo potrebbe circolare male, procurando perdite di elasticità nelle vene, le quali si dilatano e si rilassano. Il progesterone in circolo, che è elevato, può dunque portare prurito. Il rimedio è camminare per almeno mezz’ora al giorno in modo da mantenere la circolazione del sangue a livelli stabili e, di sera, massaggiare le parti interessate con della crema idratante e rinfrescante.
  • Costipazione: Potresti già soffrirne dalle prime settimane di gravidanza ma, con la decima settimana questo sintomo potrebbe intensificarsi. Ciò è dovuto agli ormoni della gravidanza e all’utero che è in forte espansione. Il rimedio è assumere liquidi più volte al giorno a base di finocchio o camomilla. Assumere un’adeguata alimentazione favorendo alimenti come crusca, cereali e legumi.
  • Vene bluastre: simili a vene varicose, queste vene possono fare la loro comparsa intorno alla decima settimana, sia sulle gambe ma anche al seno o intorno l’ombelico. Queste vene bluastre, sono dovute all’aumento del flusso sanguigno. Anche in questo caso, il rimedio è camminare appena puoi. Basta fare una passeggiata per 30 minuti e, quando sei a letto o sul divano, usa un cuscino sotto le gambe, così aiuterai la circolazione del sangue nelle gambe.
  • Smagliature: croce e delizia della gravidanza; le smagliature sono uno dei disturbi che in gravidanza portano, a livello estetico, maggiore fastidio alle future mamme. Con l’aumento del peso, è possibile che la pelle, stirandosi, possa segnarsi procurando l’insorgere delle smagliature. Il rimedio è adottare dal terzo mese in poi, in modo costante e quotidiano, una crema antismagliature su gambe e pancia o dell’olio di mandorle, utilissimo in gravidanza e post gravidanza.

Come  cresce il feto alla decima settimana di gravidanza

10 settimana di gravidanza
10 settimana di gravidanza, come cresce il feto (Istock Photos)

Devi sapere che in questa decima settimana il corpo del tuo bambino è interamente sviluppato. Inizia a muoversi ed occupa lo spazio intorno a se. Anche se tu ancora non lo senti distintamente, il bebè si muove velocemente. Gli organi interni si sono formati, la “coda” si è chiusa e le dita di mani e piedi sono ormai divise. Anche se le sue papille gustative non sono completamente formate, il feto inizia ad assaporare ciò che tu, mamma ingerisci. Ciò avviene attraverso il liquido amniotico. Dunque il senso del gusto si sta formando del tutto in questa settimana.

Leggi anche: Gravidanza anembrionica, sintomi e cause

Devi sapere che in questi giorni il tuo bambino, se si dovesse trattare di un maschietto, inizia a produrre testosterone, in quando i genitali sono quasi interamente formati. È lungo 4/5 centimetri e pesa all’incirca 4 grammi. In questa fase iniziano a formarsi le unghie delle mani e dei piedi e le conseguenti impronte digitali. Questa è anche la settimana in cui, separandosi gradualmente il torace e l’addome, inizia a svilupparsi il diaframma. Gli organi interni iniziano a funzionare in autonomia anche se il fegato, le reni ed il cervello, continuano la loro crescita.

Leggi anche: I più bei nomi francesi da dare alla tua bambina

Questa è una delle settimane più emozionanti dell’intera gestazione poiché è proprio in questa fase che i genitori, per la prima volta, sentono il battito del cuore del proprio bimbo. Attraverso un’ecografia si può anche notare l’esistenza di una tenue crescita dei capelli.

Esami da fare alla decima settimana di gravidanza

In questa settimana gli esami da sostenere che il tuo ginecologo potrebbe prescriverti sono:

  • Un test genetico: è un test non invasivo molto importante, specie se si hanno casi in famiglia, da fare alle decima settimana di gestazione. Questo test ha lo scopo di individuare l’esistenza di eventuali disturbi ereditari o congeniti come, per esempio, la sindrome di Down. Il test di per se è semplice poiché consiste nel prelievo di alcuni campioni di sangue all’interno del quale viene, in un secondo momento, esaminato il DNA del tuo bambino. Tale esame si rende necessario solo nel caso risultino anomalie cromosomiche in famiglia o se hai un’età superiore a 35 anni. Ma ormai questo test, denominato Bi-Test, viene eseguito dalla maggior parte delle donne in dolce attesa come routine tra gli esami da fare. ANALISI IN GRAVIDANZA: ecco cosa fare
  • Tra gli esami non invasivi per la rilevazione di principali trisomie si trovano quindi il bi-test, a seguire il tritest e il test della translucenza nucale.

Tra non molto abbraccerai il tuo adorato bambino e non c’è cosa più emozionante al mondo nel sapere che incontrerai l’amore della tua vita, quello vero, quello che ti cambierà per sempre. Goditi quindi, sin da subito, tutti i bei momenti, anche queste settimane, perché ci sarà pure un ottimo motivo se vengono chiamate “dolci attese”.