Home Salute e Benessere Produzione esagerata di estrogeno: scopri i sintomi più comuni

Produzione esagerata di estrogeno: scopri i sintomi più comuni

CONDIVIDI

Soffri di una sovrapproduzione di estrogeno? Ecco come individuare i sintomi e alcuni piccoli consigli per migliorare la situazione.

eccesso estrogeno
Foto da iStock

Estrogeno, l’ormone responsabile dello sviluppo e della regolazione del sistema riproduttivo femminile.

Un utile apporto dunque per il corpo di noi donne ma, come sempre, il troppo stroppia.

Ecco allora che una produzione eccessiva di estrogeno può risultare problematica.

Impariamo allora a individuarne i sintomi più comuni e anche qualche utile rimedio per affrontare questo surplus ormonale.

Se vuoi conoscere tante altre notizie curiose per la tua salute e non solo CLICCA QUI!

Estrogeno in eccesso: sintomi e rimedi

eccesso estrogeno
Foto da iStock

Ecco un elenco dei dieci sintomi più comuni di una sovrapproduzione di estrogeno:

1. Periodi mestruali anormali
2. Libido basso
3. Affaticamento
4. PMS (tensione al seno / gonfiore, sbalzi d’umore e mal di testa)
5. Perdita di capelli
6. Aumento di peso (soprattutto fianchi e addominali)
7. Nebbia cerebrale
8. Problemi di sonno
9. Disfunzione tiroidea
10. Metabolismo lento

Rispondete alla maggior parte di questa sintomatologia? Sarà allora il caso di provare a porre rimedio, aiutando il nostro corpo a regolarizzare la produzione di estrogeno.

Dovete innanzitutto sapere che un fegato ben funzionante non ha problemi a rimuovere l’eccesso di estrogeni. Fate allora si che la funzionalità epatica del vostro corpo sia sempre ottimale, bevendo molta acqua, evitando alcolici, preferendo gli alimenti integrali e non facendo mai mancare un buon apporto di vitamina B.

Rimuovere l’estrogeno in eccesso nel corpo può anche esser fatto senza chiamare in causa il fegato: dovete a tale scopo bere mola acqua, mangiare cibi ricchi di fibre, consumare più verdure e probiotici e tutto ciò che aiuta il buon funzionamento intestinale.

Infine bisogna occuparsi dello “Xenoestrogen”, una sostanza chimiche a cui siamo esposti ogni giorno e che può mimare gli estrogeni nel corpo causando effetti avversi. Come proteggersi da questa stanza chimica? Ecco alcuni consigli:

  1. Evitare l’uso di plastica
  2. Evitare bottiglie d’acqua in plastica
  3. Evitare lattine di BPA
  4. Evitare cosmetici, articoli da toeletta e trucco
  5. Evitare l’isolamento di proteine ​​di soia
  6. Evitare fogli di asciugatura
  7. Evitare le pillole anticoncezionali

Fonte: donnaweb.net

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI